• Barnaba
  • Cocchi
  • Algeri
  • Chelini
  • Rossetto
  • Quaglia
  • Romano
  • Andreotti
  • Alemanno
  • Cacciatore
  • De Leo
  • Miraglia
  • Baietti
  • Casciello
  • Pasquino
  • De Luca
  • Leone
  • Liguori
  • Carfagna
  • Coniglio
  • Catizone
  • Buzzatti
  • Grassotti
  • Gelisio
  • Falco
  • Ward
  • Napolitani
  • Bonetti
  • Dalia
  • Santaniello
  • Bruzzone
  • Tassone
  • Califano
  • di Geso
  • Valorzi
  • Gnudi
  • Quarta
  • Bonanni
  • Rinaldi
  • Meoli
  • Crepet
  • Paleari
  • Mazzone
  • Boschetti
  • Scorza
  • Romano

Esame terza media 2021: come prepararsi e cosa studiare 

Antonella Acernese 22 Marzo 2021
A. A.
24/07/2021

Consigli esame terza media 2021: come affrontarlo, cosa studiare e come prepararsi al meglio per superarlo, le indicazioni dei docenti di scuola.

Unica prova orale, tesina multidisciplinare con mappa e presentazione multimediale saranno certamente gli aspetti da approfondire per fare bella figura agli esami quest’anno.

L’esame di stato conclusivo del primo ciclo d’istruzione a.s 2020/2021 si svolgerà secondo nuove modalità, novità assoluta determinate dalla crisi sanitaria. E che pongono lo svolgimento degli orali in uno scenario innovativo, dove una presentazione multimediale in power point, nella maggior parte dei casi, andrà a sostituire le prove scritte. Un elaborato multidisciplinare che certamente rappresenterà la base su cui lo studente avrà concentrato i suoi studi. Ma di certo non sarà sufficiente ad assicurare l’ammissione a pieni voti, come suggeriscono i docenti commissari.

Come si svolge l’esame terza media 2021 e cosa studiare, lo abbiamo chiesto alla professoressa Patrizia Chelini.

I consigli su come prepararsi per gli esami di 3 media in presenza quest’anno e solo orale, sono un ottimo punto di partenza per chi vuole vincere l’ansia dell’orale e non commettere errori durante il colloquio.

Sapere quanto dura e come si svolge l’esame orale alle medie, aiuta ad affrontare le domande con la giusta consapevolezza, evitando errori comuni dovuti alla paura della commissione o da un approccio sbagliato allo studio.

Esame terza media 2021 novità elaborato, cosa cambia e come superarlo al meglio

L’ordinanza ministeriale ha ufficializzato cosa cambia rispetto all’anno scorso nell’esame terza media 2021, cosa studiare e come prepararsi al meglio. Come anticipato quest’anno in 3 media solo l’orale determinerà il voto finale. Quindi bisogna concentrare i propri sforzi nell’elaborazione di una tesina ottima.

Come si legge nell’Ordinanza Ministeriale, l’elaborato multidisciplinare è inerente a una tematica condivisa dall’alunno con i docenti della classe. Il consiglio di classe entro il 7 maggio 2021 assegna la tematica della mappa concettuale. Gli alunni trasmettono la tesina al consiglio di classe entro il 7 giugno 2021, in modalità telematica o in altra idonea modalità concordata.

La tematica scelta dai docenti nel consiglio per i singoli alunni, deve tener conto delle caratteristiche personali e dei livelli di competenza di ciascun allievo.

“I docenti valutano le proposte dei ragazzi per decidere il titolo dell’elaborato, sulla base anche dei loro interessi particolari. Il consiglio di classe decide se accettarle o meno, oppure se reindirizzarli su qualcosa di più attinente al programma. ” – Fa sapere la professoressa Patrizia Chelini.

Come affrontare questi cambiamenti e come superare l’esame 3 media al meglio? “Siamo in un periodo di emergenza, per cui ragioniamo per forza di cose, tenendo conto di questo. E’ comunque un momento formativo per gli studenti, perché devono esporre oralmente un certo numero di argomenti. Questo richiede maturità, gestione di ansia e stress. Ma ovviamente non è solo l’esame a preparare alle superiori, ma è il percorso triennale completo a formare il ragazzo. Il fatto che sia alleggerito è innegabile, ma è positivo sempre che venga svolto, perché è bene che i ragazzi si mettano alla prova, che imparino ad esporre gli argomenti dinanzi ad un pubblico di adulti e professionisti.” – Chiosa la docente.-

Come prepararsi agli esami di terza media e cosa studiare

Come ha chiarito il MIUR, l’elaborato consiste in un prodotto originale, che può essere realizzato sotto forma di testo scritto, presentazione anche multimediale, mappa o insieme di mappe. Esempi di tesina di esame terza media 2021 e consigli per una presentazione multidisciplinare, possono anche essere richiesti alla scuola. Infatti sono i docenti che hanno il compito di spiegare tutti i dettagli: quanto dura, come si svolge l’orale e cosa devono studiare gli alunni. L’Ordinanza Ministeriale contiene infatti tutte le indicazioni per poter svolgere al meglio l’elaborato da presentare alla commissione.

Ancora con un filmato, produzione artistica o tecnico-pratica o strumentale per gli alunni frequentanti i percorsi a indirizzo musicale. Infine può coinvolgere una o più discipline tra quelle previste dal piano di studi.

“Proprio perché è l’unica prova, va preparata bene. La difficoltà non sta tanto nell’elaborato scritto, bensì nell’esposizione e nella cura di essa. Verrà valutato soprattutto questo. Deve essere il più possibile chiaro. A noi professori interessa valutare come gli argomenti vengano compresi e poi esposti dal ragazzo.” – Ribadisce l’esperta Patrizia Chelini, che aggiunge:

“Un elemento che viene sottovalutato è la capacità di legare un argomento ad un altro. A volte non sono curati i passaggi, per cui risulta tutto molto schematico. Invece di dire, come spesso fanno gli studenti ” E adesso passo ad italiano…” bisognerebbe  arrivarci nel discorso da una materia all’altra.” – Conclude la professoressa.-

Ecco consigli su come fare la tesina terza media 2021 e cosa studiare:

  • 1 Concentrarsi su un proprio interesse o passione;
  • 2 Cercare quante più notizie possibili sull’argomento, che possano coinvolgere tutte le materie d’esame;
  • 3 Sviluppare l’argomentazione in maniera orginale e mai scontata;
  • 4 Curare i passaggi da una materia all’altra. Fondamentale sono i collegamenti che non devono essere schematici o forzati;
  • 5 Ripetere ad alta voce la tesina può aiutare a migliorare l’esposizione davanti ai professori, evitando di balbettare e di formulare discorsi incerti;
  • 6 Nei giorni che precedono l’esame ripassare bene anche gli argomenti affrontati durante l’anno scolastico, per essere preparati dinanzi a domande integrative dei professori.

Come affrontare l’esame terza media 2021: consigli dei professori

Diversi sono i consigli che i professori possono dare per affrontare al meglio l’esame di terza media 2021 in presenza, cosa fare e come comportarsi quest’anno.

Nell’Ordinanza Ministeriale si afferma che i docenti hanno il compito di seguire gli alunni, suggerendo loro anche la forma dell’elaborato ritenuta più idonea; nello specifico saranno a disposizione degli studenti per supportarli nella realizzazione degli elaborati, guidandoli e consigliandoli.

“Non dovrebbero cercare su internet o altrove tesine già fatte. Nella proposta al consiglio di classe, consiglierei agli studenti di partire da un  interesse personale. E’ vero che il titolo è poi deciso dal consiglio, ma comunque si valutano le proposte dei ragazzi. Agli studenti consigliamo anche di sviluppare collegamenti originali. Se partono con un’idea di loro interesse, riescono a trovare più facilmente agganci con altre materie. E’ naturale anche, da questo punto di vista, il supporto costante dei professori” – Conclude la docente Patrizia Chelini.-

Ecco suggerimenti sulla presentazione dell’elaborato dell’esame terza media 2021, come prepararsi ed errori da evitare:

  • 1 Non cercare su internet o su altre fonti tesine già fatte. Svilupparla di propria iniziativa aiuta nella migliore elaborazione e memorizzazione degli argomenti;
  • 2 Il giorno dell’esame cercate di essere più positivi e tranquilli possibili, senza andare nel panico;
  • 3 Ascolatare bene la domanda dei professori e prendersi del tempo per riflettere. Mai farsi vedere nel panico o timorosi, è fondamentale mantenere il controllo della situazione;
  • 4 Rispondete in modo chiaro, cercando anche di collegarsi, di propria iniziativa, ad argomenti di altre materie, per mostrare la propria sicurezza argomentativa;
  • 5 Mai uscire fuori domanda, essere sempre pertinenti a quanto si chiede;
  • 6 Nel caso in cui non si conosca la risposta, non andare nel panico… fate un bel respiro profondo ed iniziate a parlare dell’argomento generale, senza andare nello specifico, rischiando di dire inesattezze.
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Antonella Acernese Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II di Napoli. Sono cresciuta a contatto con libri d'ogni genere, sviluppando amore verso le lettere e il potere della loro combinazione. Ho iniziato a collaborare con testate giornalistiche e scrivendo su blog, sin da giovanissima,. L'obiettivo di affermarmi nel mondo lavorativo, in qualità di giornalista, è la mia più grande motivazione . Fortemente affascinata dall'essere attiva sul campo e vigile nello sguardo nei confronti della realtà. Mi appassionano i dettagli, i retroscena, la possibilità di scoprire antefatti e di non arrestarsi mai, in tale ricerca. La dedizione nella ricerca costante dei dettagli è alla base della rubrica di Attualità che curo: "Le biografie dei personaggi". Curiosità, fatti e i loro mondi da scoprire, mi affascinano e mi stimolano nell'addentrarmi in essi e narrarli. Dico da sempre e senza remore, di essere nata per scrivere, per fondere insieme questa mia passione alla volontà di contribuire ad un servizio pubblico, ad informare e far conoscere. Scrittura pulita, chiara e rispettosa, un plain language, è ciò a cui miro nella stesura degli articoli, affinché cronaca e notizie possano essere consumate da tutti, senza alcun ostacolo di chiarezza. Leggi tutto