• Google+
  • Commenta
5 Marzo 2020

Liceo musicale: cosa si studia e si diventa, materie e sbocchi

Studente liceo musicale
Studente liceo musicale

Studente liceo musicale

Ecco perché scegliere il liceo musicale: cosa si studia e cosa si diventa con questo diploma di maturità, materie che si studiano e sbocchi professionali previsti.

Le informazioni necessarie per chi vuole iscriversi a questo istituto, i pro e contro, programmi con il nuovo ordinamento e opportunità di lavoro o di studio post diploma.

Finita la scuola media, arriva un momento importante: la scelta del nuovo percorso di studi tra classico o artistico, tecnico o professionale. Non esistono test per scegliere la scuola superiore giusta, ma spesso basta seguire le proprie passioni. Sicuramente chi ama la musica, non può che scegliere il liceo musicale. Ma cosa si studia e quale è il programma ministeriale? Che lavori si possono fare? Scopriamolo subito.

Il liceo musicale è un istituto superiore indirizzato allo studio della musica sia dal punto di vista tecnico che pratico.

Fornisce, inoltre, l’importanza della musica sia nella storia che nella cultura. Il percorso di studi si caratterizza per un approccio di tipo liceale alle varie discipline al fine di dare allo studente una preparazione culturale di base solida. La formazione musicale si accompagna quindi allo studio di materie scientifiche e umanistiche come la storia, la letteratura italiana, la geografia. Altrettanto approfondita è la preparazione musicale, come mostra in modo evidente il monte ore riferito alle discipline di indirizzo. Esse comprendono lo studio di discipline teoriche e compositive, storia della musica e delle tecnologie musicali.

Questo liceo si propone di preparare lo studente alle competenze necessarie  per l’esecuzione, l’interpretazione e la composizione musicale. Inoltre, fornisce un’adeguata conoscenza di tradizioni, contesti, opere, generi, artisti, autori riferiti alla musica e ai suoi sviluppi. È importante sapere che l’accesso è a numero chiuso, con il superamento di un esame di ammissioneVediamo nel dettaglio l’elenco delle materie liceo musicale da studiare, le facoltà da scegliere e gli sbocchi professionali dopo la maturità.

Cosa si studia al liceo musicale: materie e insegnamenti di questo diploma di maturità

Il liceo musicale prepara lo studente nelle discipline di base per una cultura  solida che gli permette di intraprendere  anche strade differenti da quella musicale. Al termine dei cinque anni di studi lo studente diplomato ha acquisito le specifiche  competenze musicali in tutti i suoi differenti aspetti, ovvero composizione, interpretazione, esecuzione e rappresentazione, oltre ovviamente allo studio teorico e storico.

Le materie caratterizzanti sono proprio quelle di esecuzione e interpretazione, teoria, analisi e composizione, storia della musica, tecnologie musicali e il laboratorio di musica d’insieme, cui si aggiungono le materie classiche dei licei.

Ecco l’elenco delle discipline:

  • Italiano;
  • lingua e cultura straniera;
  • storia;
  • geografia;
  • filosofia;
  • matematica;
  • fisica;
  • scienze naturali;
  • storia dell’arte;
  • scienze motorie e sportive;
  • religione cattolica o attività alternative

Durante i cinque anni sono previsti lo studio del canto e di due strumenti, ma solo uno viene scelto direttamente dallo studente.

Cosa si diventa con la maturità musicale: cosa si può fare dopo, sbocchi

Il liceo musicale è idoneo per chi vuole specializzarsi nella pratica musicale. Se la  passione per la musica vi ha fatto scegliere questo istituto superiore, dopo è possibile proseguire con l’Alta formazione artistica e musicale come i conservatori di musica.

È possibile anche orientarsi subito nel mondo lavorativo, visto che il liceo offre competenze e conoscenze approfondite su ambiti tecnici molto particolari, ovvero:

Inoltre, tra le diverse materie insegnate in un liceo musicale sono compresi laboratori di tecnologie musicali. Questo permette di sviluppare competenze per le professioni di tecnico del suono e del montaggio audiovisivo.

Google+
© Riproduzione Riservata