• Google+
  • Commenta
8 marzo 2012

A.A.A Fondi per le Università del Sud Cercasi!

Sono sempre meno i finanziamenti stanziati per gli atenei delle Università del sud, in special modo quelli stanziati per le Università pugliesi.

Queste ultime, infatti, sono ad un passo dal collasso. “Per evitare la tragica fine, il governo deve rivedere i criteri di assegnazione dei Fondi di finanziamento ordinario per il 2012”, ribadisce l’Assessore regionale al diritto allo Studio, Alba Sasso.

Il FFO, (Fondo Finanziario Ordinario delle Università), infatti, è un finanziamento statale che costituisce la fonte principale di entrata per le Università italiane.

Di conseguenza ridurre anno dopo anno questo Fondo, significa infliggere un duro colpo all’istruzione pubblica e di conseguenza a tutti coloro che ne usufruiscono o ne sono parte.

Infatti, l’unica alternativa al fine di scongiurare il crollo delle Università pugliesi si tradurrà nell’aumento delle tasse per gli studenti che di conseguenza comporterebbe un ulteriore impoverimento delle tasche delle famiglie italiane, già fortemente colpite dall’attuale crisi economica.

La quota di finanziamento pro studente, riservata soprattutto alle Università della Puglia, sarebbe di gran lunga inferiore a quella delle altre Università” spiega l’Assessore in un’intervista.

Anche il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha cercato di ribadire l’importanza di queste Università scrivendo una lettera al Ministro della Pubblica Istruzione, Francesco Profumo sollecitando un incontro con tutti i rettori delle altre Università del Mezzogiorno, per discutere del problema e trovare al più presto una soluzione, che non penalizzi le famiglie.

Evitare la chiusura di queste Università è importante per impedire le scelte di vita di milioni di studenti che invece di restare nel loro Paese per dare una maggiore qualifica al loro territorio d’appartenenza optano per la “fuga” forzata all’estero.

Nel frattempo attendiamo una risposta che al momento, dal Ministro, tarda ad arrivare.

Google+
© Riproduzione Riservata