• Google+
  • Commenta
22 Maggio 2011

Don Chisciotte

Associazione Don Chisciotte (unica)

Associazione Don Chisciotte (unica)

Presidente: non definito

Email di riferimento: non definito

Sito web associazione: http://www.myspace.com/associazionedonchisciotte

Don Chisciotte è un’associazione culturale nata il 7 dicembre del 2000. Essa nasce dallo spirito di alcuni studenti Universitari che, grazie alla volontà di confrontarsi con il sociale, vollero ritagliarsi il proprio spazio; partendo proprio dall’Università. La scommessa che loro fecero con la classe dominante Universitaria, al fine di combattere le ordinarie ingiustizie, cui assistevano increduli, era analoga alla posizione del cavaliere gentiluomo che combatteva contro i mulini a vento. Da ciò deriva la scelta del nome. L’associazione sviluppò i suoi primi passi tramite un periodico cartaceo e delle rassegne cinematografiche attinenti alla tutela dei diritti della categoria studentesca. Il periodico ha sempre avuto il nome corrispondente al suo numero di uscita, quindi il primo, secondo e così via. La prima stagione di rassegna-cine forum si chiamò “Storie di ordinaria repressione..

Cose d’altri tempi”. Successivamente, l’associazione, grazie al numero di associati che è cresciuto, ha potuto sviluppare iniziative sempre più numerose, al compimento del suo secondo anno d’attività ha svolto tre seminari ( uno sui diritti dei lavoratori, uno sulla canapa e uno sull’abbattimento delle barriere architettoniche), presentò il libro Capitalismo e Globalizzazione di Nerio Nesi, ha redatto due numeri del suo periodico, ha partecipato alla manifestazione della primavera del 2002 in cui l’Italia scende in piazza e si ferma e, infine, organizza il suo primo concerto di band Universitarie. Il terzo anno non è stato da meno.

Il 2003 ha visto l’organizzazione di due seminari ( uno sulla comparazione legislativa dei titoli professionali in UE e uno sulla canapa), due concerti e una manifestazione ( uno sull’abolizione dell’art.18 e uno contro la guerra con annessa manifestazione), la presentazione del libro Caso Moro di Giuseppe Ferrara e, infine, redatto due numeri del suo periodico ( il quinto e il sesto).

Il 2004 è partito con un incotro dibattito con l’attuale presidente della Regione Sardegna Renato Soru, la redazione di un numero del proprio periodico, una mostra di arti visive giovanili dal nome “MINIMO COMUN DENOMINATORE” una rassegna-artistico giovanile di opere cinematografiche autoprodotte, un torneo di calcetto e una indagine statistico sociale sugli affitti.

Il 2005 è iniziato con la redazione di un numero del periodico dell’associazione, successivamente, l’associazione ha analizzato e redatto un formulario sulla condizione degli affitti nel contesto studentesco cagliaritano, ha partecipato alla campagna nazionale sui requisiti minimi per l’immatricolazione Universitaria e a quella sulla procreazione assistita e l’organizzazione del laboratorio di aerosol, arti e pittura muraria STUDEXPO’.

Nel 2006 l’associazione si è iscritta all’ARCI e ha organizzato dei corsi formativi su musica, cinema, giornalismo e lavorato all’organizzazione della propria sede e alla formazione di tre sportelli: internet point, consulenza, agli studenti, lavoro, canoni di locazione. Proiezioni cinematografiche, alcune cene sociali e la presentazione della candidatura dell’attuale senatore Mauro Bulgarelli, partecipazione alla campagna nazionale sui diritti degli studenti occupandosi, a Cagliari, del caro prezzi del tiket e dell’abbonamento studenti (che anche grazie alla nostra lotta è stato modificato) sul trasporto pubblico urbano di Cagliari. Sicuramente, non avremmo pensato che il nostro curriculum negli anni si sarebbe esteso così tanto, ma, tutto ciò è stato possibile grazie alla partecipazione di tanti amici che ci hanno da sempre sostenuto.

Google+
© Riproduzione Riservata