• Antonucci
  • di Geso
  • Falco
  • Baietti
  • Quarta
  • Ward
  • Cocchi
  • Leone
  • Romano
  • Crepet
  • Romano
  • Gnudi
  • Grassotti
  • Gelisio
  • Valorzi
  • Catizone
  • Barnaba
  • Califano
  • Mazzone
  • Bonanni
  • De Luca
  • Andreotti
  • Alemanno
  • Buzzatti
  • Quaglia
  • Liguori
  • Coniglio
  • Algeri
  • Pasquino
  • Meoli
  • Dalia
  • Ferrante
  • Boschetti
  • Casciello
  • Tassone
  • Bruzzone
  • Rinaldi
  • De Leo
  • Napolitani
  • Carfagna
  • Santaniello
  • Scorza
  • Chelini
  • Rossetto
  • Paleari
  • Bonetti
  • de Durante
  • Miraglia
  • Cacciatore

Covid a settembre 2022 con il nuovo anno scolastico: cosa succede

Flavia de Durante 23 Giugno 2022
F. d. D.
02/07/2022

Ci sarà il covid a settembre 2022 con l'inizio del nuovo anno scolastico? Cosa può succedere? Sono queste alcune delle domande che tutti ci stiamo ponendo.



Dalle mascherine agli obblighi da rispettare in classe, DAD e distanziamento sociale, cosa cambierà? Il parere del professionista, medico virologo.

“Conosciamo il Sars Cov2 ormai da più di due anni e per molti aspetti è ancora un mistero da studiare e da risolvere. Ma abbiamo alcune certezze sul virus e sulla situazione epidemiologica in Italia che non possono farci stare tranquilli.” ha detto, di recente, la vicepresidentessa di IdeaScuola, Stefania Sambataro.

La situazione covid a settembre 2022 spaventa ancora, cosa dobbiamo aspettarci e cosa cambierà, specialmente nel mondo della scuola? Gli studenti hanno vissuto due anni complessi e difficili. Cosa ci riserverà il nuovo 2022/23? E, soprattutto se c’è da aspettarsi una nuova ondata a settembre, cosa possiamo fare per evitare che il covid ci blocchi nuovamente?

“Alla luce di questi elementi oggettivi ed inconfutabili, se anche questa estate non si prendono provvedimenti sull’aerazione nelle scuole per migliorare la qualità dell’aria nelle aule ed abbassare il rischio contagio, ci troveremo a Settembre 2022 inermi davanti al Sars Covid2 come a Settembre 2020.″– ha aggiunto la Sambataro.

“Perchè avendo già eliminato di fatto il distanziamento (oggi è solo consigliato), fermato il programma di Test-Trace-Isolate (da Febbraio 2022), ridotto all’osso le quarantene e mettendo in forse l’uso delle mascherine, inizieremmo il prossimo anno scolastico con varianti del virus più infettanti, con protezione vaccinale nulla o troppo debole perchè fatta 9 mesi prima e senza misure di mitigazione”.

Il comitato tecnico-scientifico, nel frattempo, fa sapere che si guarda a settembre come ipotetico periodo di approvazione dei vaccini aggiornati. Questi ultimi dovrebbero essere funzionali anche per la protezione dall’omicron 1 e 2, le varianti che, attualmente, stanno procurando una rapida risalita dei casi sul territorio nazionale.

Cosa succederà a settembre 2022, possibile nuova ondata con l’inizio dell’anno scolastico? Lo abbiamo chiesto a Vincenzo Barnaba, medico e virologo.

Possibile nuova ondata Covid a settembre 2022 con il nuovo anno scolastico? Il punto della scienza

Cosa aspettarsi a settembre 2022, ci sarà una nuova ondata di covid con l’inzio dell’anno scolastico? Da qui all’autunno, effettivamente, può accadere di tutto. La cosa più probabile, secondo la scienza, è che il virus continui a mutare ancora; ci auguriamo tutti che le prossime varianti siano, chiaramente, meno gravi dal punto di vista dei sintomi. Purtroppo però non c’è alcuna certezza in merito.

“Non possiamo, purtroppo, prevedere con esattezza quello che avverrà. Ovviamente, il futuro è sempre imprevedibile! Specialmente quando si parla di virus che si evolvono. Non sappiamo, infatti, se questo virus (omicron) si conserverà così com’è adesso o muterà e si evolverà ancora di più.”- Principia il virologo Vincenzo Barnaba.-

“Questo non possiamo assolutamente sapere, certo; la previsione, però, è sostanzialmente una e si basa su studi scientifici: la capacità e la tendenza a mutare del virus è molto probabile, possibile. Il virus muterà, effettivamente cambierà, prima o poi, sicuramente; l’obiettivo è diventare sempre più infettante poiché è proprio questa la natura dei virus.”

“C’è da dire, però, che rispetto agli anni precedenti abbiamo una situazione completamente diversa! Perché? Fondamentalmente perché la maggior parte degli individui, tra cui appunto quelli che devono rientrare a scuola a settembre, è vaccinata. La vaccinazione protegge in maniera straordinaria, sia per la malattia; sia, addirittura, per l’ospedalizzazione. In particolare, se vogliamo concentrarci sul mondo della scuola, questo è un enorme vantaggio specialmente per gli individui a rischio, come i più grandi/anziani: penso a docenti e a tutto il personale scolastico costantemente esposto.”- Sottolinea il dott. Vincenzo Barnaba, parlando dell’utilità della vaccinazione per  tutti gli studenti e professori.-

“Siamo in una situazione, quindi, molto diversa rispetto agli anni precedenti; questo è, nei fatti, un grande vantaggio per ognuno di noi.”

Perché si rischia una nuova ondata di Coronavirus con il nuovo anno scolastico: cosa potrebbe succedere

Cosa potrebbe accadere con un virus che continua a mutare, perché aspettarsi una nuova ondata covid a settembre 2022, a spiegarcelo il prof. Barnaba.

“Sicuramente a settembre-ottobre, con l’arrivo dei periodi più fredde, con annessi raffreddori e malanni stagionali tipici, si potrà incrementare il contagio dell’omicron; nelle scuole ci sarà, indubbiamente un innalzamento dei numeri di contagio e dell’infezione.”- Specifica il dottore.-

“Bisognerà vedere quanto sarà questo reale livello di incremento dell’infezione; a quel punto, bisognerà pensare eventualmente a tenere le mascherine, anche e soprattutto all’interno degli istituti scolastici. L’unica possibilità che abbiamo per fronteggiare e limitare l’infezione (e non la malattia, perché quello è compito del vaccino) è quello di proseguire nell’utilizzo dei consueti dispositivi di sicurezza.”- Chiarisce il professore.-

“La mascherina, in questo caso, è il primo scudo di difesa che abbiamo. Oltre all’igiene, lavarsi le mani, distanziamento sociale; Io, personalmente, la mascherina la farei mettere sempre, a prescindere dal contesto, nei luoghi chiusi. Sono il primo ad indossarla sempre!”

“Certo, questo ritorno alle misure di sicurezza di qualche tempo fa anche per il mese di settembre 2022 lo stabiliranno, se lo riterranno opportuno, i politici. Ma, sinceramente, viste le previsioni, mi aspetto che ritorneranno come obbligo almeno le mascherine.”- Ammette il medico virologo.-

“Certo, da quello che dicono fonti scientifiche attendibili, tuttavia, sembra che alla fine di questo anno avremo un vaccino efficace anche per omicron. Probabilmente rivolto a tutti, minori e bambini compresi; quindi anche studenti di tutte le scuole di ogni ordine e grado.”

Cosa fare per evitare il Covid a settembre 2022 ad inizio anno scolastico

L’estate è alle porte ed effettivamente i nostri comportamenti potranno fare la differenza in merito alla situazione covid e evitare nuove ondate in arrivo a settembre 2022, considerando anche il rientro in luoghi affollati come la scuola. Come comportarsi?

“Con l’estate, non c’è dubbio, calano le infezioni. Per tante ragioni! Innanzitutto, si sta più all’aperto e meno nei luoghi chiusi, dunque si riducono le occasioni di contagio; inoltre, con il caldo il virus “agisce di meno” anche perché meno gente si raffredda. Con tutte queste basi, c’è quindi da aspettarsi che i numeri del virus calino proprio come si è verificato l’anno scorso.”- Fa sapere il dott.Barnaba.-

“Però bisogna fare comunque molta attenzione! Purtroppo, infatti, questo non vale come legge unica. Infatti, non mi aspetto neanche troppi miglioramenti a seguito di queste nuove disposizioni che hanno eliminato l’obbligo di mascherina anche dalla maggior parte dei luoghi chiusi!”- Afferma il dottore Vincenzo Barnaba.

“Per evitare una nuova ondata, bisognerebbe, lo ripeto, continuare ad indossare la mascherina. Personalmente la indosso in qualsiasi luogo chiuso, specialmente ora che le persone hanno ripreso a frequentare i luoghi chiusi senza distanziamento o obbligo di mascherina. Tutti ammassati in un ambiente per diverso tempo e privi di protezione, con una pandemia ancora in atto, significa infettare o essere infettato. Purtroppo è una regola!”

“Ora il Governo ha “assecondato” le richieste dei più; si può andare a ballare liberamente, ad ascoltare della musica in posti affollati; si possono frequentare innumerevoli posti al chiuso senza neanche dimostrare di possedere una mascherina…”- Dice il dottore.-

“Potremmo ritrovarci, dunque, effettivamente, con un ennesimo innalzamento della curva di contagi. E non ci sarebbe da meravigliarsi! Ci sono tutti i presupposti per avere un certo ripristino dell’infezione anche nei prossimi mesi; proprio in concomitanza del ritorno a scuola.”

“Sicuramente il livello di attenzione e rispetto per noi stessi e per gli altri che dimostreremo di avere durante queste vacanze estive potrà dire tanto di ciò che avverrà a settembre.” – Conclude il virologo Vincenzo Barnaba –

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all'Università degli studi di Salerno. Da sempre amante della lettura, mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto