• Google+
  • Commenta
14 marzo 2012

Il futuro del territorio nei pensieri degli studenti dell’Università di Udine a Pordenone

Approfondire lo studio delle dinamiche delle piccole e medie imprese  e del cambiamento in atto nei distretti della provincia di Pordenone attraverso un confronto tra Università di Udine e Distretti. È l’obiettivo del convegno, organizzato nell’ambito del corso di Organizzazione delle PMI della Laurea in Economia Aziendale a Pordenone e aperto a tutti gli interessati, che si terrà venerdì 16 marzo dalle 14.30 presso la sede dell’Unione Industriali di Pordenone, in Piazzetta del Portello 2.

L’evento è parte del progetto regionale che promuove la creazione di nuove imprese sul territorio “Imprenderò 2.0”, di cui l’Università di Udine è partner, e rimarca l’impegno reciproco tra la facoltà di Economia dell’ateneo friulano e l’Unione Industriali di Pordenone di trovare momenti di incontro e scambio tra gli studenti del polo universitario pordenonese e il mondo imprenditoriale locale.

La prima parte del convegno, dalle 14.30 alle 16.30, avrà forma seminariale e permetterà di approfondire tre aspetti. In particolare, con Massimo Baù, docente di Organizzazione delle PMI dell’ateneo di Udine a Pordenone, sarà affrontato il tema della successione generazionale come momento di sintesi tra le esigenze di continuità e trasformazione;

con Francesca Visintin, docente di Organizzazione Aziendale dell’ateneo friulano, sarà discusso il tema della fiducia nella gestione delle relazioni e delle collaborazioni; Daniela Fontana, direttore dell’Associazione dei Distretti Italiani, farà il punto sulla situazione dei distretti in Italia, con una panoramica sul tema e la presentazione del nuovo “Rapporto dell’Osservatorio Nazionale distretti Italiani”.

Dalle 17 alle 19 si amplierà il dibattito nella definizione delle dinamiche evolutive del territorio pordenonese. Aprirà i lavori Andrea Moretti – docente di Economia e gestione delle imprese direttore del Dipartimento di scienze economiche e statistiche dell’Università di Udine – con un’analisi dell’evoluzione del modello distrettuale.

Massimo Baù discuterà poi il governano della transizione attraverso le relazioni, introducendo, così, gli interventi di Giorgio Costacurta – , presidente del distretto Comet – sull’evoluzione della subfornitura attraverso le reti e di Mauro Manassero – presidente del distretto del Mobile Livenza – sulla collaborazione nell’innovazione di sistema.

Il convegno si concluderà con una tavola rotonda, presieduta da Francesca Visintin, cui prenderanno i presidenti dei due distretti pordenonesi e alcuni imprenditori, per confrontarsi con il pubblico e gli studenti dell’ateneo e parlare di continuità e cambiamento.

 

Google+
© Riproduzione Riservata