• Algeri
  • Bruzzone
  • Bonetti
  • Chelini
  • Santaniello
  • Barnaba
  • Alemanno
  • Catizone
  • Meoli
  • Gnudi
  • Valorzi
  • Falco
  • Dalia
  • Ward
  • De Leo
  • Tassone
  • di Geso
  • Gelisio
  • Romano
  • Napolitani
  • Paleari
  • Baietti
  • Scorza
  • Boschetti
  • Casciello
  • Leone
  • Rossetto
  • Califano
  • Rinaldi
  • Liguori
  • Andreotti
  • Carfagna
  • Buzzatti
  • Romano
  • Bonanni
  • Cacciatore
  • Coniglio
  • Quaglia
  • Mazzone
  • Ferrante
  • Miraglia
  • Cocchi
  • Quarta
  • De Luca
  • Grassotti
  • Pasquino
  • Crepet

Test medicina 2021, annullato quesito sbagliato: quali gli errori

Flavia de Durante 15 Settembre 2021
F. d. D.
19/09/2021

Il punto dell'avvocato Leone sul test medicina 2021, cosa succederà ora dopo che è stato annullato il quesito sbagliato: quali sono gli errori e come fare ricorso al TAR.



Ha scatenato numerose polemiche il test di accesso alle facoltà di Medicina e Odontoiatria 2021, domande annullate e irregolarità hanno dato il via a ricorsi e proteste. In particolare, quest’anno si dibatte su possibili quattro quesiti errati e sulle procedure che non sono state eseguite correttamente.

Una volta pubblicate le soluzioni, anche quest’anno è emersa la problematica relativa a tipologie di domande non chiare che hanno provocato segnalazioni in tutta Italia. Sarebbero quattro, infatti, le domande con risposta errata che i candidati hanno trovato nei quiz, denunciando subito l’irregolarità. Uno scenario che ha destato non poche perplessità per le preoccupazioni relative poi al punteggio minimo della graduatoria del test medicina 2021.

Altri aspetti al centro della polemica sono le segnalazioni in merito all’uso di telefonini durante lo svolgimento della prova. O la violazione dei tempi di consegna e dell’anonimato degli studenti.

Vediamo nel dettaglio le domande errate e le parole in merito della ministra Messa. Soffermiamoci poi su come muoversi per fare ricorso: a spiegarcelo, l’Avvocato Amministrativista Francesco Leone.

Test medicina 2021: il punto del ministro MIUR, Messa sulle domande sbagliate

Come abbiamo visto, nel test di medicina 2021 irregolarità riscontrate sono state numerose, specialmente quelle riguardanti possibili quattro domande con risposta errata che hanno fatto esplodere i ricorsi. Come prevedibile, a seguito delle segnalazioni si è sollevato un polverone di polemiche e indignazioni. I 76 mila partecipanti al test (per i 14 mila posti a disposizione) si lamentano come un’unica voce. Si teme possa essere compromessa la graduatoria finale.

Ma le risposte dal Ministero sono arrivate in fretta. La ministra dell’Università Maria Cristina Messa ha annunciato che le segnalazioni sono giuste:

“Verrà “neutralizzata” una domanda (la numero 56). A causa della mancanza, nella stampa, di un segno grafico rilevante. In più, onde evitare di penalizzare gli studenti, verrà attribuito un punteggio di 1.50 a tutti i partecipanti al test, “indipendentemente dal fatto di avere o non avere fornito alcuna risposta”.

Quali sono i quesiti errati con risposta sbagliata ai test di medicina 2021? La domanda n°2 di logica, la n°21 di cultura generale. La n°23 di biologia e la n°56 di matematica.

“Il Ministero, lo scorso venerdì, ha deciso di emendare alcune domande senza però correggere il tiro. Nel senso che permangono ancora alcune domande errate perché non sono state correttamente risolte dal Ministero.” – Ci conferma anche l’Avvocato Leone.

Per gli altri tre (2, 21 e 23) il ministero ha accertato che l’errore non era nel test ma nel documento pubblicato al termine della prova d’esame con le soluzioni ai quesiti: nel caso di queste tre domande la soluzione giusta non era la A), come indicato, ma rispettivamente la E) per la domanda 2 e la 21 e la D) per la 23. Queste domande quindi verranno tutte regolarmente valutate in base al nuovo documento con le soluzioni esatte sul sito accessoprogrammato.miur.it .

