Quando riaprono le discoteche: calendario riapertura sale da ballo

Mario Ragone 18 Giugno 2020

Date di quando riaprono le discoteche nelle diverse regioni d'Italia (in Liguria, Sardegna, Lombardia etc.

): calendario riapertura, regole e sanzioni.

Con la fase 3 ormai in atto e la ripresa delle diverse filiere produttive ed attività commerciali rivedono la luce anche le sale da ballo. In tale contesto rientrano ovviamente anche le discoteche: ma quando riaprono le discoteche in Italia? Quali le regole ed i limiti da rispettare per non incappare in sanzioni? E le regioni d’Italia come stanno operando la riattivazione di questa forma di intrattenimento?

Andiamo a cercare di chiarire i suddetti punti di domanda analizzandoli uno per uno secondo quelle che sono le indicazioni dell’ultimo DPCM. Pertanto tracceremo una disamina completa con focus specifico su: data di riapertura, regole, sanzioni e divieti per le discoteche.

Procedure che regioni quali Lombardia in primis, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna e via dicendo seguiranno per il corretto contenimento del contagio da Covid-19. In altri casi, invece, come nel Lazio, ad esempio, tale settore riprenderà anticipatamente. Oggetto di attenzione saranno di conseguenza anche le differenti decisioni regionali per la riapertura.

Fase 3 Coronavirus, quando riaprono le discoteche: date e calendario per regione

Iniziamo dunque a vedere quando riaprono le discoteche in Italia con la fase 3 entrata ormai nel vivo. In tal senso bisogna dire che l’ultimo DPCM in ordine cronologico varato dal governo ha messo in chiaro come la ripresa del sopracitato settore d’intrattenimento partirà il 14 Luglio. Tuttavia le diverse regioni d’Italia hanno operato la riattivazione del suddetto esercizio in modi differenti. Seguendo quindi una tempistica propria, ad esempio, il Lazio ha deciso di anticipare al 1 Luglio l’apertura delle discoteche e sale da ballo.

Condizione esattamente opposta per la Lombardia, reduce ancora da numeri elevati di contagio da Covid-19, che si è allineata con le decisioni del decreto ministeriale. Anche la Campania riapre ma con il divieto per il ballo: pratica invece consentita in Toscana e Puglia ma non al chiuso. Sfumature e dettagli riguardanti la discoteca e locali similari divergenti per regione in funzione anche del variabile numero di nuovi positivi. I dati forniti dalla Protezione Civile in merito danno un’idea chiara, infatti, di come il problema virale persista soprattutto al nord.

In considerazione di ciò in totale autonomia ogni distretto territoriale ha responsabilmente sciolto le riserve ed indicato una data per la tipologia d’attività in questione. Le regole, al contrario, permangono le stesse per tutti: ossia distanza di almeno 2 metri (ridotta ad 1 metro quando non si balla) e scanner per la temperatura corporea agli accessi. La mascherina, infine, vedrà il suo utilizzo solo in alcune regioni che hanno prorogato l’impiego facoltativo a fine mese. Essa ovviamente va sempre tenuta in luoghi chiusi laddove non può essere assicurata la prossimità minima.

Come riapriranno le sale da ballo nella fase 3 del Covid-19

Concentrandoci ora su come riapriranno le sale da ballo nella fase 3 del Covid-19 occorre fare delle specifiche. Premesso che come detto ogni regione gode di un’autonomia in base alla quale gestisce tramite ordinanze le riaperture secondo l’indice di contagio territoriale, sono però estese a tutti le seguenti regole:

  • distanza di almeno 2 metri mentre si balla e di 1 metro quando non si balla
  • uso di mascherine al chiuso
  • termoscanner agli accessi dei locali
  • preferibile la prenotazione anche se non obbligatoria
  • vietato l’uso dei guardaroba (riporre per tanto gli abiti in appositi sacchetti)
  • capienza del locale ridotta rispetto alla norma per rispettare il distanziamento

In linea generale sono queste le indicazioni fornite dal governo ed applicabili ad attività quali discoteche e sale da ballo. Inoltre si evidenzia che si potrà riprendere l’attività di ballo dal 1 Luglio solo in spazi aperti. Quindi per la ripresa di questa forma d’intrattenimento al chiuso occorre pazientare fino al 15 Luglio come da decreto.

Calendario riapertura discoteche: date di quando riaprono in ogni regione

Riepiloghiamo ora quando riaprono le discoteche regione per regione cercando di tracciare un calendario:

  • 13 Giugno: Toscana
  • 15 Giugno: Puglia, Sicilia, Campania (in quest’ultima regione non si potrà ballare in discoteca, solo ascolto)
  • 19 Giugno: Calabria, Liguria, Veneto e Friuli Venezia-Giulia, Emilia-Romagna (in quest’ultima regione si potrà ballare all’aperto ma non al chiuso)
  • 1 Luglio: Lazio
  • 15 Luglio: riapriranno verosimilmente tutte le altre regioni come da DPCM (comprese Piemonte e Lombardia dove si registrano i maggiori numeri di nuovi positivi)
  • Tutte le regioni non citate non avendo comunicato anticipazioni o variazioni si allinenano alla decisione governativa di far riprendere tale settore produttivo il 15 Luglio.
© Riproduzione Riservata
avatar Mario Ragone Sono Mario Ragone, redattore web con formazione in Comunicazione Audiovisiva e Mediale. Ho grande passione per il Social Marketing e l'informazione a 360°. Mi occupo, infatti, di argomenti di vario tipo che spaziano dalla Cultura come Cinema e Televisione all'Economia, dalla Medicina allo Sport fino al mondo di motori. Penso che avere un'idea su molteplici tematiche della nostra vita, ci permette di passare dall'una all'altra con grande versatilità mentale, una condizione questa che rende una persona libera nell'esprimersi, senza farsi fuorviare o condizionare. Capacità critica di discernimento ed autonomia di pensiero sono per me gli unici due elementi che ci rendono realmente liberi dalla schiavitù dell'ignoranza. Approfondisco le mie rubriche con intervento di esperti e professionisti del settore di cui scrivo. Leggi tutto