Chi era Frida Kahlo: biografia, vita, morte e frasi famose

Carolina Campanile 25 Settembre 2020

Poetessa e pittrice, ecco chi era Frida Kahlo: biografia, riassunto della sua vita fino alla morte, e frasi famose della paladina delle donne contraria alle convenzioni sociale.

Dipingo me stessa perché passo molto tempo da sola e sono il soggetto che conosco meglio. Forte identità messicana, che amava evidenziare anche nel modo di vestire; essa si ispirava infatti al costume delle donne di Tehuantepec, città famosa per la sua reputazione di “società matriarcale”.

Ebbe numerosi amanti e di ambo i sessi, con nomi che non passavano per niente inosservati all’epoca. Le sue opere oltre a raccontare della sua vita, presentano un tratto, sebben sfumato, di humor ed elementi fantastici. Dal 1938 i suoi dipinti diventano introspettivi, presentando talvolta la tradizione messicana unita ad una produzione surrealista. Il suo lavoro più surrealista è sicuramente Ciò che l’acqua mi ha dato, con immagini di paura, memoria, dolore e sessualità che affiorano sulla superficie della vasca da bagno. In quest’opera sono chiari i riferimenti a Salvador Dalì, padre del movimento.

Surreale è anche il suo diario personale, iniziato nel 1944 e tenuto fino alla morte. Si tratta di una specie di monologo interiore, messo nero su bianco non solo tramite le parole ma anche tramite immagini. Per molte di queste ultime il punto di partenza era una macchia di inchiostro o una sbavatura involontaria dello scritto.

Conscia della sua imminente morte, le ultime parole che scrisse furono Spero che l’uscita sia gioiosa, e spero di non tornare mai più. Grazie ad una recente rivalutazione oggi sono allestite numerose mostre dedicate all’artista.

Essa è inoltre stata la prima donna latinoamericana ad essere ritratta su un francobollo degli Stati Uniti, emesso il 21 giugno 2001. Sono state inoltre prodotte diverse pellicole che ci raccontano della sua vita, attraverso un riassunto emozionante.

Non la conosceremo solo per le sue opere, citazioni e frasi, Frida Kahlo chi era nella sua vita e prima di morire, sarà la sua biografia a svelarcelo dalla nascita, fino alla sua malattia.

Chi era Frida Kahlo: biografia, riassunto sulla sua vita, opere, frasi, dipinti e morte per malattia

Per scrivere una breve biografia che ci dica chi era Frida Kahlo prima di morire, cosa ha fatto in vita, come e quando è morta, leggeremo la sua storia, della quale ne riporteremo riassunto per date della pittrice e poetessa.

Nata il 6 luglio 1907 a Coyoacán, suo padre era un fotografo tedesco emigrato in Messico e sua madre una benestante messicana. Affetta da spina bifida, probabilmente anche per questo motivo sin da piccola sviluppa una personalità molto forte.

Dopo il Colegio Aleman, nel 1922 s’iscrive alla Escuela Nacional preparatoria con il sogno di diventare medico.

Il 17 settembre 1925 quando aveva 18 anni rimase coinvolta in un incidente, Frida Kahlo ne rimase scossa  per tutta la vita, ma non si perse d’animo, e questo ci fa capire chi era. Si trovava sull’autobus per tornare a casa quando questo, per scansare un tram, si schiaccia contro un muro. Subì 32 operazioni e fu costretta ad anni di riposo.

Nel 1929 sposa Diego Rivera, illustre pittore dell’epoca. In quegli anni si trovano negli USA per una commissione di Rivera. Qui la pittrice scopre di essere incinta, ma la gravidanza si interrompe per un aborto spontaneo. I coniugi decideranno così di tornare in Messico, dove vivranno in due case diverse ma collegate da un ponte.

Nel 1939 divorziano a causa del tradimento di Riviera con la sorella di Frida. Il suo dispiacere più grande resterà tuttavia quello di non aver avuto figli. Durante gli anni rivoluzionari e post-rivoluzionari s’interessa alla politica, iscrivendosi al Partito Comunista Messicano. Ad agosto del 1953 le viene amputata una gamba, a causa di un’infezione tramutata in cancrena.

Frida Kahlo è morta nel 1954, a soli 47 anni, per una grave malattia, una embolia polmonare. Cremata, le sue ceneri sono conservate nella sua Casa Azul, oggi sede del Museo in suo nome.

Da poetessa Kahlo a pittrice

Erroneamente la si conosce e riconosce esclusivamente per la caratterista del mono-ciglio. Chi la conosce, l’associa oggi a citazioni, aforismi e famose frasi, ma chi era Frida Kahlo poetessa, scrittrice e pittrice e quali sino le sue opere non tutti lo sanno.

Definita una paladina delle donne, la sua vita fu molto travagliata. Le piaceva dire di essere nata nel 1910, poiché si sentiva figlia della rivoluzione messicana. Oltre a sviluppare un carattere forte, sin dall’adolescenza manifesta un singolare talento artistico, che andava contro ogni convenzione sociale.