SOLUZIONI CORRETTE TEST MEDICINA 2021 DELLE DOMANDE “ANNULLATE”

Errori nelle risposte e domande annullate: responsabilità

Le domande con risposte sbagliate del test di medicina 2021 hanno provocato una valanga di ricorsi. E numerosi ulteriori dubbi in merito ai quiz d’accesso. Chi si occupa di preparare i quiz? Com’è possibile che ci siano errori in un concorso così popolare e rilevante?

Come ha evidenziato anche Giovanna Cimino, del M5S, in un post sui social.

“La legge prevede l’istituzione di ben due comitati esperti. Un tavolo tecnico chiamato per proporre gli argomenti del test. Che devono essere strettamente attinenti ai programmi delle scuole superiori. E un’altra commissione chiamata a validare i quiz. Con ben due comitati composti da figure professionali di alto livello, è inevitabile domandarsi come sia possibile che sussistano irregolarità negli argomenti oggetto di quesiti.”

“Il DM 25.06.2021, numero 730 prevede all’articolo 2 che venga nominata una Commissione nazionale di esperti che dovrebbe redigere le domande attenendosi ai programmi ministeriali. Non ci è dato sapere, però, dagli atti pubblicati dal Ministero se questo sia avvenuto. Noi abbiamo chiesto infatti di conoscere quante sessioni di lavoro abbia svolto la Commissione nazionale di esperti. Richiedendo altresì di poter accedere ai verbali all’uopo predisposti e ai costi relativi ai lavori della Commissione.”- Fa sapere l’Avv.Leone.-

“Nonché se è stato istituito il Tavolo tecnico per la proposta di definizione, a livello nazionale, delle modalità e dei contenuti delle prove di ammissione. Richiedendo altresì di poter accedere ai verbali all’uopo predisposti. Ma ancora non abbiamo ricevuto risposta.”

Ricorso test medicina 2021 per irregolarità: come fare

Tra risposte sbagliate e domande annullate partono i ricorsi per i test d’ammissione a medicina e odontoiatria: scoperte le irregolarità, come si deve muovere uno studente che intende presentare ricorso? A chi si deve rivolgere e quali sono gli obiettivi dei ricorsi?

“Noi stiamo predisponendo dei ricorsi collettivi e individuali sulle domande errate e su tutte le irregolarità che ci hanno segnalato i candidati. Il ricorso punta chiaramente a far ottenere l’immatricolazione dei candidati. Ci si può collegare al nostro sito Leone-Fell & C. per avere tutte le informazioni su come partecipare.”- Afferma, concludendo, l’Avvocato.

E gli studi privati non sono gli unici a muoversi per lottare al fianco degli studenti che sperano di essere ammessi a medicina. Come abbiamo visto, anche il Codacons sta preparando un grande ricorso collettivo proprio per i test di medicina 2021. Tutti i ricorsi, comunque, devono essere presentati entro 60 giorni dalla pubblicazione della graduatoria. Dal 17 settembre, ciascun candidato potrà vedere su Universitaly il punteggio ottenuto e pubblicato secondo il codice etichetta che si trova accedendo alla propria area riservata. Poi, il 24 settembre, sempre nella pagina riservata del portale, i candidati potranno prendere visione del proprio elaborato, della propria scheda anagrafica e del proprio punteggio. Infine, dal 28 settembre è prevista la pubblicazione della graduatoria nazionale di merito nominativa.

Ricordiamo, inoltre, che è possibile fare ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) per chiedere:

  • L’iscrizione con riserva al corso di laurea.
  • l’annullamento della graduatoria e ammissione di tutti i ricorrenti.
  • l’annullamento della graduatoria e della procedura selettiva.
  • risarcimento del danno per la mancata e/o ritardata iscrizione.
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Studentessa di Lettere Moderne all'Università degli studi di Salerno. Profondamente ecologista e ambientalista, mi occupo di volontariato animalista. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. Amo da sempre la lettura e mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto