• Google+
  • Commenta
30 Maggio 2019

Test Medicina e Chirurgia 2019: data prove di accesso e novità

Test Medicina e Chirurgia 2019
Test Medicina e Chirurgia 2019

Test Medicina e Chirurgia 2019

Ultime news sul test Medicina e Chirurgia 2019: qual è la data della prova di accesso  alla facoltà medica più richiesta e novità MIUR su quesiti e domande rispetto agli anni passati.

I candidati al test di Medicina e Odontoiatria da quest’anno faranno i conti con l’arrivo di alcune importanti novità sulla struttura della prova. La cultura generale torna ad essere protagonista del test di Medicina. Il numero delle domande è stato aumentato. Una scelta decisamente controtendenza rispetto al passato. Dei 60 quesiti che comporranno la prova, 12 riguarderanno la cultura generale. Un aumento considerevole. Infatti basta pensare che fino allo scorso anno il numero dei quesiti era 2.

Per cultura generale, si intendono argomenti che riguardano la storia, letteratura italiana e straniera, attualità (educazione civica). Una novità che tiene anche in considerazione il rinnovato esame di maturità.

Infatti i maturandi per la prova orale, dovranno anche studiare  educazione civica, indicata come “Cittadinanza e Costituzione”. Nove anni fa i quesiti di cultura generale erano addirittura 40, e le novità introdotte hanno anche suscitato qualche perplessità. Il nuovo test di medicina ha una struttura che appare in controtendenza con la tradizione internazionale in cui logica e ragionamento acquisiscono una valenza sempre crescente nelle tecniche di valutazione. Anche perché l’incremento dei quesiti di cultura generale avviene unicamente a discapito della logica. Ma tra le novità, c’è la possibilità di “svolgere un test psico-attitudinale facoltativo che permetterà una sorta di autovalutazione delle proprie competenze”.

Data test Medicina e Chirurgia 2019: qual è il giorno stabilito dal MIUR per le prove di accesso

Si avvicina sempre di più la data del test di medicina e chirurgia 2019: Martedì 3 settembre alle 11 del mattino avrà inizio la nuova prova di ammissione del test di Medicina. Le iscrizioni alle prove potranno essere effettuate on line dal 17 giugno fino alle ore 15.00 del 9 luglio 2019, attraverso il portale ministeriale www.universitaly.it. Dopo aver indicato i propri dati sensibili, i candidati dovranno selezionare le università in cui preferiscono frequentare le lezioni. In quella indicata come “prima scelta” si recheranno per svolgere il test. L’iscrizione si perfeziona solamente con il pagamento della quota indicata dall’università preferita, nei termini previsti dal bando.

In ogni caso, studiare all’università presuppone un insegnamento molto diverso. Dal volume delle materie e al ritmo di lavoro. È quindi importante prepararsi a questi cambiamenti. Inoltre, entrare nella Facoltà di Medicina richiede un solido background scientifico nel corso degli studi nell’istruzione secondaria. I corsi di scienze di base (biologia, fisica, chimica e matematica) occuperanno un posto particolarmente importante durante il primo anno di studio. Molti studenti svolgono corsi preparatori e si esercitano con i testi degli anni precedenti. Ciò consente di colmare le lacune o di rafforzare quelle conoscenze che è essenziale padroneggiare prima di svolgere il test di ammissione.

Novità sui questi e domande delle prove d’ingresso a Medicina 2019

I quesiti di ragionamento logico passano da 20 a 10. Resta invariato il numero di domande di biologia (18), chimica (12) e matematica/fisica (8). Ci sarà meno logica e più cultura generale anche per Architettura, Veterinaria e Professioni Sanitarie. La prima parte del test è focalizzata su testi di saggistica scientifica, autori classici o contemporanei. E proseguirà con testi di attualità comparsi su quotidiani, riviste anche specialistiche. Per l’ambito storico, i quesiti possono riguardare, tra l’altro, gli aspetti caratterizzanti la storia del Novecento ed il mondo attuale.

Il Ministero metterà a disposizione dei candidati un test psico-attitudinale che potrà essere effettuato su base volontaria. Sarà un testo orientativo diviso in tre sezioni: 72 quesiti motivazionali e una simulazione della prova di accesso. Ci sarà anche un video illustrativo sulle principali attività professionali relative ai corsi di laurea ad accesso programmato. Le Università cominceranno ad organizzare corsi di preparazione alle prove che si terranno durante l’estate. Sarà il Miur a sostenere finanziariamente l’organizzazione di tali corsi di preparazione. Per aumentare le proprie possibilità di successo, per imparare a gestire il tempo a disposizione e avere ulteriori consigli da esperti e docenti, da quest’anno ci sarà uno strumento in più a supporto dei candidati più motivati.

Google+
© Riproduzione Riservata