• Google+
  • Commenta
2 Aprile 2019

Chi era Ulisse per Dante nella Divina Commedia e mitologia greca

Chi era Ulisse
Chi era Ulisse

Chi era Ulisse

Ecco chi era Ulisse per Dante nella Divina Commedia e chi era Ulisse nella mitologia greca: differenze del personaggio, cosa ha fatto e cosa rappresenta nella storia e ancora oggi.

E’ un personaggio mitologico molto conosciuto per le sue gesta e per la sua astuzia.

I documentari che parlano ancora oggi di questo personaggio sono tantissimi e l’ultimo, in ordine di tempo è  il programma di Alberto Angela.

Ma questa figura così controversa, e che troviamo spesso in letteratura, è stata descritta in maniera differente dai grandi autori del passato.

Ulisse lo troviamo infatti nella Divina Commedia Dantesca e nella mitologia greca: ma quali sono le differenze e cosa ha fatto?

Quindi andiamo a conoscere questo personaggio e le sue mille sfaccettature.

Vera storia di chi era Ulisse per Dante nella divina commedia: frasi e citazioni per ricordalo

Ulisse, nella Divina Commedia è un imbroglione scaltro ed estremamente astuto, falso a tal punto da non potersi fidare. Coraggioso e desideroso di conoscenza, nulla sembra poterlo fermare. Il personaggio Dantesco infatti è un viaggiatore che cerca l’ignoto e non vuole ritornare nella sua terra, dove ad aspettarlo c’è la sua famiglia. Non l’amore per la moglie Penelope e per il figlio e neppure la pietà nei on fronti del padre lo spingono a fare ritorno.

Per Dante, Ulisse è un uomo senza freni che si spinge fino alla morte. La vita da nomade è l’unico senso che riesce a dare alla propria esistenza e non conosce il piacere della sosta e quindi di una fissa dimora.

  • “O frati, dissi che per cento milia perigli siete giunti a l’occidente, a questa tanto picciola vigilia d’i nostri sensi ch’è del rimanente, non vogliate negar l’esperienza, di retro al sol, del mondo senza gente.
  • “Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza.”
  • “Li miei compagni fec’io sì aguti.con questa orazion picciola, al cammino, che a pena poscia li avrei ritenuti; e volta nostra poppa nel mattino, de’ remi facemmo ali al folle volo, sempre acquistando dal lato mancino.”

Chi era Ulisse di Omero nella mitologia greca; frasi e citazioni

L’Ulisse di Omero invece è fortemente legato alla sua Itaca e affronta viaggi e peripezie per tornarci e riprendere il suo posto nella sua vita accanto ai suoi cari. Anche Omero descrive questo personaggio come un personaggio controverso nell’Iliade e nell’Odissea nei quali è protagonista, ma ne mette in risalto i pregi.

Racconta momenti di forza, ma anche di debolezza e sconforto di questo uomo che diviene un vero e proprio eroe guerriero nelle pagine omeriche.Uomo astuto che riesce a trovare la soluzione migliore nei momenti di difficoltà e procede imperterrito per raggiungere il suo obiettivo, ovvero il ritorno a casa. Itaca è la meta finale e promette di non andare più via da quella terra una volta ritrovata.

Affronta un viaggio lungo ben 10 anni per ritornare a casa, mentre gli dei si fanno scherno di lui e nonostante tutte le tentazioni trovate sul suo cammino. Non riesce la bella Circe riesce ad incatenare il suo cuore e neppure la promessa dell’eterna giovinezza ne bloccano il ritorno a casa.

  • “No, ci sono doni più grandi. Nascere, morire e nell’intervallo vivere come un uomo.”
  • “Solo chi ha paura conosce il valore del coraggio.”
  • “Io l’accetto questa eredità, non m’illudo neppure di cadere in battaglia o nel fragore delle tempeste. Basterà molto meno, un brivido improvviso, un pò di freddo la sera, e tuttavia questo fragile ammasso di paura ha osato combattere un Dio e non è stato ancora vinto. Se un giorno parleranno di me, lo faranno con orgoglio perchè ero uno di loro.”
  • Non credo che mi dispiacerà troppo chiudere gli occhi al momento giusto.”
Google+
© Riproduzione Riservata