Negli anni universitari si lega ai Cachuchas, un gruppo di studenti sostenitori del socialismo nazionale. Inizia così a dipingere, per puro divertimento, ritratti dei suoi compagni di studio. Tuttavia la maggior parte si occupava di letteratura, cosa che la spinse a leggere libri. Dopo l’incidente Frida Kahlo si chiude in un periodo di solitudine, avvicinandosi sempre più all’arte. Il suo primo lavoro fu un autoritratto. I genitori decisero così di regalarle un letto a baldacchino con uno specchio sul soffitto, così che potesse vedersi. Ripresa dall’incidente, decide di sottoporre i suoi dipinti a Diego Rivera.

Iniziatasi ad affermare nel mondo dell’arte, può ora contribuire finanziariamente alle spese della famiglia. Nonostante i problemi ed i tradimenti, da Rivera la giovane artista apprende uno stile naïf, ossia privo di legami con la realtà culturale ed accademica dell’epoca. Inizia così a dipingere autoritratti ispirati all’arte popolare e alle tradizioni precolombiane, con l’intenzione di affermare la sua identità messicana.

La sua storia con Rivera è raccontata nel suo Diario, e numerose sono le poesie e frasi di Frida Kahlo che ci fanno capire chi era. Tuttavia sono i ritratti a raccontarci della sua vita e del rapporto ossessivo con quel corpo martoriato.

Dal 1938 la sua attività pittorica s’intensifica. Definita una surrealista creatasi con le proprie mani, le sue opere vengono rivalutate ed iniziano ad essere esposte in mostre di tutto il mondo.

Citazioni per scoprire chi era Frida Kahlo: frasi famose

Oltre alla sua biografia con la storia e il riassunto della sua carriera, anche frasi di Frida Kahlo, citazioni e aforismi ci possono raccontare la vita della poetessa e pittrice messicana.

  • È lecito inventare verbi nuovi? Voglio regalartene uno: io ti cielo. Così che le mie ali possano distendersi smisuratamente, per amarti senza confini.
  • Che farei io senza l’assurdo?
  • Ho subito due gravi incidenti nella mia vita… il primo è stato quando un tram mi ha travolto e il secondo è stato Diego Rivera.
  • La morte può essere crudele, ingiusta, traditrice. Ma solo la vita riesce a essere oscena, indegna, umiliante.
  • La rivoluzione è l’armonia della forma e del colore e tutto esiste, e si muove, sotto una sola legge: la vita.
  • Non voglio un amore a metà, lacerato, spaccato in due. Mi merito qualcosa di intero, intenso e indistruttibile.
  • Se tu sapessi com’è terribile raggiungere tutta la conoscenza all’improvviso. Come se un lampo illuminasse la terra! Ora vivo in un pianeta di dolore trasparente come il ghiaccio. È come se avessi imparato tutto in una volta, in pochi secondi.
  • Sono nata con una rivoluzione. Diciamolo. È in quel fuoco che sono nata, pronta all’impeto della rivolta fino al momento di vedere il giorno. Il giorno era cocente. Mi ha infiammato per il resto della mia vita. Da bambina, crepitavo. Da adulta, ero una fiamma.
  • Il surrealismo è la magica sorpresa di trovare un leone in quell’armadio in cui si voleva prendere una camicia.
  • Dipingo autoritratti perché sono la persona che conosco meglio.
  • Hanno pensato che fossi una surrealista, ma non lo ero. Non ho mai dipinto sogni. Ho dipinto la mia realtà.
  • Niente vale più della risata e del disprezzo. E’ necessario ridere e abbandonarsi. Essere crudeli e leggeri.
Anagrafica Principale
Forte identità messicana che amava evidenziare nelle sue opere, oltre che nel modo di vestire. Frida Kahlo nasce a Coyoacán il 6 luglio 1907, e sin dall'adolescenza mostra un singolare talento artistico. I primi dipinti, fatti per scherzo, risalgono al periodo universitario. Periodo in cui ha anche un incidente che la costringe a letto per anni. Inizia così la sua serie di autoritratti, perfezionandosi nello stile. Le sue opere, scritte e dipinte, sono altamente introspettive e ci raccontano della sua vita travagliata. Paladina delle donne che andava contro ogni convenzione sociale, morirà il 13 luglio 1954, a 47 anni, per un'embolia polmonare.
Nome e CognomeMagdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón
Data di nascita06/07/1907
Luogo di nascitaCoyoacán
ProfessionePittrice
Anagrafica Principale
Forte identità messicana che amava evidenziare nelle sue opere, oltre che nel modo di vestire. Frida Kahlo nasce a Coyoacán il 6 luglio 1907, e sin dall'adolescenza mostra un singolare talento artistico. I primi dipinti, fatti per scherzo, risalgono al periodo universitario. Periodo in cui ha anche un incidente che la costringe a letto per anni. Inizia così la sua serie di autoritratti, perfezionandosi nello stile. Le sue opere, scritte e dipinte, sono altamente introspettive e ci raccontano della sua vita travagliata. Paladina delle donne che andava contro ogni convenzione sociale, morirà il 13 luglio 1954, a 47 anni, per un'embolia polmonare.
Nome e CognomeMagdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón
Data di nascita06/07/1907
Luogo di nascitaCoyoacán
ProfessionePittrice
© Riproduzione Riservata
avatar Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto