• Google+
  • Commenta
31 maggio 2012

Regione Calabria, imprese e UniStraDa: accordo sui tirocini per i giovani

Giovedì 31 maggio, alle 9.30 presso l’Aula Magna, dell’Università per Stranieri “Dante Alighieri“, l’ateneo e la Regione Calabria sottoscrivono un protocollo d’intesa.

In presenza dell’assessore regionale alle attività produttive Antonio Caridi (in foto), del direttore del dipartimento Massimiliano Ferrara, e del rettore della “Dante Alighieri” Salvatore Berlingò.

Terzo partner coinvolto nell’accordo è MedAlics, il Centro di Ricerca per le Relazioni Mediterranee afferente all’Università “Dante Alighieri”, un polo dedicato all’indagine sull’economia applicata, la gestione della tecnologia, il commercio internazionale e la globalizzazione dei mercati, lo sviluppo sostenibile, i sistemi di innovazione nel mediterraneo e relazioni internazionali sul fronte dell’innovazione.

Scopo dichiarato del protocollo d’intesa è quindi la valorizzazione dei contatti e delle sinergie tra Università, Centro di ricerca e impresa;  l’Università e MEDAlics mirano infatti a interagire attivamente con le associazioni di categoria, anche organizzando di concerto eventi pubblici per favorire l’incontro degli studenti con le aziende.

La triangolazione Università-Centro di ricerca-Imprese offre agli studenti la possibilità concreta di perfezionare la formazione sul campo, grazie ai tirocini gratuiti che alleneranno i giovani soprattutto alla ricerca e allo sviluppo dell’innovazione: “L’accordo – ha commentato Caridioffre la possibilità di formare e supportare gli studenti attraverso un’esperienza formativa gratuita presso la stessa Regione, le associazioni di categoria e le imprese. Per gli studenti che parteciperanno ai tirocini formativi sarà l’occasione per affinare le innovative metodologie apprese e, nel contempo, per consolidare il rapporto di partenariato tra il sistema della ricerca ed il sistema delle imprese”.

“È un’importante occasione – ha aggiunto l’assessore – che si presenta ai giovani del Master ed al sistema economico e produttivo calabrese, per creare un luogo di produzione della conoscenza, della creatività e dell’innovazione, collegato in rete con il sistema locale ed il contesto internazionale della ricerca e dell’impresa, finalizzato, tra l’altro, a comprendere le complesse relazioni intercorrenti tra mondo imprenditoriale e mercato, con un focus particolare all’area del Mediterraneo”.

Google+
© Riproduzione Riservata