• Google+
  • Commenta
12 aprile 2012

Più attività fisica per migliorare la fertilità

Arriva da una ricerca americana il consiglio per le donne che vogliono essere mamme: il segreto della fertilità starebbe nella quantità di attività fisica che una donna svolge. La Boston University School of Pubblic Health (USA), ha pubblicato, sulla rivista Fertility and Sterility, un’indagine che mostra la correlazione tra l’attività fisica regolare e la fecondità femminile.

Il gruppo di ricercatori, guidati da Laurena Wise, ha preso in esame un gruppo di 3628 donne danesi, di età compresa tra i 18 e i 40 anni, che tra il 2007 e il 2009 volevano pianificare una gravidanza. Le volontarie hanno dichiarato prima dello studio di essere in una relazione stabile e di non essere in cura con trattamenti per la fertilità. Le abitudini del gruppo di donne sono state analizzate dagli scienziati per mettere in relazione la fertilità e la pratica di esercizio fisico.

Lo studio ha così rilevato che un’attività moderata, come passeggiare a piedi o in bicicletta, incide positivamente sulle probabilità di rimanere incinta indipendentemente dall’età, dallo status sociale e dall’indice di massa corporea. Nel campione di donne prese in esame si è scoperto che chi aveva effettuato più di cinque ore alla settimana di esercizio fisico moderato mostrava il 18% di possibilità in più di restare incinta rispetto alla media.

Tutto ciò riguarda però solo le donne normopeso, quelle che non hanno problemi di fertilità legate all’obesità. Dallo studio emerge inoltre che l’attività fisica intensa favorirebbe il concepimento solo nelle donne in sovrappeso o obese, quelle donne che hanno un indice di massa corporea superiore a 25 kg/m2. Le donne sovrappeso sono un sottogruppo con elevato rischio di infertilità, i risultati di questa ricerca possono quindi contribuire ad aiutare queste donne a diventare madri, anche con metodi naturali, come appunto l’attività fisica.

Per quanto riguarda le donne normopeso, lo studio evidenzia però come un’intensa attività fisica sia dannosa più che benefica, risultando di ostacolo all’inizio di una gravidanza. Questo aspetto riguarda soprattutto le donne molto magre, alle quali è consigliabile di non svolgere molta attività fisica se si vuole pianificare una gravidanza.

La dottoressa Laurena Wise commenta così i risultati prodotti dal suo team di ricercatori: «Questo studio è il primo a mostrare l’effetto dell’attività fisica sulla fertilità, effetto variabile in base all’indice di massa corporea. Raccomandiamo l’esercizio fisico moderato a tutte le donne che cercano di avere un bambino, si tratta di un sostegno salutare e necessario». In effetti questa ricerca rivela la sua importanza in quanto mostra che l’attività fisica non è solo indicata durante la gravidanza, per gli effetti benefici che ha sul neonato, ma anche prima della gravidanza per facilitare il concepimento.

 

Google+
© Riproduzione Riservata