Riapertura università inizi 2021: ipotesi apertura e chiusura

Aniello Ianniello 4 Gennaio 2021

Possibile riapertura università inizi 2021: quando inizieranno lezioni ed esami in presenza, data di apertura e possibili chiusure degli atenei italiani causate dal Coronavirus.

La pandemia di Covid-19 ha costretto gli studenti universitari a seguire le lezioni e gli esami attraverso la didattica a distanza. Le università che, al contrario delle scuole, godono di un’autonomia organizzativa sono state le prime a chiudere i battenti durante il lockdown di Marzo. Solo in estate e a settembre c’è stata una parziale ripresa per le attività di ricerca e per le matricole.

Ma con la seconda ondata da Coronavirus per la riapertura università febbraio 2021 sembra essere l’unica data utile per il ritorno alle lezioni in presenza. Quindi bisognerà aspettare la conclusione del primo semestre. E fino ad allora, in gran parte degli atenei, i corsi e gli esami si terranno a distanza. Previste deroghe per far svolgere gli esami universitari in presenza per i corsi di laurea con pochi iscritti, ma i rettori hanno assunto un atteggiamento prudente.

Ipotesi riapertura università inizi 2021: come e quando ritorno esami in presenza

Quando riapriranno le università? Il DPCM, varato da Conte agli inizi di dicembre, ha allentato le misure restrittive per la didattica in presenza. Infatti, il decreto consente la Riapertura università inizi 2021Riapertura università inizi 2021per le matricole nelle regioni gialle e arancioni. Consentito il ritorno in aula anche per picco li gruppi di anni successivi.

Il ministro dell’Università, Gaetano Manfredi, rivela che le università riapriranno soltanto nel prossimo semestre che inizierà tra gennaio e febbraio 2021. La possibilità di svolgere esami e lauree in presenza è nelle mani dei rettori. La fine delle lezioni online e dei corsi con la DAD, potrebbe quindi coincidere con il termine degli svolgimenti degli esami del primo semestre.

Il ritorno in università prevede i controlli di sicurezza adottati già a settembre. Infatti, rimarrà in vigore il  sistema di prenotazione del posto in aula già sperimentato nelle università nei mesi scorsi.

Il ritorno degli studenti e dei professori in aula, seppur delegato ai rettori, è decisa dai contenuti del DPCM. L’inizio dei corsi e delle lezioni in presenza è influenzato dal colore della regione in cui è localizzato l’ateneo. In Lombardia, la Cattolica e il Politecnico di Milano riporteranno in presenza gli esami per gli studenti del primo anno.

Rinvio apertura università 2021: chi preferisce la chiusura

Non tutti sono favorevoli alla Riapertura università inizi 2021 e la didattica mista potrebbe essere per molti una soluzione da applicare in funzione dell’aumento dei contagi. C’è chi preferisce adottare un comportamento prudente sia all’interno del ministero della Salute sia tra i membri del CTS. La chiusura delle università è auspicata da medici e virologi.

Prevale tra i rettori un atteggiamento prudente. Riaprire le università significa mettere in contatto studenti e docenti che provengono da zone diverse. Inoltre, il sistema di trasporto pubblico locale è inadatto a  garantire il distanziamento.

© Riproduzione Riservata
avatar Aniello Ianniello Ha 24 anni ed è neolaureato in Consulenza e Management Aziendale con il massimo dei voti. Ha passioni contrapposte, ma conciliabili: da una parte arde il fuoco verso i temi politici e l'economia, dall'altra parte è evidente un crescente interesse verso la musica e lo spettacolo. Ama definirsi un cittadino del mondo globalizzato e tecnologico, dove non esistono barriere culturali e sociali. Leggi tutto