• Google+
  • Commenta
27 Maggio 2019

Elezioni Europee 2019: risultati e composizione Parlamento Europeo

Elezioni Europee 2019
Elezioni Europee 2019

Elezioni Europee 2019

Ecco come sarà composto il nuovo Parlamento Europeo, dopo le elezioni europee  2019 svoltesi nei 28 paesi membri dell’unione europea.

Scopriamo nel dettaglio i risultati dei singoli paesi dell’EU e quali partiti hanno vinto le elezioni europee: Francia, Italia, Regno Unito, Lussemburgo e Belgio vincono i partiti sovranisti.

Portogallo, Spagna,Malta, Svezia vincono i Socialisti e i Democratici. Irlanda, Germania, Austria, Lituania, Lettonia e Finlandia e negli stati centrali e centro meridionali dell’unione vincono i partiti popolari.

Danimarca,Estonia e Repubblica Ceca hanno vinto i liberali. Polonia vince il partito diritto e giustizia, di ispirazione conservatrice e moderatamente euroscettica.

Vediamo nel dettaglio come sarà composto il prossimo Parlamento Europeo rispetto ai risultati definitivi.

  • PPE(democratici-cristiani) 180 seggi
  • S&D (Gruppo dell’Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici ) 145/146 seggi
  • ADLE(Alleanza dei Democratici e Liberali per l’Europa) 109 seggi
  • VERDI/ALE (I Verdi / Alleanza libera europea) 69 seggi
  • ECR (Conservatori e Riformisti europei) 59 seggi
  • ENL(Europa delle Nazioni e delle Libertà) 58 seggi
  • EFDD(Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia diretta) 54 seggi
  • EUL/NGL(Sinistra unitaria europea / Sinistra verde nordica) 39 seggi
  • NI(Non iscritti – Membri non apparentati ad alcun gruppo politico) 8 seggi
  • ALTRI PARTITI 29/30 seggi

Il PPE dispone di 180 seggi ed è il partito con il maggior numero di rappresentanti. A seguire ci sono i socialisti ed i democratici con 146 seggi.

Nonostante i successi in Italia, Francia e Regno Unito i sovranisti in EU si aggiudicano soltanto 59 seggi. Exploit dei verdi nei paesi nordici ed in Germania è la novità principale di queste elezioni europee.

Risultati definitivi Elezioni Europee 2019 in Italia: vola la Lega, rinasce il Pd e crolla M5S

La Lega di Matteo Salvini ancora protagonista, questa volta alle elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo. Con il 34,4% dei voti la Lega aumenta ancora i suoi consensi. Il leader Matteo Salvini è il protagonista indiscusso ed inarrestabile, almeno da tre mesi a questa parte. Un percentuale di queste proporzioni era impensabile fino a qualche tempo. Anche in Piemonte, per le elezioni regionali, si prevede la vittoria dei leghisti.

Se anche nel meridione la Lega diventa il partito più votato ci si dovrà chiedere il perché. Il leader leghista porta avanti le proprie battaglie, a prescindere dai modi discutibili o meno,non incontra nessun tipo di opposizione e continua a dominare. A sorridere è il partito democratico, al 22,7%, che scalza il M5S, ora dietro i democratici.

Il M5S prosegue la caduta libera, forse troppo passivo contro l’alleato di governo. Ancora in piedi Forza Italia, all’8%, che vedrà per la prima volta tra i banchi del parlamento europeo anche il vice premier Silvio Berlusconi. La sinistra non pervenuta, sotto al 2%, non riesce a scaldare i cuori dei nostalgici della sinistra che preferiscono magari virare su Pd o M5S.

Risultati Europee 2019 Salerno: M5S regge, Lega sale, Pd lontano

I risultati delle elezioni europee nella provincia di Salerno ha avuto come protagonista il M5s, un risultato controcorrente rispetto ai dati nazioni. Nel Parlamento EU c’è da registrare il balzo clamoroso della Lega, che al Sud non è mai stato molto apprezzato,che è distante soltanto dieci mila voti dagli alleati di governo. Ecco nel dettaglio di dati dei tre partiti principali:

  • M5S: 26,70%
  • Lega: 24,17%
  • Pd: 18,62%
Grafico Elezioni Europee 2019: Parlamento EU

Grafico Elezioni Europee 2019: Parlamento EU

E’ interessante confrontare i risultati delle elezioni europee del 2014 e quelle appena svoltesi. Nel 2014, nella provincia di Salerno il Pd era primo seguito da Forza Italia e M5S. La Lega era allo 0,7% e ad oggi è al 24,17%. Proprio questi ultimi dati sono emblematici per comprendere come è cambiato il quadro nel giro di 5 anni. Il dato dell’affluenza nella provincia di Salerno è del 52,14% , alle precedenti era al 54,61%. Un dato curioso che non può essere tralasciato sono i dati sulle schede nulle e quelle bianche: Schede nulle: 12.662 Schede bianche: 14.604, su 496.395 votanti. E’ oggettivamente mortificante recarsi alle urne e non avere ancora ben chiaro come votare. Oltre dodici mila schede nulle sono un numero troppo elevato, che condiziona la competizione elettorale.

Google+
© Riproduzione Riservata