• Google+
  • Commenta
4 Settembre 2019

Soluzioni test Veterinaria 2019: domande e risposte prova di accesso

Soluzioni test Veterinaria 2019
Soluzioni test Veterinaria 2019

Soluzioni test Veterinaria 2019

Ecco quali sono le soluzioni del test Veterinaria 2019: domande e risposte della prova d’ingresso e come funziona passarla senza commettere errori.

Durante la mattinata di mercoledì 4 settembre 2019 in tutta Italia sono stati svolti i test d’accesso a Veterinaria 2019. Chi super il quiz ad accesso programmato nazionale, potrà frequentare i corsi di studio per diventare veterinario. In totale quest’anno saranno 759 a poter essere ammessi.

E tra i tanti che si sono presentati questa mattina per svolgere la prova, c’è tanta curiosità di sapere quale sarà l’esito della prova.

I risultati e le soluzioni del test Veterinaria 2019 aiuteranno quindi a calcolare il proprio punteggio. Per concorrere o meno all’assegnazione di uno dei posti disponibili, occorrerà posizionarsi tra i primi 800 che hanno ottenuto l’ammissione.

Ma quando si conosceranno i risultati ufficiali? Le soluzioni del test sono fornite dal Miur il giorno stesso dello svolgimento della prova.

I candidati possono conoscere le risposte esatte del test di quest’anno subito, e quindi calcolare l’eventuale posizionamento nella graduatoria nazionale. Dato però l’elevato numero di iscritti al test, anche quest’anno non sarà sufficiente ottenere il punteggio minimo. Occorrerà posizionarsi tra i primi 759 per essere sicuri di essere ammessi alla frequentazione di corsi di studio. Ma quali sono state le domande del test? Quali gli argomenti scelti dal Ministero dell’Istruzione per le prove ad accesso programmato di quest’anno?

Soluzioni test Medicina e Chirurgia 2019: quali sono le domande della prova d’ingresso – PDF

Il compito del veterinario è diagnosticare, trattare e gestire animali domestici e selvatici. Questo professionista potrà lavorare in città o in campagna. In città, si occuperà di cani, gatti, roditori, uccelli. Mentre in campagna troviamo cavalli, mucche, maiali e persino animali selvatici. Il veterinario è un medico, un medico generico, un chirurgo, un radiologo e persino un dentista. Può essere assistito da un assistente veterinario. Un veterinario può anche lavorare in una grande azienda dove parteciperà alla preparazione di alimenti per animali o progetterà farmaci per loro. In questo caso, potrebbe essere necessario anche dove fare da ricercatore.

Si tratta quindi di una professione complessa, e che richiede una adeguata preparazione per garantire sicurezza anche ai propri pazienti. Ed i test che regolano l’ammissione ai corsi di studio, sono anche per questo motivo molto selettivi e difficili. Lo sanno bene i candidati che mercoledì 4 settembre 2019 si sono messi alla ricerca delle soluzioni del test Veterinaria 2019.

La graduatoria nazionale e l’elenco degli ammessi viene stabilito in base al punteggio ottenuto durante lo svolgimento della prova. Il punteggio minimo previsto dal bando e di 20 punti. Una volta uscita la graduatoria gli studenti dovranno andare sul sito Universitaly per conoscere la loro posizione in graduatoria. Innanzitutto occorrerà scoprire se si è idoneo o meno, e quindi se è stato raggiunto il punteggio minimo di 20 punti. Successivamente non resta che capire se si è assegnati o prenotati per uno dei posti disponibili tra le preferenze indicate. Ma quali sono le domande della prova? Chimica, biologia, matematica e fisica sono le materie con le quali hanno dovuto confrontarsi gli studenti. Ecco come conoscere le domande ufficiali.

Come conoscere le risposte del test d’accesso sul sito del MIUR

Sulla pagina del Miur sono presenti tutte le domande e le soluzioni Veterinaria 2019. Ecco di seguito alcuni quesiti del Test di Cultura generale e Ragionamento logico

  • 1. Quale dei seguenti romanzi appartiene alla letteratura russa?
  • 2. Chi ha scritto La Gerusalemme liberata?
  • 3. Chi era a gennaio 2019 il segretario generale delle Nazioni Unite?
  • 4. Quale dei seguenti Stati non appartenne all’U.R.S.S.?
  • 5. “Tecnica pittorica che consiste nello stendere colori diluiti in acqua su uno strato di intonaco fresco che, asciugandosi, forma una superficie dura e compatta che fissa il colore”.
  • 6. Quale fra le seguenti coppie è formata da città che sono state entrambe capitali d’Italia dopo il 1861?
  • 7. Quale canale o stretto mette in comunicazione tra loro il Mar Mediterraneo e il Mar Rosso?
  • 8. “La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l’adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione”.
  • 9. Chi è l’autore dell’opera lirica “Aida”? Le soluzioni sono presenti nel PDF in alto.

Una volta ottenuta l’ammissione ai corsi di studio, si realizza il primo passo per diventare veterinario. Per conseguire l’accesso alla professione, è necessaria una laurea magistrale a ciclo unico in Medicina Veterinaria della durata di cinque anni. Successivamente bisognerà superare l’esame di Stato abilitante ed iscriversi quindi all’ordine veterinario della Federazione nazionale ordini veterinari italiani. Non è previsto alcun praticantato. Si diventa veterinario subito, e si può esercitare la professione all’interno di strutture pubbliche e private, o come libero professionista.

Google+
© Riproduzione Riservata