• Google+
  • Commenta
19 aprile 2016

Significato Festa della Liberazione: storia e origini 25 aprile

Immagini sul significato Festa della Liberazione
Immagini sul significato Festa della Liberazione

Immagini sul significato Festa della Liberazione

Ecco il vero significato Festa della Liberazione: storia e origini del 25 aprile data dell’Anniversario della Liberazione Italiana dal regime Nazi-Fascista grazie alla Resistenza.

Comprendere il significato Festa della Liberazione italiana è molto importante, perchè la storia del 25 Aprile ha segnato per sempre l’Italia. I combattimenti della Resistenza partigiana continuarono anche nei giorni successivi, e allora perchè si festeggia il 25 Aprile? Questa data venne scelta successivamente non soltanto per ricordare alcune delle vittorie più importanti realizzate dai partigiani, ma anche per celebrare la fine della Seconda Guerra Mondiale.

La storia della Festa della Liberazione include non soltanto la fine del regime fascista e nazista che occupò l’Italia per oltre un ventennio, ma anche la fine del secondo conflitto mondiale.

Ecco cosa si ricorda il 25 Aprile: due importanti eventi che misero fine alla supremazia di un regime che aveva devastato l’intera Europa. Vediamo in breve il riassunto degli episodi principali che ogni anno sono ricordati con questa festa nazionale.

Significato Festa della Liberazione: storia del 25 Aprile in breve – scarica le frasi e immagini

Frasi sulla liberazione e libertà da condividere il 25 aprile sulla bacheca << scarica

Con il termine “Resistenza partigiana” si indicano un insieme di movimenti politici e militari che si opposero al regime nazifascista. In Italia le prime azioni della Resistenza si svolsero a partire dal 1943.

In quest’anno, più precisamente il 25 Luglio, gli angloamericani sbarcarono in Sicilia e il regime fascista iniziò il suo declino. Mussolini fu arrestato per ordine del re e il generale Badoglio prese il governo dell’Italia.

I tedeschi, però, riuscirono a liberare Mussolini che il 23 settembre fondò la Repubblica Sociale Italiana Salò, mentre nell’Italia meridionale si formò il Regno del Sud, grazie anche al contributo degli alleati.

Per comprendere il significato Festa della Liberazione del 25 Aprile, bisogna ricordare che a rendere la Resistenza più determinata ed agguerrita, furono le sanguinose repressioni messe in atto dai nazifascisti. In questo clima si formò il Comitato di Liberazione Nazionale, che metteva insieme tutti i partiti antifascisti.

Il consenso per questo nuovo movimento che stava nascendo fu subito enorme, grazie anche al sostegno del Governo, guidato da Badoglio, e degli alleati che volevano mettere fine una volta per tutte al regime nazifascista.

Si formarono così le brigate, ciascuna composta da 100 a 300 unità, e presero parte alla ltta per la libertà del popolo italiano sia uomini che donne, di tutte le classi sociali e di diverso orientamento politico.

All’inizio del 1945 diverse migliaia di partigiani si erano riuniti per combattere contro l’occupazione tedesca e la repubblica di Salò nell’Italia settentrionale. Il 9 aprile l’offensiva partigiana si affiancò a quella alleata, e fu un successo tale che i soldati tedeschi iniziarono ad avvertire l’inevitabilità della sconfitta.

25 Aprile 1945: le origini ed il significato Festa della Liberazione d’Italia

Immagini significato Festa della Liberazione

Immagini significato Festa della Liberazione

Il 10 Aprile il Partito Comunista ed il CLNAI iniziarono a dare disposizioni generali per sferrare un attacco decisivo alla controparte fascista.

Iniziarono quindi una serie di attacchi ben organizzati verso le principali città italiane: il 19 Aprile i partigiani attaccano la città di Bologna, che viene liberata il 21 dello stesso mese, grazie anche all’aiuto degli alleati che arrivarono pochi giorni dopo.

Il 25 Aprile i soldati tedeschi e della repubblica di Salò si ritirarono nelle città di Milano e Torino, ma qui erano già in atto delle rivolte popolari. A Milano Sandro Pertini, partigiano e futuro presidente della Repubblica, si fa promotore dello sciopero generale e dell’insurrezione popolare.

Per comprendere il significato Festa della Liberazione del 25 Aprile 1945, basta ricordare che di fronte ad una rivolta tale, Benito Mussolini fu costretto a ritirarsi e mentre era in viaggio verso Como, fu arrestato dai partigiani.

Il 28 aprile 1945 Mussolini venne giustiziato, e si tenne una grande manifestazione per celebrare la liberazione delle città di Milano e Torino. Il 26 aprile fu liberata Genova, il 29 Piacenza e l’esercito tedesco firmò ufficialmente l’atto di resa. La Seconda Guerra Mondiale continuò ancora qualche giorno, ma all’inizio di Maggio quasi tutte le rivolte erano cessate.

Storia della Festa della Liberazione e del 25 Aprile: la scelta della data

Inizialmente fu un decreto legislativo del 1946 a stabilire che questi eventi fossero ricordati proprio il 25 Aprile, data in cui venne liberate le città di Torino e Milano. Fu quindi stabilito che in quell’anno venisse proclamata la festa nazionale, ma l’atto aveva validità di un solo anno.

Immagini Storia Festa della Liberazione

Immagini Storia Festa della Liberazione

Con la legge n. 260 del maggio 1949, scritta da Alcide De Gasperi e presentata in Senato nel 1948, fu stabilito che il 25 aprile fosse un giorno festivo e ricordato come Anniversario della Liberazione.

Il significato Festa della Liberazione fa quindi riferimento a questi difficili anni di guerra, che hanno interessato un pò tutta l’Europa. Infatti anche nelle altre Nazioni si ricorda la fine del regima nazifascita: in Olanda il 5 maggio, in Romania il 23 Agosto, in Danimarca sempre il 5 maggio mentre in Norvegia l’8 Maggio.

CLICCA E SCARICA LE IMMAGINI GRATIS.


© Riproduzione Riservata