• Google+
  • Commenta
6 aprile 2012

Meno depressi con il testosterone

Il motivo per cui gli uomini sono biologicamente meno a rischio depressione rispetto alle donne? Semplice: è il testosterone.

Ad affermarlo sono i ricercatori della Florida State University, Tallahassee (Usa), i quali hanno condotto uno studio i cui risultati mettono in evidenza proprio l’importanza di questo ormone nella lotta contro la depressione.

La ricerca, pubblicata su Biological Psychiatry, è stata svolta mediante alcuni esperimenti condotti su topi castrati: questi mostravano sintomi di depressione come reazione a frustrazioni di vario genere, ma con la successiva somministrazione del testosterone i sintomi sono svaniti del tutto, migliorando notevolmente il loro umore.

Il prof. Mohamed Kabbaj, coautore della ricerca, chiarisce il perché di questo fenomeno: “Il testosterone, in questo caso specifico, svolge la sua azione direttamente sulle cellule dell’ippocampo, cioè in quella regione del cervello determinante per la regolazione della memoria e dello stress. In particolar modo, l’ormone sessuale maschile agisce sulla proteina ERK2, influenzandone l’attività“.

La particolarità di questo ormone riguarda proprio la sua azione nella zona dell’ippocampo: il testosterone, infatti, non provoca alcun cambiamento nella neurogenesi, ciò vuol dire che non determina la produzione di neuroni, cosa che invece accade con l’utilizzo dei classici antidepressivi.

L’azione del testosterone, dunque, è del tutto naturale oltre che benefica, pertanto può essere davvero fondamentale per lo sviluppo di nuovi farmaci antidepressivi.

Google+
© Riproduzione Riservata