Chi è Marika Lodirio, disabile in viaggio in moto con le Iene

Antonella Acernese 4 Gennaio 2021

La sua storia l'abbiamo sentita in un servizio speciale de Le Iene, chi è Marika Lodirio: biografia, età, madre, padre, vita privata e malattia.

Giovane ragazza affetta da tetraparesi spastica distonica, sin dalla nascita. Si tratta di una delle più gravi malattie di paralasi celebrali infantili. Tale condizione non le permette di controllare il corpo, con una perdita quasi completa del movimento.

Nonostante la malattia, lei, non smette di combattere e di sognare. Grazie a Le Iene, al servizio di Matteo Viviani e all’adventure rider, Simone Zignoli, il suo più grande desiderio si realizza: un viaggio in moto.

Ma a raccontarci di lei, non è solo il servizio de Le Iene e il suo viaggio in moto, Marika Lodirio chi è, età, madre padre e storia della sua vita, lo scopriamo dalla sua biografia e curriculum.

Chi è Marika Lodirio: biografia, età e vita privata della ragazza disabile in viaggio in moto con le Iene

Per scrivere una biografia e capire chi è Marika Lodirio, Instagram, Twitter e Facebook ci aiuteranno a sapere della sua vita privata, età, origini, chi è la mamma ed il papà. Conosceremo poi la sua storia e quella della sua malattia, da

i servizi de Le Iene.

Nata a Milano nel 1997, a sole 28 settimane, con un distacco di placenta. La neonata pesa un chilo e rimane in terapia intensiva. Miracolosamente sopravvive, ma l’esito degli esami svolti sulla bambina, è duro da accettare: tetraparesi spastica distonica. Si tratta di una delle malattie più gravi, nel quadro di paralisi celebrali infantili.

Giovane dai lunghi capelli castani e occhi scuri. Nelle foto che condivide su Instagram appare sempre sorridente e spensierata. La madre si chiama Cinzia, del padre invece non si hanno notizie.

Sul social condivide anche la sua passione per la musica, in particolare per Emma Marrone, sua cantente preferita. Proprio l’artista le ha fatto una sorpresa, con un video di auguri di Natale ed un regalo: una valigia con la copertina di “Io sono bella”, la sua canzone preferita.

La giovane ragazza cresce, con una malattia che non le permette di vivere in maniera autonoma. Non ha il controllo del suo corpo, i suoi muscoli sono ridigi, per questo è costretta a vivere su una sedia a rotelle.

Nonostante la malattia, la ragazza ha una mente brillante, lucida, al contrario del corpo, che le fa da gabbia. Tuttavia l’adolescenza non è facile e la ragazza, consapevole della situazione, impara ad accettare la sua diversità rispetto alle coetanee.

Ma la condizione della giovane ragazza non le impedisce di sognare, anche le cose più semplici. Il suo più grande desiderio è fare un viaggio in moto.

Il sogno diviene realtà grazie all’ adventure rider Simone Zignoli. L’uomo, dopo aver conosciuto per caso la ragazza in autogrill, decide di impegnarsi per avverare il suo desiderio.

Le Iene hanno realizzato un servizio speciale con il giornalista Matteo Viviani, raccontando la storia di Marika Lodirio, chi è la ragazza disabile in viaggio in moto con Simone Zignoli.

Perché e come inizia il viaggio in moto con Simone Zignoli

Molti la conoscono per il suo viaggio in moto con Simone Zignoli, da cui il servizio de Le Iene, ma chi è Marika Lodirio e perché inizia questa sua avventura non tutti lo sanno. Andiamo con ordine.

La mamma racconta che, una sera, la ragazza vede alle Iene il rider Simone Zignoli, portare in moto Nathan, un ragazzino tossicodipendente. In quel momento la giovane esprime il suo desiderio di incontrare l’uomo e di fare un viaggio in moto con lui.

Un pomeriggio di maggio 2019, il destino vuole che i due s’incontrino durante una sosta nell’autogrill di Vicenza.

Cinzia, la mamma di Marika Lodirio, riconosce il rider e gli chiede di salutare sua figlia in auto. L’uomo rimane colpito dalla forza della giovane, dalla sua personalità e soprattutto dal desiderio che gli esprime, quello di fare un viaggio con lui sulla moto.

Il rider, di ritorno a casa, pensa a come fare per realizzare questo sogno. L’uomo sa che, per una ragazza tetraplegica è rischioso, nonché impossibile, viaggiare sulla sella di una moto.

Il rider però si affeziona alla ragazza, si sentono spesso telefonicamente e la va a trovare. Durante gli incontri la ragazza si confida, gli racconta molti episodi della sua vita, il senso di colpa nel “sentirsi un peso” per gli altri, la sofferenza per la diversità. Il rider rimane colpito e col tempo, matura il progetto di modificare la sua moto, per rendere possibile il viaggio.

I tecnici dell’Officina Ortopedica Maria Adelaide di Torino apportano modifiche alla moto di Simone, che ora pesa mezza tonnellata. Al posto del passeggero è stato costruito un “trono”, che simula una sedia a rotelle. Grazie a questo lavoro il desiderio della giovane ragazza può realizzarsi.

Lo speciale de Le Iene, Marika e Simone Zignoli in viaggio in moto

Non il suo stato fisico e la sua malattia dunque ad essere al centro dell’attenzione, chi è Marika Lodirio, sarà il suo viaggio in moto con Simone Zignoli a dircelo: una ragazza piena di vita, forza e tanto coraggio. Esempio per molti giovani che ogni giorno con poco si abbattono.

L’avventura della giovane ragazza e del rider è stata raccontata dai giornalisti Matteo Viviani e Riccardo Spagnoli. La partenza avviene il 13 Giugno: ad accompagnare il rider e la giovane ragazza c’è anche Francesca Gasperi, amica e fotografa professionista. Il viaggio dura 15 giorni, fra corse in moto su strade sterrate e tuffi nel mare blu della Sardegna.

La gioia della ragazza, ripresa dalle telecamere, è incredibile e commovente. Non è la semplice emozione di una “prima volta”, vissuta da una ragazza qualsiasi. Sul viso della giovane si legge un‘incontenibile esplosione di sensazioni mai provate prima, quella libertà tanto sognata.

La giovane esprime la sua felicità con grida colme di commozione: “Si sente l’odore del mare!”, urla in sella alla moto.

Al termine del viaggio in Sardegna, il giornalista, Matteo Viviani li raggiunge. L’uomo conclude il servizio con una morale, tipica delle favole di Esopo :«Noi non siamo una condizione fisica, siamo mente, carattere, sensibilità, questo ci rende umani ».

La storia di Marika Lodirio è un racconto che commuove, che riempie il cuore, è una lezione di vita per tutti.

Anagrafica Principale
Nasce a Milano nel 1997. Giovane ragazza affetta da tetraparesi spastica distonica, sin dalla nascita. Si tratta di una delle più gravi malattie di paralasi celebrali infantili. Tale condizione non le permette di controllare il corpo, con una perdita quasi completa del movimento. Nonostante la malattia, Marika non smette di combattere e di sognare. Grazie a Le Iene, al servizio di Matteo Viviani e all'adventure rider, Simone Zignoli, il suo più grande desiderio si realizza: un viaggio in moto. La storia di Marika dona speranza e coraggio a tutti coloro che si trovano a combattere difficili battaglie.
Nome e CognomeMarika Lodirio
Luogo di nascitaMilano
Anagrafica Principale
Nasce a Milano nel 1997. Giovane ragazza affetta da tetraparesi spastica distonica, sin dalla nascita. Si tratta di una delle più gravi malattie di paralasi celebrali infantili. Tale condizione non le permette di controllare il corpo, con una perdita quasi completa del movimento. Nonostante la malattia, Marika non smette di combattere e di sognare. Grazie a Le Iene, al servizio di Matteo Viviani e all'adventure rider, Simone Zignoli, il suo più grande desiderio si realizza: un viaggio in moto. La storia di Marika dona speranza e coraggio a tutti coloro che si trovano a combattere difficili battaglie.
Nome e CognomeMarika Lodirio
Luogo di nascitaMilano
© Riproduzione Riservata
avatar Antonella Acernese Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II di Napoli. Sono cresciuta a contatto con libri d'ogni genere, sviluppando amore verso le lettere e il potere della loro combinazione.Ho iniziato a collaborare con testate giornalistiche e scrivendo su blog, sin da giovanissima,. L'obiettivo di affermarmi nel mondo lavorativo, in qualità di giornalista, è la mia più grande motivazione .Fortemente affascinata dall'essere attiva sul campo e vigile nello sguardo nei confronti della realtà. Mi appassionano i dettagli, i retroscena, la possibilità di scoprire antefatti e di non arrestarsi mai, in tale ricerca.La dedizione nella ricerca costante dei dettagli è alla base della rubrica di Attualità che curo: "Le biografie dei personaggi". Curiosità, fatti e i loro mondi da scoprire, mi affascinano e mi stimolano nell'addentrarmi in essi e narrarli. Dico da sempre e senza remore, di essere nata per scrivere, per fondere insieme questa mia passione alla volontà di contribuire ad un servizio pubblico, ad informare e far conoscere.Scrittura pulita, chiara e rispettosa, un plain language, è ciò a cui miro nella stesura degli articoli, affinché cronaca e notizie possano essere consumate da tutti, senza alcun ostacolo di chiarezza. Leggi tutto