Stress da Covid e da quarantena per Coronavirus: sintomi e cosa fare

Dalila D'Andrea 11 Settembre 2020

Cos'è lo stress da covid-19 e da quarantena per Coronavirus: chi colpisce tra adulti e bambini, sintomi, come riconoscerlo e cosa fare in caso di malessere, il punto della Dottoressa Ilaria Corleto.

Consigli su cosa fare in caso di stress post traumatico o lavoro-correlato da quarantena per Coronavirus, come affrontarlo, combatterlo e superarlo con mindfulness e respirazione in spazi aperti.

Ecco cosa significa soffrire di stress psicologico da covid: cosa comporta, come si manifesta, cosa mangiare, a chi rivolgersi e quanto dura. 

La pandemia ha portato tanti cambiamenti nelle nostre vite. Le nostre routine sono state stravolte. Abbiamo dovuto sopportare momenti di grande frustrazione e, soprattutto di grande incertezza. Naturalmente, i cambiamenti repentini e gli sconvolgimenti improvvisi portano sempre tanto stress nella vita delle persone. Quando poi a questo si aggiungono i media e i social che non fanno altro che presentare scenari catastrofici e apocalittici, la preoccupazione non può che aggravarsi.

È normale, in un contesto di emergenza globale, provare una sensazione di tristezza. La paura e la confusione sono emozioni normali in un momento come questo, anche e soprattutto tra i più piccoli. Si parla quindi di stress da Covid nei bambini, che hanno visto soffocare e reprimere del tutto il loro bisogno di socialità. Ma la solitudine e l’isolamento forzato anche negli adulti, ha messo seriamente a rischio la salute mentale dei soggetti più fragili. Dei sintomi e delle conseguenze del coronavirus parlano gli psicologi. In questo momento si cerca di sdoganare il tabù della salute mentale, perché sempre più persone soffrono di attacchi di panico, paura, incertezza e depressione. Parlare delle conseguenze psichiatriche del Covid-19, significa fare un primo passo per riappropriarci del nostro benessere psicofisico.

Ma come far fronte allo stress da quarantena per Coronavirus? Quali sono i sintomi in chi è stressato a causa del Covid 19 e della quarantena?

A risponderci è un’esperta psicologa nel riconoscere la patologia, curarla e guarire. 

Quali sono i sintomi dello stress da Covid 19: causa e origine del malessere dovuto al Coronavirus

Sarà la psicologa Ilaria Corleto a indicarsi i sintomi dello stress da Covid, quali sono, come riconoscerli e cosa fare per guarire.

“Possibili segnali che ci fanno rendere conto di soffrire di stress da Coronavirus sono un aumento dell’ansia e di sintomi depressivi. Molte persone, inoltre sviluppano la cosiddetta sindrome della capanna post-covid. Si tratta di una forma di fobia sociale che ha colpito moltissimi italiani. Chi ne soffre preferisce rimanere a casa e cerca di evitare il più possibile contatti ed interazioni sociali.” – spiega la psicologa Corleto -.

“Possiamo evidenziare tre gruppi di persone, suddivise in base alle loro reazioni alla pandemia. Un primo gruppo è quello che ha sofferto particolarmente per via dell’isolamento legato al lock-down. L’isolamento ha infatti comportato un forte senso di vuoto e l’impossibilità di avere rapporti con gli altri. Quando, poi, c’è stata la riapertura, alcuni hanno reagito con un atteggiamento di entusiasmo maniacale. Alcuni, invece, hanno ripreso la vita di tutti i giorni. Queste persone, tuttavia, si trascinano ancora dietro un senso di vuoto e di abbandono. “-afferma la psicologa –.

“La seconda tipologia, quella più fobica, ha subito i danni della paura del virus. Molti sono andati in panico, si sono chiusi in casa e hanno ceduto alle proprie fobie. Alcuni di loro hanno manifestato i sintomi della sindrome della capanna. Molte persone appartenenti a questa categoria hanno dovuto affrontare l’angoscia dell’estraneo. Si tratta di una diffidenza nei confronti del prossimo, dovuta alla paura della contaminazione. Alcune persone, paradossalmente, si sentivano più protette durante il lock-down. Non soffrivano di stress e non dovevano confrontarsi con gli altri. I ritmi di lavoro erano più lenti e non soffrivano di ansia da prestazione. Queste persone, che già prima del covid mostravano tendenze all’evitamento sociale, si sono dimostrate particolarmente restie a tornare alla vita normale.”- fa sapere la dottoressa Ilaria Corleto -.

Cosa fare in caso di stress da quarantena per Coronavirus

E sempre la professionista nell’ambito della psicologia Ilaria Corleto a spigarci cosa fare in caso di stress da Covid 19: come intervenire per guarire e non avere conseguenze psicologiche irreversibili.

“Chiaramente, queste tipologie di comportamento affondano le radici in problematiche pre-esistenti. Il Covid-19 non è stato altro che l’occasione per farle venire alla luce. Lo stress da Covid colpisce adulti e bambini, adolescenti ed anziani. Indipendentemente dall’età e dalla fascia demografica di appartenenza, ne possono soffrire tutti coloro che sono stati colpiti dalle conseguenze della pandemia. In modo particolare i giovani, che hanno tanta voglia di vivere, si sono sentiti stroncati.” – spiega la Psicologa Ilaria Corleto -.

Convivere con questo disagio è possibile, ma fino ad una certa soglia. Come in tutti i malesseri psicofisici, la sofferenza non può e non deve superare un certo limite. In caso di sofferenza protratta, l’unica soluzione per affrontare il disagio è ricorrere alla psicoterapia. Un altro consiglio è di praticare attività piacevoli. Bisogna dedicare del tempo alle nostre passioni e a noi stessi. Gli amanti dello sport possono trovare sollievo in una corsetta terapeutica. Chi vuole, può anche provare a meditare all’aperto.”

Come affrontare lo stress da Covid e da quarantena per Coronavirus

Cosa possiamo fare per preservare la nostra salute mentale nel tempo ed evitare o imparare a controllare lo stress da Covid in caso di lockdown o quarantena?

“In linea generale, consiglio di fare sempre ciò che ci fa stare bene. Tutto quello che ci fa stare male è sconsigliato. Ad esempio, se guardare troppi notiziari ci angoscia, è meglio evitare di guardare il telegiornale. Questo consiglio è valido al tempo del Covid, come lo è in qualsiasi periodo della vita. È fondamentale ascoltare se’ stessi, assecondare i propri bisogni e i propri desideri.” – continua la professionista in psicologia –

“Ho un ultimo consiglio per coloro che in questo momento soffrono a causa della quarantena e del Coronavirus. Ricordate che ogni occasione è un’opportunità per una nuova scoperta. Ci capita, oggi, di vivere un momento storico al di fuori della norma. Affrontiamo una realtà che nessuno avrebbe immaginato. Approfittiamo di questa situazione anomala per scoprire qualcosa in più su di noi, sulla vita e sulle persone che ci circondano.” –conclude la psicologa Ilaria Corleto -.

© Riproduzione Riservata
avatar Dalila D'Andrea Diplomata al liceo linguistico con 100 e lode, frequento il primo anno all'università Alma Mater Studiorum di Bologna. Ho 18 anni e amo confrontarmi con realtà nuove, viaggiare ed esplorare l'inesplorabile. Per questo curo la rubrica Viaggi per Controcampus, dove troverete tutti i consigli e le dritte per organizzare delle vacanze indimenticabili. Amo avventurarmi al di là della mia comfort-zone e credo fortemente nel potere della comunicazione e della circolazione libera delle idee. Per questo mi è stata affidata anche la rubrica Il Professionista, dove curo interviste con personaggi di spicco del mondo del lavoro e della ricerca. Ognuno di noi ha una storia da raccontare; io fornisco la possibilità di farlo. Tra le mie interviste troverete consigli validissimi e opinioni di esperti professori, ginecologi, pediatri, psicologi, avvocati e tanto altro ancora! Sono appassionata di scrittura e sto lentamente esplorando il mondo del giornalismo, che mi ha sempre affascinata. Quando scrivo seguo sempre una celebre regola d'oro: l'interessante per mezzo, l'utile per scopo e il vero per soggetto. Leggi tutto