• Google+
  • Commenta
5 maggio 2015

Parto pretermine, se ne parla all’Unimore

Parto pretermine

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – Il parto pretermine è l’oggetto della conferenza che si tiene giovedì 7 maggio all’Unimore

Parto pretermine

Parto pretermine

Il parto pretermine, la cui incidenza nei paesi occidentali negli ultimi anni è aumentata, al centro di un convegno promosso da Unimore – Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia assieme alla Società Italiana di Medicina Perinatale.

L’appuntamento, che porterà a Modena esperti del campo, si terrà giovedì 7 maggio 2015.

La Scuola di Ostetricia e Ginecologia di Unimore – Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia assieme alla SIMP – Società Italiana di Medicina Perinatale organizzano un appuntamento per fare il punto sulle attuali conoscenze relative al parto pretermine, il più importante dei problemi legati alla nascita nel mondo occidentale. I bambini nati prematuri sono molto fragili, richiedono molte cure e spesso sono affetti da ritardi psico-motori.

Nutrition and Preterm Birth: incontro a Unimore sul parto pretermine

L’incontro sul Parto pretermine dal titolo “Nutrition and Preterm Birth”, simposio satellite del convegno internazionale PREBIC in corso a Firenze dall’8 al 10 maggio, si terrà giovedì 7 maggio 2015 alle ore 9.00 presso l’Aula Magna della Dipartimento di Giurisprudenza (via San Geminiano, 3) a Modena.

Nel corso dell’incontro saranno presentati una panoramica sulle conoscenze scientifiche relative al parto pretermine, un uniforme approccio diagnostico, ed il management perinatale sulla base delle più recenti evidenze disponibili in letteratura. L’accento sarà posto sul tema della nutrizione: obesità e magrezza, infatti, sono 2 importanti fattori di rischio. Saranno presentati dati anche in senso suppletivo, perché integratori dietetici quali probiotici e vitamine sembrano capaci di interferire col processo del parto pretermine.

Il convegno sul parto pretermine sarà, inoltre, l’occasione per un confronto con gli operatori sanitari sui problemi e le difficoltà nella gestione delle pazienti, in particolare dei percorsi assistenziali legati all’evento nascita che necessitano di processi integrati tra varie figure professionali (ostetrica, ginecologo-ostetrico, neonatologo, anestesista).

Recentemente, – afferma il prof. Fabio Facchinetti, – abbiamo sviluppato un intervento dietetico nelle gravide sovrappeso ed obese che ha ridotto i disturbi metabolici (diabete gestazionale) e si è dimostrato efficace nella riduzione dei parti pretermine. Ciò significa anche migliorare la salute nella vita adulta, con la riduzione dei disturbi cardiovascolari e metabolici che spesso caratterizzano il futuro dei nati pretermine”.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy