Riapertura palestre e piscine inizi 2021: ipotesi apertura e chiusura

Aniello Ianniello 5 Gennaio 2021

Ipotesi riapertura palestre e piscine a gennaio 2021: le possibili date del ritorno in palestra, le parole del ministro Spadafora e le regole anti Covid da rispettare.

Stabilito il Decreto che annuncia l’Italia zona gialla in maniera del tutto provvisoria, si è in attesa adesso di scoprire cosa succederà dopo il 15 gennaio 2021. E’ questa la data in cui saranno note le regole di riapertura palestre dal DPCM ultimo di Gennaio 2021, in cui sarà noto anche cosa significa “zona bianca”. Si ritornerà quindi alle tre fasce di colore ormai note al Paese: zona “rossa”, “arancione” e “gialla”, alle quali si aggiungeranno anche le nuove regole della “zona bianca”. E proprio l’introduzione di questa ultima novità, sembra contenere quelle che saranno le misure da adottare in corso di apertura palestre e piscine a gennaio 2021.

Una delle prime rinunce chieste agli italiani, all’inizio della pandemia di Coronavirus, fu di evitare lo sport di gruppo. Infatti, già alcune settimane prima del lockdown di marzo furono chiuse strutture per il fitness e centri sportivi. Solo con l’estate e l’allentamento delle misure restrittive furono riaperti gli impianti.

Quando riaprono le palestre e le piscine? Tutte le novità saranno inserite nel nuovo DPCM che sostituirà il Decreto Natale. Ad oggi, restano in vigore le regole valide fino al 15 gennaio: è possibile praticare sport all’aperto in modo individuale e rispettando il distanziamento interpersonale.

Ipotesi riapertura palestre e piscine a gennaio 2021: chi vorrebbe riaprire i luoghi per lo sport

Sempre più vicina la riapertura delle palestre, delle piscine e dei centri sportivi. Fonti vicine al governo confermano che nel nuovo DPCM sarà reintrodotto il sistema a colori per la gestione dell’emergenza sanitaria Coronavirus. Oltre alle già note zone gialle, arancioni e rosse, sarà istituita la zona bianca. Le zone bianche presentano un rischio di contagio basso: in queste regioni ci saranno palestre aperte e possibilità di praticare sport al chiuso.

Ad augurare la riapertura di piscine e palestre c’è il Ministro per lo Sport, Vincenzo Spadafora. In un’intervista ad Agorà, il ministro conferma la ripresa delle attività sportive tra il 15 gennaio e fine mese. Lo stesso ministro ha escluso che i tifosi possano rientrare negli stadi e impianti sportivi ed assistere alle gare sportive e di calcio.

Rinvio apertura palestre e piscine: chi preferisce la chiusura

I dati giornalieri sul contagio da Coronavirus non sembrano confortanti. Gli sportivi amatoriali che pensavano di ritornare in sala pesi, in palestra, o al corso aquagym, in piscina, rimarranno delusi.  Infatti, diverso sembra essere il punto di vista del Ministero della Salute che auspica un rinvio della riapertura delle piscine e dei centri sportivi. Palestre chiuse a gennaio 2021, quindi, almeno nelle zone non bianche. Laddove le strutture potranno essere riaperte, saranno sottoposte a regole anti Covid per ridurre il contagio. Tra queste troviamo:

  • non è consentito l’accesso a chi presenta sintomi influenzali e ha temperatura corporea superiore a 37,5°;
  • è obbligatorio garantire il distanziamento di 2 metri all’interno delle strutture sportive. È obbligatorio l’uso della mascherina;
  • lavarsi le mani con acqua e sapone o con gel a base alcolica. È obbligatorio procedere alla disinfezione degli attrezzi sportivi dopo il loro uso;
  • è consigliato presentarsi in palestra già vestiti così da ridurre la permanenza all’interno dello spogliatoio.
© Riproduzione Riservata
avatar Aniello Ianniello Ha 24 anni ed è neolaureato in Consulenza e Management Aziendale con il massimo dei voti. Ha passioni contrapposte, ma conciliabili: da una parte arde il fuoco verso i temi politici e l'economia, dall'altra parte è evidente un crescente interesse verso la musica e lo spettacolo. Ama definirsi un cittadino del mondo globalizzato e tecnologico, dove non esistono barriere culturali e sociali. Leggi tutto