• Google+
  • Commenta
26 giugno 2012

Come prepararsi all’estate

L’estate è ormai arrivata. Molti, in particolare gli studenti universitari, che alla loro sessione estiva non hanno ancora avuto il piacere di immergersi in questa dolce atmosfera. Ma passiamo invece a chi invece può già godere di questa breve stagione. Sono tutti concordi nell’affermare che anche a mare deve esserci una certa preparazione. Qui sveleremo tutti i “trucchetti” per un’abbronzatura perfetta e non solo.

Per la nostra pelle andare a mare è letteralmente uno shock. Quindi un mese prima dell’esposizione bisognerebbe ingerire grandi quantità di frutta e verdura. Gli integratori, soprattutto contenenti la C e la E, sono utili ma non possono andare a sostituire la preziosissima verdura. Il corpo prima dell’esposizione ha bisogno di uno scrub alle vitamine seguito da un fango che rimineralizza la pelle.  Lo scopo principale è e rimane sempre uno: idratare.

“La pelle ovviamente non può essere sottoposta ai raggi del sole senza un’adeguata protezione” sostiene Antonino Di Pietro dermatologo e Presidente fondatore dell’ISPLAD.  “I danni riportati dai raggi UVA sono, essenzialmente, rughe e un serio danneggiamento dell’epidermide, mentre i raggi UVB sono causa di scottature ed eritemi. Questo messaggio è importante. Bisognerebbe segnalarlo soprattutto alla nuove generazioni. Una statistica ha, infatti, dimostrato che circa l’80% degli uomini, e in buona parte anche le donne, ritengono che le creme non siano utili ma nocive; potrebbero quindi addirittura costituire un ostacolo in quanto darebbero vita a una sottile barriera che impedisce di asciugare velocemente le imperfezioni. Ovviamente niente di più sbagliato.” La crema, infatti, costituisce si una barriera ma per dare il tempo al proprio corpo di produrre melanina. In questo modo si crea una difesa ai raggi solari che determinano la distruzione di collagene ed elastina. Inoltre per le scottature bisogna utilizzare una protezione ancora più alta. Una mancata protezione porterebbe inevitabilmente a delle macchie. Si consiglia poi anche una visita dermatologica con “mappatura dei nei”.

Ma dopo il sole cosa fare? Tre le parole d’ordine: lenire, calmare e rinfrescare. L’ideale una doccia non troppo fredda e detergenti calmanti. Dopo di ché utilizzare un prodotto lenitivo senza stenderlo del tutto sarà la pelle ad  assorbirlo da sé.

Per chi, invece, non ha ancora la possibilità di andare a mare un’alternativa c’è sono gli autoabbronzanti. Molti forse troppi a disposizione e per tutte le tasche.

Ma passiamo alla sera ecco alcuni consigli utili per essere sempre alla moda. Il colore è la vera parola d’ordine di questa stagione: arancio, rosa shocking, turchese e blu elettrico. Per le labbra il colore dell’estate è il rosa corallo da portare 24 ore su 24. Per il make up si consiglia tinte illuminanti ma allo stesso tempo soft. Per gli ombretti dipende dall’incarnato: quello scuro preferisce il bronzo, il verde mente, l’oro e l’azzurro. Per quello diafano il color argento ma sono ottime anche le tonalità sul rosa. Non bisogna mai dimenticare di “colorare” collo e dècolleté, utilizzare quindi una buona cipria o la terra per evitare il solito distacco collo- testa. Per tutti i tipi di pelle sono ottimi i prodotti illuminanti applicati su zigomi e sotto l’arcata sopracciliare. Questi creano dei punti di luce che donano a tutte le donne.

Non può poi mancare nella nostra valigia i prodotti per capelli. Quindi olio solare e maschere nutrienti. Chi vuole una chioma corposa non può non averli il sole il vento e il sale, infatti non fanno altro che danneggiare le chiome. Lo shampoo inoltre non deve contenere siliconi e parabeni perché non fanno altro che danneggiare i capelli. Bisogna saper scegliere! Per definire sia i capelli lisci che quelli  ricci bisogna utilizzare, soprattutto sulle punte, un olio a base di crusa o di avocado o di semi d’uva.  Sono utili in quanto costituiscono una difesa per il phon e lasciano i capelli morbidi e lucenti.

Google+
© Riproduzione Riservata