• Google+
  • Commenta
31 ottobre 2011

Il Premio Luigi Malerba per giovani scrittori italiani

I vincitori del Premio Luigi Malerba di Narrativa e Sceneggiatura sono stati premiati al Teatro Argentina di Roma la scorsa settimana. Arrivato quest’anno alla seconda edizione, il premio offre l’ occasione di vedere pubblicata la propria opera –romanzi, raccolte di racconti, novelle e sceneggiature– dalla casa editrice MUP di Parma. Il concorso è aperto agli aspiranti scrittori in lingua italiana , purché non superino i 28 anni.

Organizzato all’interno del Festival delle Identità, il Premio Luigi Malerba è stato istituito dalla LTBF Onlus in collaborazione con il Comune di Berceto e del MIUR, con il sostegno del Fuis e con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero della Gioventù, del Comune di Parma, della Provincia di Parma e dell’Università degli Studi di Parma.

Grazie al Ministero degli Affari Esteri che lo diffonde negli Istituti di Cultura Italiani nel mondo , il concorso è aperto anche ai non residenti in Italia, purché scrivano in lingua italiana.

A selezionare il vincitore è una giuria composta da giornalisti, critici letterari, cinematografici e televisivi e docenti di letteratura- tra i giurati di quest’anno Rossana Campo scrittrice, pittrice e traduttrice, Margherita Heyer Caput, docente di letteratura italiana presso la University of California, Davis, USA, Paolo Mauri, giornalista, critico letterario e storico della letteratura, Walter Pedullà, professore emerito di letteratura italiana contemporanea presso l’ Università Sapienza di Roma, critico letterario e storico della letteratura, Giovanni Ronchini, docente di letteratura italiana contemporanea presso l’Università degli Studi di Parma-.http://www.controcampus.it/ecrire/index.php?exec=articles_edit&new=oui

L’edizione di quest’anno è stata vinta dalla ventottenne Veronica Elisa Conti autrice del romanzo L’odore del sangue. Formatasi tra l’Accademia delle Belle Arti Pietro Vannucci e la Facoltà di lettere dell’Università di Perugia, l’autrice ha costruito il suo romanzo nella Francia del primo Novecento. Protagonisti Etienne Dorin, istitutore presso la casa del nobile Tancrède des Essart e l’allievo Dorian des Essarts. Una serie di eventi e rivelazioni intrecciati sconvolgeranno l’equilibrio precario della famiglia. L’odore del sangue è una “rivisitazione postmoderna di The Picture of Dorian Gray di Wilde, A’ rebours di Huysmans e la Ballade des dames du temps jadis di Villon, la cui forza dissacratoria intende criticare l’avidità materialistica della borghesia tardo-capitalistica”, secondo la giurata Professoressa Margherita Heyer Caput .

Per informazioni sul bando 2012 :
http://www.festivaldelleidentita.it/FdI/home.html


Benedetta Michelangeli

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy