• Google+
  • Commenta
5 Maggio 2011

In viaggio nelle parole

Al via la quarta edizione del concorso di narrativa a cura dell’associazione storico-archeologica “V. Ostermann” di Gemona del Friuli (Udine). In palio premi in denaro. La scadenza del concorso è fissata al 31 maggio 2011. Quarta edizione del concorso di narrativa aperto a tutti gli autori italiani e stranieri che abbiano compiuto il diciottesimo anno d’età. E’ possibile partecipare al contest scrivendo un racconto, anche sotto forma di fiaba, favola, novella, diario, lettera, sia in italiano che in qualsiasi lingua ufficiale o minoritaria parlata nel mondo, accompagnata da una traduzione in lingua italiana allegata. Il tema proposto per l’edizione di quest’anno è “In viaggio nelle Parole- Sogni”: da sognare, da desiderare, realizzare, inventare. L’iniziativa, a cura dell’associazione storico-archeologica “V. Ostermann” di Gemona del Friuli (Udine), mira a valorizzare i giovani talenti presenti in ambito nazionale ed internazionale in ambito narrativo, stimolandone la creatività e al contempo offrendo una vetrina prestigiosa per le loro opere. Le opere di genere narrativo dovranno essere originali, inedite, e non dovranno superare le tre cartelle dattiloscritte.

I partecipanti devono spedire le proprie opere per posta entro e non oltre martedì 31 maggio 2011. Le opere saranno valutate a giudizio insindacabile e inappellabile da una giuria appositamente predisposta e formata da persone qualificate. Il verbale della commissione giudicante sarà pubblicato sul sito dell’Associazione.

Per i primi tre classificati sono previsti premi rispettivamente di 400,00 euro, 300,00 euro e 200,00 euro. La cerimonia di premiazione si terrà nell’ambito della manifestazione “Gemona, formaggi…e dintorni” prevista nella prima quindicina del mese di novembre 2011 nella sala del Consiglio comunale di Gemona del Friuli. Ulteriori informazioni sulle modalità di partecipazione al concorso sono reperibili sul sito dell’associazione www.sacostermann.org.

Azzurra Mancuso

Google+
© Riproduzione Riservata