• Casciello
  • Quaglia
  • Pasquino
  • di Geso
  • Paleari
  • Bruzzone
  • De Luca
  • Romano
  • Crepet
  • Napolitani
  • Buzzatti
  • Baietti
  • Carfagna
  • Dalia
  • Bonetti
  • Califano
  • Rinaldi
  • Chelini
  • De Leo
  • Cocchi
  • Gelisio
  • Leone
  • Coniglio
  • Bonanni
  • Miraglia
  • Barnaba
  • Quarta
  • Grassotti
  • Falco
  • Scorza
  • Gnudi
  • Valorzi
  • Alemanno
  • Cacciatore
  • Algeri
  • Mazzone
  • Liguori
  • Ward
  • Andreotti
  • Rossetto
  • Romano
  • Catizone
  • Santaniello
  • Boschetti
  • Tassone
  • Meoli

Sì al nuovo statuto dell’ Università di Trento

8 Marzo 2012
.
23/07/2021

Via libera allo Statuto dell’Università di Trento.

Via libera allo Statuto dell’Università di Trento.

Ieri pomeriggio il testo è stato sottoposto al Senato accademico per la valutazione finale ottenedo l’ approvazione all’unanimità.

A questo punto il documento dovrà essere sottoposto al parere della Provincia autonoma di Trento e del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e una volta acquisiti i pareri, il documento sarà emanato con decreto rettorale e quindi entrerà in vigore e inizierà la fase di stesura dei vari regolamenti.

L’emanazione dello Statuto, inoltre, apre il processo di costituzione dei nuovi organi di governo e dà il via anche alla più ampia fase di riorganizzazione della struttura dell’Ateneo, con la dismissione delle facoltà e la nascita di nuovi dipartimenti, in linea con quanto previsto a livello nazionale dalla legge Gelmini di riforma dell’Università.

Venerdì scorso la Commissione incaricata di redigere la proposta di modifica dello Statuto aveva terminato i suoi lavori approvando all’unanimità una terza bozza del documento. “Rispetto alle versioni precedenti – ha commentato il rettore Davide Bassisono state apportate numerose modifiche che tengono conto dei vari suggerimenti pervenuti. L’intero testo è stato sottoposto ad una profonda revisione di natura tecnico-giuridica che ha contribuito a renderlo più chiaro e leggibile (…). Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a questo lungo e faticoso processo di elaborazione della proposta“.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata