• Quarta
  • Paleari
  • Meoli
  • Boschetti
  • Bonanni
  • Bonetti
  • De Leo
  • Scorza
  • Romano
  • Falco
  • Romano
  • Catizone
  • Carfagna
  • Andreotti
  • Santaniello
  • Califano
  • Tassone
  • Gnudi
  • Barnaba
  • Coniglio
  • Quaglia
  • Pasquino
  • Ward
  • Crepet
  • De Luca
  • Rossetto
  • Dalia
  • Napolitani
  • Valorzi
  • Rinaldi
  • Liguori
  • Chelini
  • Buzzatti
  • Leone
  • Grassotti
  • Algeri
  • Miraglia
  • Bruzzone
  • Cocchi
  • Mazzone
  • Gelisio
  • Casciello
  • di Geso
  • Baietti
  • Cacciatore
  • Alemanno

Test sierologico Covid: cos’è, come funziona, dove farlo e costo

Martina Sapio 4 Dicembre 2020
M. S.
20/06/2021

Come funziona il test sierologico Covid: cos’è, che tipo di esame è, a che serve, che attendibilità ha, dove farlo e quanto costa in laboratorio e farmacia.

Per limitare la diffusione del virus ed ottenere un maggiore controllo dei contagi, da settimane sentiamo parlare di test sierologico in farmacia. Dei vari esami utilizzati nel tracciamento dell’epidemia di Coronavirus, certamente questa tipologia di analisi è quella che ha suscitato il maggior interesse al momento della sua introduzione. A differenza dei classici tamponi Covid-19, è infatti più semplice ed immediato nella sua applicazione. Ma come si fa il test sierologico rapido, potrebbe non essere chiaro a tutti.

Eppure, siamo orami alle prese con l’emergenza sanitaria da molti mesi, e la diffusione capillare nelle farmacie di questo tipo di strumento di prevenzione, appare indispensabile.

Conoscere del sierologico costo, come funziona e dove farlo, appare fondamentale per la tutela della propria salute e di quella dei propri cari. Anche perché ci troviamo ormai di fronte ad una vasta scelta di test rapidi e tamponi per Coronavirus di cui poter usufruire per una maggiore tracciabilità del virus. Questi test variano anche obiettivo, attendibilità e disponibilità per il grande pubblico. In ogni caso è uno strumento importante, efficace anche per asintomatici e paucisintomatici.

Durante i primi mesi della pandemia l’Italia ha conosciuto soprattutto il test molecolare. Superati i mesi primaverili più duri, è stata lentamente introdotta l’analisi sierologica. Cerchiamo allora di analizzare meglio la definizione a livello medico e biochimico di questo strumento, qual è il suo obiettivo e qual è la sua attendibilità.

Come funziona il test sierologico Covid: cos’è, come funziona, attendibilità e  a che serve

L’analisi sierologica è un esame completamente diverso rispetto a quelli che vengono solitamente indicati come tamponi molecolari ed antigenici. Vediamo nel dettaglio cos’è e come funziona l’analisi per gli anticorpi, oltre al suo obiettivo principale.

Come premessa, è necessario sottolineare la distinzione tra come funziona il test sierologico e gli altri test. Non è complicato: il test molecolare e quello antigenico rilevano, fondamentalmente, la quantità di virus nell’organismo, anche se in maniera diversa. La procedura sierologica funziona diversamente ed ha un obiettivo diverso. Serve a capire se l’organismo ha sviluppato anticorpi contro il SARS-CoV-2.

Il perchè è abbastanza ovvio. Se un individuo ha degli anticorpi vuol dire che ha contratto l’infezione e che quindi è, per usare una terminologia a noi più vicina, “positivo”. Il test anticorpale, per così dire, si effettua tramite un’analisi del sangue. L’analisi può essere sia rapida (quando si rileva solo la presenza degli anticorpi) che completa (quando si rileva anche la quantità di anticorpi sviluppati).

Gli anticorpi rilevati dal test sono due: le IgM e le IgG. Le immuglobine IgM compaiono molto precocemente nel sangue in caso in infezione. Sono marcatori della fase acuta e vengono testate per capire se il paziente ha un’infezione in corso. Le IgG sono le immunoglobuline della memoria. Nel caso del Covid-19, se presenti da sole nel sangue indicano che il paziente è entrato in contatto con il virus in passato e che è potenzialmente immunizzato.

Questo significa fondamentalmente che il test sierologico Coronavirus non serve a rilevare se l’infezione è in corso, come il tampone. Rileva solamente se l’organismo ha sviluppato anticorpi contro il virus. Sulla base del tipo di anticorpi ritrovati, si può ipotizzare che il paziente ha contratto l’infezione ed è quindi positivo, se l’ha contratta in passato, o se non l’ha mai contratta.

Dove fare il test e attendibilità che restituisce sul contagio

Fatta questa esposizione generale, passiamo a vedere dove farlo e quanto è attendibile nella rilevazione del Coronavirus.

I test sierologici Covid sono ormai largamente diffusi, soprattutto privatamente, in tutte le regioni. La stragrande maggioranza dei laboratori attrezzati e farmacie offre la possibilità di sottoporsi a questo esame. L’analisi in sè è abbastanza privilegiata, perchè a differenza del tampone molecolare e dell’antigenico, la prescrizione medica è richiesta solo in pochi casi. Può quindi essere effettuato in ogni laboratorio autorizzato su richiesta di chi lo desidera.

Per quanto riguarda l’attendibilità, va specificato che il sierologico non ha la stessa valenza del tampone molecolare o dell’antigenico. Questo perchè un soggetto potrebbe risultare negativo a questo test e positivo agli altri (per esempio, se è nelle fasi iniziali della malattia e ancora senza anticorpi). A dimostrazione di questo, se il sierologico è positivo con certe coincidenze di anticorpi, è necessario un tampone per confermare la diagnosi di positività.

Al di là di questa precisazione, in sè l’esame anticorpale è molto affidabile. Bisogna però distinguere tra il test rapido (che si può comprare anche in farmacia) e quello che si fa in laboratorio. Il primo non è controllato come il secondo, e ci sono stati casi di test rapidi che hanno dato quasi il 70% di falsi risultati positivi. Il secondo, quello che si fa in laboratorio con le analisi del sangue vere e proprie, è invece molto affidabile. Sempre limitatamente alla ricerca di anticorpi e non di materiale virale, costituisce un importante strumento nella battaglia contro il virus.

Costo test sierologico Covid: prezzo in laboratorio

Ma quanto costa il test sierologico? Vediamo il prezzo medio per l’analisi in laboratorio.

I prezzi dei tamponi, quelli privati, sono elevati. Il costo di questa tipologia di esame che analizza il sangue, invece, rimane invariato rispetto a giugno 2020, quando c’era meno richiesta.

In media il costo di questi test è di 48 euro ed è più basso se si tratta di un test rapido qualitativo, mentre si alza se l’analisi quantifica anche la presenza dei due anticorpi coinvolti nella risposta immunitaria al Covid. Solo in quattro casi su dieci è richiesta la prescrizione medica.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Martina Sapio Studentessa di Giurisprudenza alla Federico II di Napoli, scrivo per la sezione Attualità e vedo nel giornalismo il modo migliore di mettere in pratica le mie conoscenze. Ho sempre amato scrivere così come ho sempre amato informarmi sul mondo che mi circonda, sul suo modo di cambiare e di evolversi. Per questo ho deciso di iniziare ad esplorare questo mondo. Capire da quali meccanismi è mossa la nostra società. Mi interesso in particolar modo di politica e di tematiche economiche, sia di carattere nazionale che internazionale, di come queste costanti influenzino tutti noi. Nello scrivere cerco di essere quanto più diretta e chiara possibile: un lavoro di ricerca e di rifinitura che ha come obiettivo la sola, vera informazione. Leggi tutto