Il ricco, il povero e il maggiordomo: trama, recensione e trailer

Luigi Crispino 6 Gennaio 2021

Recensione film Il ricco, il povero e il maggiordomo: trama, opinioni cast completo, scheda tecnica, trailer, dove vedere film italiano e curiosità.

Stufi della solita programmazione serale impegnata e seriosa degli ultimi tempi? Italia 1 garantisce una serata spensierata e ricca di risate in compagnia del celebre trio comico di Tre uomini e una gamba, Aldo, Giovanni e Giacomo. E’ infatti disponibile in prima serata il loro film completo Il ricco, il povero e il maggiordomo, senza streaming e comodamente dalla poltrona di casa.

Di seguito, analizziamo la pellicola in una scheda tecnica con riassunto della trama, trailer ufficiale, personaggi, cast completo, opinioni, anticipazioni e curiosità. Particolarmente apprezzata la colonna sonora de Il ricco, il povero e il maggiordomo, la canzone finale dal titolo “Che abbia vinto o no (feat. Antonella Lo Coco)” di Emis Killa ha contribuito all’ascesa del giovane cantante.

Trama Il ricco, il povero e il maggiordomo: recensione del film di Aldo, Giovanni e Giacomo

Quali sono la trama, il cast e il trailer Il ricco, il povero e il maggiordomo di Aldo, Giovanni e Giacomo? Scopriamolo insieme in questa scheda tecnica.

Giacomo Maria Poretti è un facoltoso intermediario, alle prese con un rischioso investimento nel caotico stato africano del Burgundi. Un pomeriggio, di ritorno dal lavoro, assieme al suo maggiordomo ed autista Giovanni (il maggiordomo, appunto), investe con l’auto Aldo (il povero), uno scapestrato venditore ambulante. Ed ecco che vengono così introdotti i tre caratteri da cui il film trae il suo titolo.

Pattuita la somma di 1000 euro come compenso per l’incidente, i tre si incontrano l’indomani nella villa di Giacomo, che però è colto da una tremenda notizia: un colpo di stato nel Burgundi ne ha sancito il default finanziario e, di conseguenza, l’investimento si rivela un fallimento che lo lascia, così, sul lastrico. Stessa sorte spetta a Giovanni, che aveva inconsciamente affidato i suoi risparmi all’intermediario nell’attesa del suo pensionamento; quei soldi, inoltre, gli avrebbero permesso un agiato matrimonio con la colf Dolores, la quale, infuriata, decide di tornarsene in Venezuela.

Senza soldi e senza più un tetto sopra la testa, i due vengono ospitati da Aldo in casa della madre, Calcedonia, e ripongono le loro ultime speranze di ripresa in un probabile finanziamento bancario. Dunque, Assia, la direttrice della banca in questione, si riserva due settimane di tempo per valutare l’operazione. Serve, però, una “spinta” affinchè la cosa vada in porto…

Di cosa parla il film e come finisce

La storia è avvincente, come pure coinvolgono le canzoni de Il ricco, il povero e il maggiordomo film apprezzato al botteghino. Ma qual è il finale della trama? Analizziamolo qui di seguito, con il trailer ufficiale alla fine dell’articolo.

Giacomo intravede in Aldo una certa somiglianza con un ricco petroliere azero, tale Samir Uzmin; quale migliore modo per ottenere il finanziamento, allora, se non con la garanzia di un personaggio così importante? Toccherà travestire Aldo – che finalmente corona il suo sogno di avere di nuovo i capelli – e presentarlo ad Assia. La quale, inaspettatamente, se ne innamora, e tutto sembra filare liscio. Al punto tale che persino Dolores viene convinta a fare ritorno in Italia e sposare il suo amato Giovanni.

Tuttavia, la trama si complica nel momento in cui il finto petroliere e la direttrice bancaria sono in procinto di fare l’amore; Aldo cede e viene smascherato. L’operazione fallisce inesorabilmente, e a Giacomo non resta che vendere una svalutatissima copia originale del “Porto Sepolto” di Ungaretti. Il cui ricavato servirà per finanziare il matrimonio di Giovanni e Dolores e, contemporaneamente, il funerale – in seguito a un’imprevista morte – della madre di Aldo. Il tutto, abusivamente, all’interno dell’ex cortile della villa sequestrata a Giacomo!

Il cast del film è composto da: Aldo Baglio (Aldo), Giovanni Storti (Giovanni), Giacomo Poretti (Giacomo), Giuliana Lojodice (Calcedonia), Francesca Neri (Assia) e Guadalupe Lancho (Dolores).

Il film è disponibile in streaming su Netflix e in prima serata su Italia 1 giovedì 7 gennaio dalle ore 21:25.

Trailer ufficiale film Il ricco, il povero e il maggiordomo

Scheda tecnica
Giacomo, un broker in fallimento a causa di un investimento sbagliato; Giovanni, il suo maggiordomo sul lastrico; Aldo, uno scapestrato venditore ambulante. Il celebre trio comico dovrà cercare in tutti i modi di salvare il salvabile, in una commedia leggera e contraddistinta dalla loro tipica comicità.
TitoloIl ricco, il povero e il maggiordomo
Durata102 min
Generecommedia
CastAldo Baglio, Giovanni Storti, Giacomo Poretti, Giuliana Lojodice, Francesca Neri, Guadalupe Lancho
RegiaAldo, Giovanni e Giacomo
Anno di prod.2014
Scheda tecnica
Giacomo, un broker in fallimento a causa di un investimento sbagliato; Giovanni, il suo maggiordomo sul lastrico; Aldo, uno scapestrato venditore ambulante. Il celebre trio comico dovrà cercare in tutti i modi di salvare il salvabile, in una commedia leggera e contraddistinta dalla loro tipica comicità.
TitoloIl ricco, il povero e il maggiordomo
Durata102 min
Generecommedia
CastAldo Baglio, Giovanni Storti, Giacomo Poretti, Giuliana Lojodice, Francesca Neri, Guadalupe Lancho
RegiaAldo, Giovanni e Giacomo
Anno di prod.2014
© Riproduzione Riservata
avatar Luigi Crispino Amante della letteratura italiana, del cinema novecentesco e dell’arte in generale; un amore tale da diventare l’ardente oggetto dei miei studi universitari (ovvero Lettere, ramo Cinematic Arts, Film & Television Production).Per Controcampus mi occupo della rubrica Arts & Entertainment. Nello specifico, recensisco il meglio dei film e delle produzioni cinematografiche disponibili sia su piattaforme di fruizione gratuita (Rai, Mediaset) sia su quelle on demand (Sky, Netflix et simili).Attraverso i miei articoli, oltre all’analisi globale convenzionale, intendo proporre un ulteriore approccio squisitamente tecnico relativo alle pellicole trattate, al fine di renderle appetibili ed intriganti anche per lo “scheletro” che le compone e non solo per la trama e le curiosità annesse." Leggi tutto