• Google+
  • Commenta
5 ottobre 2015

Imu 2015-2016 abolita il 16 dicembre: Renzi, funerale tasse prima casa

Renzi al funerale Imu 2015-2016

L’Imu 2015-2016 sarà abolita il 16 dicembre, a dichiararlo e Renzi nella sua ultima intervista da Lucia Annunziata su Rai Tre: ecco perchè ci sarà “il funerale tasse prima casa in Italia”

Renzi al funerale Imu 2015-2016

Renzi al funerale Imu 2015-2016

A partire dal 2016 gli italiani non dovranno più pagare le imposte sulla prima casa.

Ecco le novità su Imu 2015-2016, tasi e tasse sulla casa. Intervista esclusiva al Presidente di Confabitare Alberto Zanni sull’abolizione dell’mposta municipale unica Imu.

“Dal 16 dicembre stop alla tassa sulla prima casa, ma per i comuni non ci sarà nessun taglio”. Con queste parole, pronunciate nel corso di un intervento svoltosi al teatro Rossini di Pesaro il giorno dopo aver fatto incetta di applausi e incitamenti alla festa dell’Unità, il Segretario del Partito Democratico Matteo Renzi ha, di fatto, riacceso le speranze di milioni di italiani. Sembra, dunque, che con la legge di Stabilità 2016, saranno eliminate tasi e Imu, tassa sulla prima casa.

L’Imposta municipale unica (Imu) tassa sulla prima e seconda casa, ovvero la tassa sulle abitazioni private e ad uso commerciale introdotta nel 2012 dal Governo Monti. Nel 2014 l’imu sulla prima casa è stata inserita nell’Iuc (Imposta unica comunale), una service tax, o meglio una sorta di recipiente che contiene in sé 3 differenti imposte, ossia l’imu, la tari e la tasi.

Dall’abolizione Imu 2015-2016 decisa da Renzi ai numeri della Cgia di Mestre

Secondo la Cgia di Mestre, il taglio della Tasi 2015 favorirà circa 19 milioni di famiglie, le quali beneficeranno in media di uno sgravio fiscale di circa 204 euro all’anno. In particolare per i possessori di abitazioni di tipo signorile e immobili di categorie A2 e A3 il taglio sarà pari, rispettivamente, a 1.830, 227 e 120 euro all’anno. “In termini complessivi – ha dichiarato Paolo Zabeo della Cgia – l’azzeramento della tasi 2015 sulla prima casa ammonterà a 3,4 miliardi di euro. Se a questo importo aggiungiamo l’abolizione della imu sulle abitazioni di lusso (91,2 milioni di euro), l’Imu sui fabbricati rurali (3,2 milioni di euro), quella sui terreni agricoli (897 milioni circa) e quella sugli imbullonati (250 milioni), verranno a mancare 4,6 miliardi di euro di gettito che, per il momento, non sappiamo ancora come saranno reperiti”.

Alberto Zanni sull’abolizione dell’imposta Imu 2015-2016

Al fine di approfondire alcuni aspetti dell’annunciata manovra e di far luce, dunque, sulla probabile abolizione dell’imposta municipale unica imu 2015, abbiamo contattato il Dott. Alberto Zanni, Presidente di Confabitare.

Si stima che con il taglio della tassa sui servizi indivisibili e dell’imposta municipale propria i comuni perderanno circa 3,6 miliardi di euro. A tal proposito, il Premier Renzi ha rassicurato i sindaci italiani, garantendo loro un assegno attraverso il quale poter sopperire al calo del gettito fiscale. Ma il Segretario del Pd ha altresì chiarito che non tollererebbe alcun tipo di aumento delle tasse da parte degli stessi Comuni. Presidente Zanni, Lei crede che una simile manovra, destinata all’elisione della tassa imu 2015, possa realmente essere attuata?

Alberto Zanni

Alberto Zanni

“Il Premier mi dà l’impressione di un bravo prestigiatore, ma i trucchi in campo finanziario e fiscale, vengono scoperti. Renzi non ha la bacchetta magica e realisticamente non è in grado di garantire alcun finanziamento ai Comuni che si ritrovano con le casse sempre più vuote. Quanto alla diffida a non aumentare le imposte locali, penso che resterà lettera morta. I Sindaci ricorreranno ancora alla leva fiscale, compensando il taglio di Tasi e Imu 2015 con altre tasse.  L’auspicio è che vengano tagliati drasticamente sprechi e spesa pubblica improduttiva, ma ci rendiamo conto che si tratta solo di un pio desiderio” conclude Zanni.

Antonio Migliorino


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy