• Google+
  • Commenta
27 febbraio 2012

I giovani di Pollenzo alla scoperta del Gruppo Ferrero

Per i ragazzi dell’università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, quella che si è appena conclusa si può definire a tutti gli effetti una settimana dal sapore speciale con il gruppo Ferrero

Gruppo Ferrero

Gruppo Ferrero

Martedì 21 e mercoledì 22 febbraio, 70 ragazzi sono stati ospiti dell’azienda Ferrero ed hanno avuto la possibilità di “testarne” i prodotti, nonché di compiere un’approfondita visita della fabbrica.

La due giorni si è aperta con il benvenuto dell’ambasciatore Francesco Paolo Fulci, presidente della Ferrero S.p.A., che ha inaugurato la visita accogliendo i giovani (insieme al rettore dell’ateneo Piercarlo Grimaldi) presso l’Auditorium Soremartec di Alba.

Non va dimenticato che l’università di Pollenzo annovera la Ferrero tra i propri Partner Strategici più prestigiosi, un supporto essenziale per molte delle ricerche gastronomiche intraprese dall’ateneo stesso.

Dopo aver ricevuto il benvenuto di Fulci, gli studenti hanno affrontato una mattinata dedicata alla storia del Gruppo Ferrero; si è inoltre fatto riferimento al posizionamento dell’azienda sul mercato, ponendo un accento particolare sull’importanza delle ricerche di marketing nel rapporto tra la Ferrero ed il proprio target di consumatori.

L’attenzione è stata successivamente focalizzata sul versante “pratico” dell’azienda, entrando nel merito delle materie prime utilizzate per la realizzazione dei prodotti e sottolineandone in particolar modo provenienza e genuinità.

Per la parte più interessante della visita, o sarebbe meglio dire quella più attesa dai ragazzi, è stato invece necessario attendere il tardo pomeriggio, quando gli studenti hanno avuto il privilegio di assistere ad una vera e propria lezione sulle tecniche di degustazione e, soprattutto, di mettere poi in pratica quanto avevano appena appreso tramite l’assaggio di alcuni prodotti.

Mercoledì 21 l’approfondimento è proseguito con una lezione “qualitativa”, che ha permesso di illustrare gli standard di sicurezza tradizionalmente osservati e che caratterizzano i prodotti recanti il marchio Ferrero.

È stata inoltre sottolineata la rilevanza della “responsabilità sociale d’impresa” (integrazione “etica” delle strategie di produzione e commercio), indicata quale concetto cardine nell’organizzazione aziendale ed obiettivo da perseguire necessariamente su esplicita indicazione dell’UE.

Un’ultima doverosa parentesi è stata aperta sul progetto Imprese Sociali Ferrero, che vede il Gruppo Ferrero protagonista di un’iniziativa tesa a contribuire alla crescita di popolazioni povere o in via di sviluppo residenti in aree geografiche dove sono collocati alcuni degli stabilimenti che fanno capo all’impresa (ne esistono 18 in tutto il mondo).

In seguito alle visite dedicate al laboratorio fotovoltaico Energhe ed allo stabilimento di Alba, la due giorni è giunta al termine, lasciando senz’altro in eredità un dolce sapore a molti degli studenti che hanno avuto l’opportunità di vivere quest’esperienza.

Google+
© Riproduzione Riservata