Chi è Giulio Tarro: curriculum e biografia del virologo anti Burioni

Francesca Di Stasio 19 Giugno 2020

Giornalista ricercatore e medico italiano, chi è Giulio Tarro, virologo anti Burioni diventato famoso nei programmi tv come Porta a Porta di Vespa ai tempo del Covid-19: biografia, curriculum, età, moglie e figli.

Primario di virologia presso l’ospedale Cotugno di Napoli, è noto soprattutto per aver scoperto la causa di un’epidemia chiamata “il male oscuro” che colpì Napoli negli anni settanta provocando la morte di tanti bambini.

Fu lui infatti ad isolare il virus respiratorio sincizial (VRS). Da sempre critico nei confronti dell’obbligo vaccinale che vige in Italia, è entrato fortemente in polemica con il virologo forte sostenitore dell’importanza dei vaccini Roberto Burioni.

Hanno inoltre suscitato polemiche alcune sue affermazioni relative al Coronavirus in netto contrasto con la comunità scientifica.

Pare avesse detto che questo virus sarebbe scomparso con il caldo nel giro di un mese, aggiungendo anche che il lockdown non avrebbe avuto senso.

Ma oltre ad essere conosciuto come anti Burioni ai tempi del Coronavirus, chi è Giulio Tarro, età, chi è la moglie, chi sono i figli e il suo percorso professionale, non sono solo gli ultimi fatti di cronaca a dirlo, ma una sua importante biografia e percorso professionale

Chi è Giulio Tarro: curriculum, biografia, età, del virologo ai tempi del Coronavirus > CV PDF

Per scoprire chi è Giulio Tarro virologo, biografia e curriculum vitae ci saranno d’aiuto, come una pagina Facebook con post sul Coronavirus ad esempio. Ma molte informazioni sul suo conto, e in particolare sulla sua carriera sarebbero dubbie.

E’ nato a Messina il 9 luglio del 1938. Ha dunque 81 anni. E’ del segno zodiacale del Cancro.

Dopo la maturità classica nella sua città natale, nel 1962 ha conseguito la laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l’università Federico II di Napoli. Dopo la laurea vince il Premio Sabin grazie al quale può andare a studiare negli Stati Uniti proprio al fianco del rinomato medico virologo, scopritore del vaccino contro la poliomelite Albert Sabin.

Dal 1964 al 1966 è stato assistente di patologia medica all’università di Napoli.

In America invece sempre stando a quanto riportato nel curriculum vitae, sarebbe anche stato prima collaboratore presso la divisione di virologia e ricerche per il cancro del Children Hospital, poi assistant professor di ricerche pediatriche del College of Medicine.

Nel 1971 diventa docente di virologia oncologica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Napoli.

Tante sono state le attività di ricerca nel corso della sua carriera da virologo. È stato ricercatore presso l’allora Centro Nazionale delle Ricerche, mentre negli USA ricercatore senior del Public Health Service al Cancer Center del National Cancer Institute di Frederick.

Dal 1973 al 2006 è stato primario di virologia al Cotugno di Napoli.

Nel 2006 è stato nominato primario emerito dell’ospedale.

Da gli anni 1992 al 2012 è stato  presidente della Lega internazionale dei medici contro la vivisezione.

Dal 1995 al 1998 è stato membro del Comitato nazionale di bioetica.

Da gli 2008 è anche presidente della Norman Academy.

Da virologo ai tempi del Covid, Tarro perché è anti Burioni

Come detto oltre che per i fatti legati al Covid-19, chi è Giulio Tarro, anti burioni, anti vaccini e virolo quindi, sono soprattutto le sue ricerche a dircelo.

Durante il difficile periodo di lockdown che l’Italia ha dovuto affrontare, a causa della grave emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, è entrato più volte in polemica, in contrasto con il virologo Roberto Burioni, tanto da averlo addirittura querelato per “l’opera di denigrazione continuamente perpetrata a danno del suo prestigio scientifico professionale e personale”.

Tutto è iniziato su Twitter quando Gianfranco Rotondi riportò sul social il pensiero di Tarro sul virus, sottolineando il fatto che sia  stato candidato al Nobel.

Il virologo affermava che come tutti i corona influenzali, anche questo sarebbe scomparso nel giro di un mese. “Siamo in un Paese strano. Come possiamo dare retta a due tizi come Roberto Burioni e Ilaria Capua?” Aveva anche aggiunto.

La replica di Burioni non tardò ad arrivare. Sempre su Twitter scrisse: “Tarro è stato candidato al Nobel quanto io a Miss Italia”. Immediato il tweet di risposta da parte di Tarro: “Su una cosa ha ragione: lui deve fare solo le passerelle come Miss Italia, ma senza aprire bocca”.

Tra i due è iniziato così un lungo botta e risposta non molto lusinghiero terminato addirittura con una querela.

Ricerca e pubblicazioni scientifiche: chi è Giulio Tarro scienziato

Ma è nelle sue principali pubblicazioni e tesi anti-vaccinali che si scopre chi è Giulio Tarro, oggi e ieri. Inoltre la sua storia e biografia personale è ricca di riconoscimenti che ha ricevuto e le tantissime pubblicazioni scientifiche.

“La medicina è la vita. Essere medico nell’era della globalizzazione”, “Covid. Il virus della paura”, “Medicina e recenti miracoli. Scienza e fede.”

Ha inoltre condotto nel corso della sua carriera diversi progetti diagnostici durante l’epidemia di colera, sulle epatiti, ADS, SARS, influenza aviaria e influenza suina. Ha partecipato anche a numerose conferenze scientifiche.

È stato insignito poi di alcune onorificenze tra cui Commendatore della Repubblica Italiana e Grande Ufficiale della Repubblica Italiana. Sono diverse le cose che non tornerebbero nel suo Curriculum Vitae.

Per esempio due lauree honoris causa che avrebbe ricevuto, una in Bioetica e l’altra in Immunologia, varie candidature al Premio Nobel. Avrebbe poi ricevuto il premio come ‘Miglior virologo dell’Anno’ nel 2018.

Anagrafica Principale
Virologo e anche giornalista, primario di virologia presso l'ospedale Cotugno di Napoli, è noto soprattutto per aver scoperto la causa di un'epidemia chiamata 'il male oscuro' che colpì Napoli negli anni settanta. Da sempre critico nei confronti dell'obbligo vaccinale che vige in Italia, è entrato fortemente in polemica con il virologo forte sostenitore dell'importanza dei vaccini Roberto Burioni.
Nome e CognomeGiulio Tarro
Data di nascita09/07/1938
Luogo di nascitaMessina
ProfessioneVirologo
Anagrafica Principale
Virologo e anche giornalista, primario di virologia presso l'ospedale Cotugno di Napoli, è noto soprattutto per aver scoperto la causa di un'epidemia chiamata 'il male oscuro' che colpì Napoli negli anni settanta. Da sempre critico nei confronti dell'obbligo vaccinale che vige in Italia, è entrato fortemente in polemica con il virologo forte sostenitore dell'importanza dei vaccini Roberto Burioni.
Nome e CognomeGiulio Tarro
Data di nascita09/07/1938
Luogo di nascitaMessina
ProfessioneVirologo
© Riproduzione Riservata
avatar Francesca Di Stasio Ho una laurea in Lingue e Culture straniere e una passione per la scrittura che coltivo da diversi anni. Amo imprimere idee, eventi, storie non solo sulla pagina ma anche attraverso la fotografia. Sono un'esploratrice appassionata di luoghi, culture e tradizioni. Vado alla scoperta di nuovi sapori e io stessa mi diletto in cucina nella creazione di piatti originali. Adoro viaggiare. Credo che i viaggi e le nuove esperienze siano una fonte preziosa di arricchimento personale. Impegno e dedizione mi contraddistinguono. I miei interessi spaziano ​dalla cultura allo spettacolo, dall'attualità alla musica. Con minuziosità e accuratezza sono alla costante ricerca di informazioni, fatti, avvenimenti, curiosità da trasmettere ai lettori. Per il Portale Controcampus curo la rubrica "Il Personaggio." Ritratti e biografie di personaggi noti. Una lente di ingrandimento sulla loro vita alla ricerca di segreti inconfessati e lati nascosti senza tralasciare alcun dettaglio e lasciando emergere, attraverso la scrittura, solo ciò che è autentico e veritiero. Leggi tutto