• Google+
  • Commenta
26 Maggio 2012

Trieste: progetto Icaro

Mercoledì 30 maggio si aprirà alle ore 14.30 presso l’aula Magna dell’edificio H3, il Progetto Icaro dedicato per la prima volta agli studenti universitari.

Icaro, giunto alla dodicesima edizione, è una campagna di sicurezza stradale, promossa dalla Polizia di Stato insieme ai Ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti, dell’Istruzione e alla Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, con il coordinamento scientifico del Dipartimento di Psicologia della Sapienza, Università di Roma che ha coinvolto finora oltre 100.000 studenti di 161 città italiane.

L’incidente stradale è la prima causa di morte per i giovani in Italia ed in Europa e l’obiettivo della campagna è quello di parlare di legalità attraverso nuovi linguaggi.

L’incontro si aprirà con la versione didattica Icarus del film Young Europe, scritto e diretto da Matteo Vicino, che unisce ritmo narrativo, immagini e musica delle nuove generazioni.

Il film è girato in Italia, Francia, Irlanda e Slovenia e i protagonisti sono dei giovani. Josephine in Francia è una ragazza di 18 anni dedita all’uso sporadico di droghe, ossessionata da Facebook e da ogni tentazione che la sua natura ribelle possa gestire. Julian è un diciassettenne di Dublino: ha una storia con una coetanea ma subisce il fascino della sua lettrice di spagnolo, avvenente ma pericolosa. Federico in Italia, 18 anni, è diviso tra il modello di un padre poliziotto e un amico trentacinquenne che non è cresciuto.

Sono le storie di tanti ragazzi europei, accomunate dalla triste esperienza dell’incidente stradale che cambia per sempre le loro vite.

Il filo rosso delle emozioni e degli errori sulla strada che lega le varie vicende ha l’obiettivo di far riflettere i giovani facendo emergere il loro senso critico, ma rappresenta anche un monito al mondo degli adulti che spesso alla guida non offrono un buon esempio.

Al film seguiranno quattro brevi interventi gestiti dalla Polizia Stradale, dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dalla Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale e da un docente della Facoltà di Medicina e Psicologia della Sapienza, Università di Roma.

Grazie a filmati e a ricostruzioni di incidenti stradali si favorirà un dibattito con gli studenti sui temi della sicurezza stradale con una formula originale, interattiva e coinvolgente.

Relatori: 
Elisabetta Mancini, Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato Alessandro Zadra, Sovrintendente della Polizia di Stato Matteo Vicino, autore e regista di Young Europe
Paola Calamani, Dirigente Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Umberto Guidoni, Segretario Generale Fondazione ANIA per la sicurezza stradale Sandro Vedovi, Funzionario Fondazione ANIA per la sicurezza Stradale Anna Maria Giannini, Professore di psicologia, La Sapienza, Università di Roma Claudio Tonzar, Professore di Psicologia, Università di Urbino

Modera: Elisabetta Mancini

Programma:
Indirizzo di saluto delle Autorità Proiezione del film Young Europe (1’, 20”) Dibattito gestito dall’ autore e regista del film Matteo Vicino Intervento della Polizia Stradale: Vice Questore Aggiunto Elisabetta Mancini e Sovrintendente Alessandro Zadra Intervento del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti: D.ssa Paola Calamani
Intervento della Fondazione ANIA per la sicurezza stradale: dr. Umberto Guidoni e dr. Sandro Vedovi Intervento della Sapienza, Università di Roma. Prof.ssa Anna Maria Giannini
Intervento del Prof. Claudio Tonzar, Responsabile organizzativo del progetto “Azioni per la sicurezza stradale”
Conclusioni (moderatore) L’incontro si concluderà alle h. 18.30.

Google+
© Riproduzione Riservata