• Google+
  • Commenta
29 aprile 2012

Crisi: c’è bisogno di un programma Erasmus per l’economia

Il mondo universitario è parte integrante dell’intero universo sociale ed economico delle nazioni. Molteplici sono gli insegnamenti che possono essere appresi dal campo di studio, iniziative e progetti formativi che possono fungere da input per apportare dei miglioramenti nei campi più disparati che vanno oltre la laurea, i libri e i professori.

L’Europa deve essere in grado di fare quello che il programma Erasmus ha prodotto per gli studenti e gli studi” . Queste difatti le parole pronunciate qualche giorno fa da Herman Van Rompuy, il presidente del Consiglio europeo.

E’ tempo di crisi. Non solo in Italia. La crisi sta investendo tutta l’Europa e, a quanto sembra, i governi stanno cercando di risolvere la situazione, attuando misure e risoluzioni più o meno opinabili.

Recessione è la parola d’ordine dell’ultimo periodo : le stime della crescita del Pil certificano che l’economia europea è entrata in recessione. Le dirette interessate Germania, Italia, Spagna, Portogallo, Grecia, Belgio, Olanda.

Tagli e tassazioni i presunti rimedi per la crisi. Molti governi hanno già messo in atto questi propositi, ma è davvero quello che serve al sistema economico e finanziaro per riprendersi e non crollare nell’abisso? Questa domanda se la pongono in molti, a partire dalle autorità sino a giungere alle famiglie stesse che, più o meno benestanti, oramai hanno introdotto come argomento di discussione e colloquio a tavola o sul divano quello della crisi economica.

Proprio per queste motivazioni, chi di dovere, sta tentando di cogliere e capire i veri spunti e segnali che potrebbero portare a un vero miglioramento e rinnovamento. Van Rompuy infatti nel suo intervento allo European Business Summit di Bruxelles tenta di spiegare come potrebbe risolversi questa crisi così logorante che sta mettendo in ginocchio l’intera Europa.

Difatti, per rivitalizzare le economie dei paesi europei e superare la crisi una volta per tutte serve un ”programma Erasmus per l’economia’‘. Chissà quindi che la ripresa non si verifichi proprio grazie ad uno spunto preso dai nostri atenei e dai programmi che essi attuano, nella fattispecie il progetto Erasmus, così importante e formativo per la vita di ogni studente che decide di intraprenderlo e per il prestigio e il valore che ottiene e detiene ogni facoltà che si mostra favorevole a scambi di questo tipo.

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy