• Google+
  • Commenta
24 ottobre 2011

Seminario: “Crisi globale, declino europeo e rivolte mediterranee. Interpretazioni e prospettive”

Seminario da non perdere organizzato dall’Università di Urbino, che si terrà mercoledì 26 ottobre, Aula Rossa di Economia, Via Saffi, 42.

Il seminario dal titolo “Crisi globale, declino europeo e rivolte mediterranee. Interpretazioni e prospettive” si presenterà come una sorta di tavola rotonda dove docenti ed esperti di discipline diverse, ma anche studiosi di relazioni internazionali, storici, giuristi, economisti, sociologi, politici; si incontreranno per rispondere alle innumerevoli domande che ruotano intorno al tema attuale della crisi globale.

C’è un nesso tra la crisi della globalizzazione “americana”, il declino politico-economico dell’Unione europea e gli inediti stravolgimenti che attraversano l’area mediterranea? Cosa accomuna le proteste degli indignados nelle piazze europee e i variegati movimenti democratici che, sull’altra sponda del Mediterraneo, si stanno battendo contro autocrazie a lungo considerate inossidabili?
Solo alcune delle domande del dibattito.

Il seminario, organizzato congiuntamente dal Dipartimento di Economia, Società e Politica e da quello di Studi internazionali. Storia, Lingue e Culture, darà sfogo nell’arco dell’intera giornata di mercoledì 26, a dibattiti e discussioni a tavola rotonda.

Dopo i saluti iniziali del Magnifico Rettore Stefano Pivato, seguiranno due sessioni di lavoro: la prima intitolata “Storia e geopolitica del Mediterraneo”, la seconda “Economia politica e società mediterranee”.

Il seminario con il dibattito dal titolo “Il mare nostrum tra Europa, America e Cina” alla quale parteciperanno Luciano Violante, Antonio Cantaro, Paolo Giannotti, Domenico Losurdo e Leopoldo Nuti.

Programma
-* Prima sessione ore 9.30 – 13.00 – Storia e geopolitica del Mediterraneo
-* Seconda sessione ore 14.30 – 18.00 – Economia politica e società meditteranee
-* Tavola rotonda ore 18.00- 20.00 – Il mare nostrum tra Europa, America e Cina

Maria Teresa Violi

Google+
© Riproduzione Riservata