• Google+
  • Commenta
12 giugno 2011

Studiare all’estero: destinazione Stati Uniti

Chi non ha mai sognato di andare a studiare in uno dei più prestigiosi college americani? Essere cittadini del mondo globalizzato offre, tra le tante opportunità, anche quella di conseguire una laurea in un paese straniero.
Gli studenti italiani sono in genere ben accolti nelle università d’oltreoceano.
Per studiare negli Stati Uniti è necessario, in primo luogo, essere in possesso di un visto di studio, da richiedere presso un’ambasciata o un consolato statunitense nel proprio paese di origine.

Il secondo passo consiste indubbiamente nella scelta del corso universitario più adatto alle proprie ambizioni. Bisogna tenere in considerazione i criteri di ammissione, piuttosto competitivi, il programma accademico, totalmente differente dal nostro e altri piccoli accorgimenti, come i costi complessivi e la disponibilità di aiuti finanziari per studenti stranieri.

I criteri di ammissione ai corsi di laurea per i neodiplomati sono abbastanza selettivi. Per poter accedere ai test di ammissione è richiesto il possesso di un diploma di scuola superiore, conseguito con ottima votazione, oltre ad una buona padronanza della lingua inglese, da verificare attraverso un apposito test circa 12 mesi prima dell’inizio dell’anno accademico.
I corsi undergraduate possono durare da due a cinque anni. Si svolgono nei Community College, dove si ha la possibilità di scegliere tra due tipi di corsi biennali: i Career Programs, diretti a preparare gli studenti all’ingresso nel mondo del lavoro ed i Transfer Programs, per gli studenti che intendono proseguire gli studi.

L’istruzione quadriennale permette il conseguimento del Bachelor’s Degree of Arts per le discipline umanistiche e Bachelor’s Degree of Science per quelle scientifiche. Il diploma è equivalente al titolo di Laurea Triennale italiano. I corsi quinquennali preparano invece alle professioni nell’area dell’amministrazione aziendale.

Per gli studenti già in possesso di un diploma di Laurea Triennale, interessati a seguire un corso post-laurea, un master o un dottorato di ricerca, il sistema educativo americano offre corsi di specializzazione nelle Graduate Schools.
Anche in questo caso l’ammissione è subordinata al superamento di un test di conoscenza della lingua inglese, costituito dagli esame TOEFL (Test of English as a Foreign Language), GRE (Graduate Record Examinations) o GMAT (Graduate Management Admission Test), da svolgere almento 12 mesi prima dell’inizio dell’anno accademico.

I master possono avere durata annuale o biennale e prevedono lo studio specialistico in una determinata disciplina. I corsi specialistici in giurisprudenza, medicina, odontoiatria, farmacologia e scienze veterinarie si protraggono per tre anni e rilasciano il First Professional Degree, un certificato abilitante alle relative professioni.
I Dottorati di ricerca rilasciano il massimo titolo accademico. Possono avere la durata di tre anni se vengono intrapresi dopo il Bachelor, durata inferiore se si è già in possesso del titolo di Master.

Un sistema variegato e complesso dunque, quello americano, ma che rispetto a quello italiano offre un’alta qualità di formazione e facilita l’ingresso nel mondo del lavoro sul territorio e in tutto il mondo.

Claudia Fazio

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy