Termometro infrarossi per febbre a distanza: come funziona

Carmela Sansone 27 Marzo 2020

Consigli e opinioni sul termometro ad infrarossi per misurare la febbre a distanza: come funziona su bambini e adulti, quanto costa su Amazon e altri siti online, quando si usa e quanto è preciso.

Soprattutto in inverno, ma, in generale, per tutta la durata dell’anno capita sempre di doversi misurare la febbre, o di doverla misurare ai propri bambini, che non ne vorrebbero sapere di stare fermi. Il termometro a infrarossi, perciò,  è un’ottima alternativa a quello al mercurio, per misurare la febbre a distanza sia ai bambini e sia agli adulti: ecco come funziona, quanto è preciso, quanto costa e come si usa.

Un misuratore temperatura corporea a distanza può tornare utile. E il termometro laser, da alcuni detto anche frontale, è veloce, comodo e non ingombrante. E può rivelarsi una scelta molto pratica. Di termometri, ne esistono vari tipi.

Uno tra questi è quello con il mercurio, abbastanza preciso, ma un po’ pericoloso se manovrato con poca cura e se preso dai bambini. Il meccanismo di uso è facile. Va posizionato e la variazione di calore provoca un cambiamento di volume del mercurio, che si espande lungo una scala e indica la temperatura.

C’è, poi, quello digitale, da usare nelle orecchie o sulla fronte, che pure è molto facile e comodo da usare. Uno dei più usati, però, non solo in ambito domestico, ma anche nei maggiori aereoporti per tutti i controlli del caso, è il termometro che misura la febbre a distanza, tramite laser ad infrarossi (utili anche in altri casi come quando eliminare tatuaggi). Ecco come funziona, quanto è preciso, come usarlo su bambini e adulti, e quanto costano i vari modelli in commercio e in vendita su Amazon.

Come funziona il termometro infrarossi per misurare la febbre a distanza: quale scegliere

Vediamo, prima di tutto, come funziona il termometro ad infrarossi per misurare la febbre a distanza. Innanzitutto, essi sono molto igienici, perchè permettono di misurare la temperatura mantenendo una distanza di molti centimetri. Sono, inoltre, molto comodi perchè l’esito è molto rapido, quasi istantaneo, e richiede solo pochi secondi di attesa. Questo rende la routine della misurazione un po’ più agile, soprattutto se si è alle prese con bambini molto vivaci, oppure se bisogna sottoporre alla misurazione una massa di persone. (E’ questo il caso dei controlli negli aereoporti, motivo per cui si preferisce proprio questo tipo di termometro).

Usare un termometro ad infrarossi è veramente facile. E’ necessario, semplicemente, indirizzare i raggi verso la superficie da misurare (la fronte, per esempio), si preme il pulsante e dopo pochi istanti, si può leggere la temperatura precisa sul display. Bisogna, comunque, tenere presente un accorgimento e tenere il dispositivo ad almeno tre centimetri dalla superficie. I prodotti, inoltre, possono avere a disposizione altre funzionalità, come la memorizzazione delle ultime temperature. Possono, poi, trasferire le informazioni ad alcune app da installare sullo smartphone, oppure misurare la temperature con unità di misure diverse. Insomma, di base la funzionalità e il meccanismo sono le stesse per tutti, ma c’è la possibilità di avere degli optional: tutto dipende da quanto si vuole spendere!

Caratteristiche termometri per febbre a distanza: migliori o economici

Ecco, dunque, quale termometro ad infrarossi scegliere per misurare la febbre a distanza: i migliori ed i più economici in commercio. Uno dei più venduti è, sicuramente, è il Braun IRT6520 ThermoScan. E’ pratico per tutta la famiglia. La tecnologia ExacTemp aiuta con il posizionamento dell’orecchio, così di ricevere le letture della temperatura più accurate. Ha led di colore diverso per indicare range di temperature differenti. Ha una buona memoria e può memorizzare fino a nove letture precedenti per il monitoraggio a lungo termine. Il prezzo è sui 70 euro.

Un altro modello ben fatto è il Dr. Madre Digital. E’ comodo da utilizzare anche sui bambini più vivaci; ha memoria di ben dodici letture precedenti. Funziona bene e velocemente, e dà il risultato in pochi secondi. Il display retroilluminato funziona bene anche al buio e le impostazioni consentono di passare da Fahrenheit a Celsius. Emette un segnale acustico al termine dell’esecuzione del test. Innovo FR201 è un altro dei migliori sul mercato. Funge da termometro frontale per i bambini e da stermometro per gli oggetti. (ad esempio, è possibile controllare la temperatura di un biberon o dell’acqua per il bagno). Passa da Celcius a Fahrenheit. Va usato a circa due pollici dalla fronte, ed è, perciò, molto igienico. Genera un suono al termine della verifica della temperatura, ma si può passare anche in modalità silenziosa se il bambino dorme.

Uno dei migliori, invece, è il Withings Thermo. E’ molto preciso, ed è approvato dalla FDA. Ha 16 sensori infrarossi che danno un risultato accurato. E’ veloce e facile da usare e ha i led per indicare la temperatura; è molto igienico. Si può connettere all’app per avere uno storico sempre a portata di mano, così da condividerlo comodamente con il medico, nell’ottica di un’innovativa sanità digitale.

Elenco con prezzo termometro infrarossi febbre a distanza: quali sono

Ecco quali sono, in elenco e con il prezzo, i migliori termometri infrarossi per misurare la febbre a distanza:

  • Braun IRT6520 ThermoScan: 70 euro.
  • Dr. Madre Digital: 40 euro.
  • Innovo FR201: 30 euro.
  • Withings Thermo: 100 euro.
  • Easy@Home 3 in 1: 32 euro
  • Decdeal Termometro: 48 euro.
  • IronHeel CK-T1503: 55 euro.
  • V&AMYA: 29 euro.
  • Merrybravo WD15: 66 euro.
© Riproduzione Riservata
avatar Carmela Sansone Laureata con lode in Lettere moderne e Filologia moderna presso l'Università degli studi di Salerno. Sono appassionata di letteratura, storia e giornalismo e molto dedita alla lettura. Mi piacciono le opere tradizionali della letteratura italiana, ma non rifuggo dai grandi classici (e non) del canone straniero. Sono un'aspirante docente, ma protendo anche verso il mondo delle Risorse Umane, da cui sono molto affascinata e in cui mi piacerebbe fare qualche esperienza. Sono molto creativa, ottimista e ligia ai miei doveri, ma non sopporto la slealtà e le omissioni. Tra le mie passioni, sicuramente rientra la tecnologia, ecco perché amo trattare di questa tematica all'interno dei miei articoli: tutto ciò che è progresso e avanguardia ben fatta mi attira. Allo stesso modo, sono appassionata di cucina ed è perciò che, nei miei scritti, amo affrontare le sfumature del settore, gli abbinamenti possibili e quelli più insoliti, ma anche vini, dessert e golosità di ogni genere. Ultima nota: amo i bambini, l'essenza sana di questo mondo, cui sono molto legata. Leggi tutto