• Google+
  • Commenta
11 maggio 2012

Reti di imprese, diritti e mercati: doppio appuntamento

Reti di imprese, diritti e mercati al centro dell’attenzione nel dibattito economico: a questi temi sono dedicati due appuntamenti promossi dalla Facoltà di Economia e dal Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Trento, in collaborazione con l’Osservatorio sulle Reti di imprese. Domani dalle 10.00 e sabato, si terrà il convegno “Reti di imprese, diritti e mercati”, mentre è in programma per mercoledì 16 maggio a partire dalle 15 il seminario su “Le reti di imprese, le banche e il finanziamento dei programmi di rete”. Entrambi gli appuntamenti, che si terranno alla Sala conferenze della Facoltà di Economia, rientrano nell’ambito del ciclo di seminari giuridici promossi su Competitività, Innovazione e Reti di imprese nel 2012.
Il ciclo di seminari, che si conclude con questi due appuntamenti, si propone di offrire agli studenti un’opportunità di approfondimento interdisciplinare nell’ambito dell’offerta didattica di livello specialistico e di favorire un’occasione di dialogo tra università e territorio, aprendosi in particolare all’interazione con gli ordini professionali (commercialisti, avvocati, notai) e con le banche. In particolare, il ciclo 2012 prende spunto dall’applicazione di una nuova legge (introdotta nel 2009 ma già modificata sia nel 2009 che nel 2010) contenente la disciplina di quello che viene definito “contratto di rete”. Un contratto tra imprese, volto a regolarne la collaborazione per la realizzazione di un progetto strategico di crescita.
Nel corso del seminario del 16 maggio sarà affrontato il tema del finanziamento alle reti di imprese con interventi volti a presentare i risultati di una ricerca svolta da Unicredit sul tema del “rating di rete”.

Il nodo attorno al quale si svilupperà la discussione riguarda le modalità con cui le banche valutano il merito creditizio delle imprese, quando la richiesta di finanziamento sia legata alla realizzazione di un progetto di collaborazione tra imprese. In che misura, le banche sono oggi pronte a tenere conto del valore aggiunto indotto dalla dimensione reticolare del progetto a cui il finanziamento è destinato? E quanto influiscono il contesto di profonda crisi economica e finanziaria e il quadro normativo che, anche sul piano comunitario, recepisce gli accordi Basilea? Ne discuteranno studiosi di materie giuridiche, economiche e aziendali, nonché i professionisti esperti di contrattualistica di impresa.
Il seminario, moderato da Mariangela Franch (Università di Trento e Consiglio di Territorio UniCredit), vedrà la partecipazione di Claudio Aldo Rigo, responsabile di Territorio Nordest UniCredit; Sandro Bianco, Business Development UniCredit; Paola Manes, Università di Bologna; Luca Erzegovesi, Università di Trento; Giulia Clarizio del Comitato Interregionale dei Consigli Notarili del Triveneto; Patrizia Corona, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Trento, Giulio Quaresima dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Trento; Roberto Busato, direttore dell’Associazione degli Industriali di Trento e Giuseppe Milan, direttore di Unindustria Treviso. Le conclusioni saranno affidate a Paolo Piccoli, già presidente del Consiglio Nazionale del Notariato.

Maggiori informazioni sul convegno di domani “Reti di imprese, diritti e mercati”:
http://www.unitn.it/dsg/evento/22382/reti-di-imprese-diritti-e-mercati

Google+
© Riproduzione Riservata