• Google+
  • Commenta
4 aprile 2012

Premio di laurea “Zoila Fattori”

Domani, giovedì 5 aprile 2012 alle ore 12, presso la Sala Cammarata, edificio centrale dell’Università degli Studi di Trieste, primo piano, rettorato, si svolgerà la cerimonia di consegna del Premio di Laurea in ricordo della Signora Zoila Fattori.

Zoila Fattori nacque l’11 novembre 1931. La sua infanzia e adolescenza furono segnate dalla povertà e dalla guerra. Apparteneva ad una famiglia antifascista, il padre fu inviato a combattere nella Guerra d‘Albania e al suo ritorno, non essendo iscritto al Partito Fascista, non riuscì a mantenere un lavoro stabile. La madre si ammalò di cancro e morì alla fine della Guerra, dopo lunghi tormenti.
Zoila Fattori non poté proseguire così gli studi formali. Fu sempre un’autodidatta, appassionata soprattutto di Dante, della poesia italiana dell’Ottocento, di storia e della lingua francese. Prima del matrimonio fu maestra di scuola materna, si interessò e sperimentò la teoria di Maria Montessori.

La sua traiettoria di persona intellettualmente curiosa fu sempre frenata dalla sua condizione di donna destinata ad accudire gli altri, in una grande famiglia allargata e con un marito e quattro figlie, intensamente amati. In questo rappresenta tante donne friulane divenute adulte, affrontando la guerra e la povertà, prima dell’affermazione data dai successivi movimenti di emancipazione femminile.

Il concorso, istituito per iniziativa della famiglia al fine di mantenere vivo il ricordo della madre, si propone di premiare un titolare di diploma di Laurea specialistica, dell’Università di Trieste o di Udine, che abbia discusso una tesi sul mondo della formazione della prima infanzia.

La commissione giudicatrice, composta dalle professoresse Anna Maria Tallandini, Maria Giovanna Pelamatti e Gisella Paoletti e dalla signora Nadia D’Antoni, ha deliberato di assegnare il premio per l’a.a. 2009/2010 alla dott.ssa Silvia Morandini, titolare di un diploma di Laurea specialistica in Scienze della Formazione Primaria, con un punteggio di 110/110 e lode, con la tesi dal titolo: “L’accostamento alla letto-scrittura nella scuola dell’infanzia: ideazione, realizzazione e analisi di un laboratorio”, con la seguente motivazione:
“La tesi si riferisce ad un’indagine svolta a livello di scuola dell’infanzia. Inoltre il lavoro è ben contestualizzato sul piano teorico e metodologico ed evidenzia una buona conoscenza biografica e capacità critica”.

Scaletta interventi:
Introduzione e apertura cerimoniale: prof. Corrado Cavallero, Preside vicario della Facoltà di Psicologia dell’Università di Trieste
Commento componente della Commissione Giudicatrice – Prof.ssa Tallandini
Intervento della signora D’Antoni
Il prof. Cavallero invita la vincitrice ad esporre brevemente i contenuti del lavoro
Premia il prof. Cavallero (Pergamena).
Premiano le sorelle D’antoni (busta con premio economico)
Ritira il premio la dott.ssa Silvia Morandini
Conclusione e saluti del prof. Corrado Cavallero.

Per informazioni: Alessandra Sperti
Unità di staff Fondazioni e premi
Piazzale Europa, 1 – 34127 Trieste Italia
tel: +39 040 5583033
fax: +39 040 5587969
csiut@units.it
fondazioni.premi@units.it
http://www-amm.units.it/premistudio

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy