• Bruzzone
  • Alemanno
  • Bonanni
  • di Geso
  • Ferrante
  • Quarta
  • Falco
  • Miraglia
  • Crepet
  • Rossetto
  • Boschetti
  • Valorzi
  • Baietti
  • Algeri
  • Grassotti
  • Meoli
  • Liguori
  • Napolitani
  • Paleari
  • Chelini
  • De Luca
  • Casciello
  • Buzzatti
  • de Durante
  • Cacciatore
  • Scorza
  • Cocchi
  • Quaglia
  • Antonucci
  • Catizone
  • Romano
  • Carfagna
  • Tassone
  • Santaniello
  • Pasquino
  • De Leo
  • Ward
  • Gnudi
  • Romano
  • Coniglio
  • Dalia
  • Mazzone
  • Barnaba
  • Bonetti
  • Andreotti
  • Rinaldi
  • Leone
  • Gelisio
  • Califano

Chi è Gian Marco Capitani: biografia, lavoro e partito del no vax

Antonella Acernese 22 Novembre 2021
A. A.
05/12/2021

Attivista del movimento Libera Scelta, chi è Gian Marco Capitani: biografia, età, altezza, vita privata, moglie e figli e il perchè delle sue idee No vax e No green pass.



Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni presso l’Università Alma Mater di Bologna.

E’ analista programmatore prima presso ARTAX SRL e poi, dal 2000 presso Sytech srl. Dal 2018 è analista e Software Architec di Energy Intelligence srl.

Leader di Primum Non Nocere e attivo in politica nel Movimento Libera scelta Emilia Romagna, si fa conoscere per le dichiarazioni pubbliche alla manifestazione No green pass a Bologna del 15 ottobre, contro la senatrice a vita Liliana Segre.

Ma a parlarci di lui non sarà solo il suo partito o le dichiarazioni rilasciate su Liliana Segre, Gian Marco Capitani chi è oggi, quanti anni ha, dove vive, origini, moglie, figli, vita privata e lavoro, sarà la sua biografia a rivelarcelo.

Chi è Gian Marco Capitani: biografia, età, moglie, figli e vita privata dell’attività di Libera Scelta

Per scrivere una biografia e sapere chi è Gian Marco Capitani, Facebook e Instagram non ci saranno d’aiuto, ma se mai raccoglieremo informazioni dal suo profilo Linkedin per scoprire innanzitutto età, altezza, origini, moglie, figli, partito e lavoro dell’ingegnere.

Nato a Bologna, presumibilmente nel 1977, non sappiamo il suo segno zodiacale. Non conosciamo il suo peso e la sua altezza.

Ha capelli lunghi, neri e mossi, barba poco folta e tratti del viso marcati, con folte sopracciglia scure. Appare spesso con uno stile casual, con camicie e jeans. Non sembra avere tatuaggi.

L’attivista di Libera Scelta si definisce comunista e antifascista. E’ fortemente appassionato di medicina olistica.

Tra le sue passioni la fotografia, il video-editing, i viaggi e la musica. Considera uno dei suoi pregi la capacità organizzativa e di problem solving.

E’ da sempre un sostenitore del movimento no vax, tanto da aver definito nel 2017 la legge Lorenzin sull’obbligo vaccinale “la prima legge razziale del dopoguerra”.

Non esiste un profilo Instagram e Facebook di Gian Marco Capitani, ma l’uomo è presente su Linkedin dove condivide informazioni sulla sua formazione, titoli di studio ed occupazioni lavorative avute nel tempo.

Circa le sue origini non abbiamo informazioni, essendo molto riservato e non avendo alcun social. A San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna dove attualmente lavora, frequenta l’I.T.I.S. “Odone Belluzzi”, diplomandosi come perito informatico.

Della sua vita privata e sentimentale, non sono presenti informazioni, non sappiamo l’identità della moglie o compagna di Gian Marco Capitani, né se abbia figli o sia mai stato sposato.

Lavoro e partito di Capitani, attivista di Libera Scelta

Nonostante il suo impegno come attivista politico e per i movimenti No green pass e No vax, si è fatto conoscere al grande pubblico, per via delle dichiarazioni rilasciate su Liliana Segre, Gian Marco Capitani chi è, lo scopriamo da molte interviste rilasciate in tv come a Non è L’Arena di Giletti. Cerchiami inoltre di ripercorrere la sua carriera professionale e politica.

Si laurea a Bologna in Ingegneria delle Telecomunicazioni, con una votazione di 90 su 100. Lavora da sempre nel campo dell’informatica.

Dal 1997 al 2000 è analista programmatore di ARTAX SRL, seguendo l’analisi e lo sviluppo del software di gestione delle centraline elettroniche di controllo motore della Magneti Marelli (settore sportivo), collaborando anche direttamente con le scuderie di Ferrari F1 e Peugeot F1 presso le loro sedi.

Lavora in aziende piccole e grandi spaziando in diversi settori: dall’automotive al settore bancario, dal turismo ai servizi, dall’automazione industriale.

Si è occupato di analisi e sviluppo di diversi prodotti software ad uso interno o destinati ai clienti finali (Banche e clienti delle Banche).

Ha rivestito anche un ruolo tecnico/commerciale, partecipando a fiere di settore, seguendo i potenziali clienti fino al momento della firma del contratto.

Dal 2018 gestisce l’area manager di Energy Intelligence srl, occupandosi dell’evoluzione della piattaforma aziendale e coordinando il team di sviluppo con i partner esterni.

Da sempre attivo in politica, fa parte del movimento Libera scelta che contesta l’obbligo vaccinale disposto da Matteo Renzi e Beatrice Lorenzin per i bambini, con la legge del 2017.

L’ingegnere nel 2021 diviene anche leader del movimento no vax Primum non nocere, nato contro i vaccini per combattere il Covid-19.

No Vax insulta la Segre, Gian Marco Capitani chi è oggi

Non solo per il suo partito, Gian Marco Capitani chi è oggi in politica, lo conosciamo per via delle sue idee No Vax, e come detto per le dichiarazioni sulla Segre, leggiamo di cosa si tratta.

Il 15 Ottobre 2021, a Bologna durante una manifestazione organizzata da No vax e No green pass, l’attivista interviene scagliandosi contro la senatrice a vita Liliana Segre.

Una donna che ricopre un seggio che non dovrebbe avere perché porta vergogna alla sua storia  e che è Liliana Segre, che dovrebbe sparire da dove è.”

Le parole violente non sono passate inosservate, tanto che in seguito agli attacchi subiti, prova a scusarsi e a chiarire la sua posizione tramite una lettera aperta.

“Nell’impeto del momento ho detto che Lei dovrebbe `sparire da dov’è´. Il termine `sparire´ è stato certamente infelice e mi dispiace non essermi espresso in modo più appropriato.”

“La mia opinione è semplicemente legata al ruolo di presidenza della commissione per il contrasto dell’intolleranza da Lei ricoperto. In quel ruolo ritengo che Lei abbia il dovere di esprimersi contro ogni violenza, anche se è rivolta a chi non la pensa come Lei”.

Tuttavia, la senatrice non solo non ha accettato le scuse, ma ha anche evitato di rispondergli, limitandosi a dire: “Da parte di una persona che come ultimo atto della sua vita ha promosso una Commissione contro l’istigazione all’odio, la risposta ora è il silenzio”.

Nella lettera nega anche di essere razzista e antisemita, proclamandosi antifascista. Difatti lo scorso 25 aprile scorso celebrava la giornata antifascista dal palco di Bologna ricordando che “sono le azioni che compiamo che ci qualificano, il nazista è tale anche se indossa la camicia rossa”

Anagrafica Principale
Nato a Bologna, presumibilmente nel 1977. Si forma come perito informatico presso l'I.T.I.S. "Odone Belluzzi". Si laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni presso l'Università Alma Mater di Bologna. E' analista programmatore prima presso ARTAX SRL e poi, dal 2000 presso Sytech srl. Dal 2018 è analista e Software Architec di Energy Intellige srl. Ha anche svolto la professione di medico olistico. Attivo in politica nel Movimento Libera scelta Emilia Romagna, è leader del movimento no vax "Primum non nocere".
Nome e CognomeGian Marco Capitani
Luogo di nascitaBologna
ProfessioneIngegnere, attivista
Anagrafica Principale
Nato a Bologna, presumibilmente nel 1977. Si forma come perito informatico presso l'I.T.I.S. "Odone Belluzzi". Si laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni presso l'Università Alma Mater di Bologna. E' analista programmatore prima presso ARTAX SRL e poi, dal 2000 presso Sytech srl. Dal 2018 è analista e Software Architec di Energy Intellige srl. Ha anche svolto la professione di medico olistico. Attivo in politica nel Movimento Libera scelta Emilia Romagna, è leader del movimento no vax "Primum non nocere".
Nome e CognomeGian Marco Capitani
Luogo di nascitaBologna
ProfessioneIngegnere, attivista
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Antonella Acernese Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II di Napoli. Sono cresciuta a contatto con libri d'ogni genere, sviluppando amore verso le lettere e il potere della loro combinazione. Ho iniziato a collaborare con testate giornalistiche e scrivendo su blog, sin da giovanissima,. L'obiettivo di affermarmi nel mondo lavorativo, in qualità di giornalista, è la mia più grande motivazione . Fortemente affascinata dall'essere attiva sul campo e vigile nello sguardo nei confronti della realtà. Mi appassionano i dettagli, i retroscena, la possibilità di scoprire antefatti e di non arrestarsi mai, in tale ricerca. La dedizione nella ricerca costante dei dettagli è alla base della rubrica di Attualità che curo: "Le biografie dei personaggi". Curiosità, fatti e i loro mondi da scoprire, mi affascinano e mi stimolano nell'addentrarmi in essi e narrarli. Dico da sempre e senza remore, di essere nata per scrivere, per fondere insieme questa mia passione alla volontà di contribuire ad un servizio pubblico, ad informare e far conoscere. Scrittura pulita, chiara e rispettosa, un plain language, è ciò a cui miro nella stesura degli articoli, affinché cronaca e notizie possano essere consumate da tutti, senza alcun ostacolo di chiarezza. Leggi tutto