• Google+
  • Commenta
9 Maggio 2012

E’ pronto il decreto sugli Esodati

Roma- Uno degli argomenti più caldi di questo periodo per il governo Monti è stato affrontato. E’ pronto il nuovo decreto che riguarda i lavoratori che avevano deciso, prima del 31 dicembre 2011, di lasciare l’azienda anzitempo con la certezza di ricevere la pensione massimo entro due anni. Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, ha comunicato che questo decreto toccherà circa 65 mila lavoratori in attesa di pensione.

Il ministro ammette cosi qualche responsabilità sua e dei suoi colleghi, durante un intervento all’assemblea di Confcooperative: “Per l’attenzione ai segmenti più deboli, forse siamo in ritardo. Ammetto una qualche mia responsabilità, è mancata forse una maggiore attenzione a quelli che sono i più sofferenti nel Paese, che non si è avuta e si è pensato che ci sarebbe stata più attenzione ai segmenti più deboli.”

Sul precariato condanna le imprese che ne approfittano: “Sottolineo 25 volte l’affermazione di Confcooperative in cui si definisce miope quell’impresa che pensa di trarre vantaggio dalla precarietà, essa non conduce a produttività elevata, il ricambio costante dei lavoratori non si associa a investimento sui lavoratori stessi, una relazione più stabile, più a lungo termine, invoglia alla partecipazione, a lavoratori competenti, con più professionalità, che effettuano scelte.”

Altro tema toccato nel suo intervento è per il lavoro nero: “Con la riforma del mercato del lavoro corriamo anche il rischio di risospingere verso il nero alcune occupazioni, pensiamo che questo rischio debba essere colto. E’ esattamente nei momenti di crisi che si possono reimpostare soluzioni. Il rischio c’è ma è piccolo e il Paese deve affrontarlo con fiducia per uscire dalla crisi.

Parole di conforto da parte del leader della Cgil Camusso: “Meglio tardi che mai ma i mea culpa servono a poco se non si cambia orientamento.

Fonte: http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=164963

Google+
© Riproduzione Riservata