• Google+
  • Commenta
20 giugno 2012

Azione Universitaria – class action contro gli atenei fuori legge

“Finalmente una buona notizia per gli studenti. Ieri il Consiglio D’amministrazione dell’UniSannio ha disposto le modalità di rimborso  rimborso di 400.000€ a favore degli studenti universitari che hanno pagato le tasse al di sopra della soglia massima del 20% rispetto al trasferimento statale. Questo è un precedente fondamentale, da qui potrà partire un percorso che colpirà tutti gli altri atenei “FuoriLegge”. lo dichiara in una nota Andrea Volpi Presidente Nazionale di Azione Universitaria.
“Le battaglie, le proteste, le raccolte di firme che Azione Universitaria ha effettuato in questi mesi negli atenei “incriminati”  – continua la nota – hanno portato a una prima grande svolta, finalmente prevalgono gli interessi degli studenti! Ora però occorre vigilare affinchè tutti gli altri atenei dispongano il medesimo rimborso e non si trincerino dietro a presunti tagli di fondi. E’ necessario combattere gli sprechi e non fare cassa sulle tasche degli studenti”. 
 
“Ci rendiamo conto che ci sono Atenei, che pur cercando di limitare le spese inutili, versano in una situazione di ristrettezza economica. Per questo – conclude Volpi – chiediamo al Ministro Profumo un’attenzione particolare, non solo alla quota di FFO da destinare ma anche e soprattutto alle modalità con cui gli atenei ricevono incentivi e fondi extra, sia premiato il merito, la trasparenza e la qualità della didattica e della ricerca e non solo i nomi blasonati di ristrettezza economica. Per questo – conclude Volpi – chiediamo al Ministro Profumo un’attenzione particolare, non solo alla quota di FFO da destinare ma anche e soprattutto alle modalità con cui gli atenei ricevono incentivi e fondi extra, sia premiato il merito, la trasparenza e la qualità della didattica e della ricerca e non solo i nomi blasonati di docenti e rettori”
Google+
© Riproduzione Riservata