Spazzola lisciante 2020: quale comprare, differenze e prezzi

Carmela Sansone 4 Febbraio 2020

Ecco quale spazzola lisciante 2020 comprare per scegliere tra le migliore, più economica o più potente: differenze, caratteristiche, prezzo vari modelli e recensioni di chi le ha provate.

La spazzola lisciante, in generale, promette di districare, lisciare e raddrizzare i capelli, senza provocare danni eccessivi. I modelli migliori sono quelli di GHD, Remington, Imetec e Rowenta, ma ce ne sono anche più economici e commerciali, come quella della Lidl: qual scegliere in base al prezzo e alle caratteristiche? Ecco tutto ciò che serve sapere su questo nuovo strumento di bellezza.

Innanzitutto,è un elettrodomestico molto facile e comodo da usare, che, in pochi minuti, permette una buona piega come in salone. Quasi tutte fanno bene il loro lavoro. Per scegliere bene, però, bisogna tenere in considerazione vari fattori. Innanzitutto il tipo e il numero di setole, che permette di velocizzare la piega.

Poi, bisogna capire la struttura della piastra di riscaldamento: meglio se in ceramica e meglio ancora se è dotata di un generatore di ioni, per capelli lucidi. Una grande comodità potrebbe essere la presenza di un display, per tenere sotto controllo la temperatura. Altre variabili riguardano, poi, la grandezza dell’elettrodomestico, e tutto dipende dalle proprie esigenze e abitudini.

La spazzola lisciante GHD Glide, per esempio, va usata sui capelli asciutti. Permette di tenere a bada il crespo e di rifinire attentamente lo styling. Ha setole in in ceramica che si riscaldano fino a 185 ° C. Non è una soluzione molto economica, ma le prestazioni e le caratteristiche giustificano il prezzo. Anche la spazzola lisciante Remington Pro fa benissimo il suo lavoro. Le sue setole hanno un rivestimento antistatico per assicurarti una chioma ordinata. La temperatura è molto alta, ma grazie alle setole a punta fredda, il cuoio capelluto è completamente protetto da tutti i danni. Questo il quadro di partenza: vediamo i modelli migliori di spazzole liscianti sul mercato.

Caratteristiche spazzola lisciante 2020: recensioni e opinioni a confronto di chi l’ha usata

Le caratteristiche, le recensioni e le opinioni sulle spazzole liscianti, a confronto, sono abbastanza diverse, così come i prezzi. Insomma, quale comprare? Un buon prodotto è sicuramente quella venduta alla Lidl, a marchio Silvercrest. Con un prezzo irrisorio (15 euro) e facilmente trovabile nei negozi e, come la GHD, sfrutta la tecnologia ionica per ottenere risultati eleganti. Tutte e due hanno la funzione di spegnimento automatico per evitare consumi inutili. La differenza sta nelle setole e nella tecnologia usata: GHD ha setole corte e lunghe per aiutare a modellare e utilizza un calore uniforme di 185°.

Con la spazzola lisciante Lidl, invece, si può scegliere una temperatura che varia da 120° a 210° per una maggiore versatilità e ha anche un display a LED. Secondo le recensioni, l’elettrodomestico più commerciale rende bene, è adatto di più a chi ha i capelli mossi e non particolarmente fragili e, visto il prezzo, è ottima per chi ha un budget basso.

Altra buona spazzola lisciante è Imetec BabyLiss. Costa sui 50 euro. Tra i pregi l’uso di pettini rigidi esterni per districare, accanto a  setole morbide in silicone per proteggere la cute. Gli elementi riscaldanti sono in ceramica per lisciare i capelli in pieno rispetto. Ha due generatori di ioni per eliminare l’effetto crespo e tre temperature (160°-180°-200°) con schermo LED. E’ adatto a chi ha già un buon liscio naturale, è semplice e pratica da usare e si riscalda in pochi minuti. I clienti, però, si sono lamentati del fatto che, sulle chiome molto ricce, la resa è praticamente pari a zero. Secondo qualche acquirente, all’accensione, emette un ronzio fastidioso che continua per tutta la piega. Il calore, poi, per alcune chiome è troppo basso e finisce per non fare nessun effetto.

Confronto spazzole liscianti 2020: quale comprare e quale è il migliore

Passiamo al confronto tra le altre spazzole liscianti: quale è la migliore da comprare? Una di queste è sicuramente la Remington Pro, che costa sui 40 euro. L’azienda, come per il phon professionale, raccoglie molti pareri positivi. Ha setole lisce in ceramica che emanano calore, con tre diverse impostazioni fino ai 230°, per risultati come se fossi in salone. Ha i controlli digitali e il cavo girevole per poter modellare in qualsiasi angolazione. Le estremità delle setole sono fresche, per non nuocere al cuoio capelluto. E’ un prodotto abbastanza completo, e i clienti hanno lamentato solo che, su capelli molto lunghi e pesanti, è scomodo da usare, perchè è un po’ ingombrante. Non è molto comodo da portare in viaggio.

Altra spazzola lisciante, che regge perfettamente il confronto, è la Rowenta Instant Straigh. Al modico prezzo di 38 euro, raccoglie molte recensioni positive, ma anche qualche critica. Pare che permetta una piega rapida in pochi minuti. Grazie alle setole riscaldate, rivestite in ceramica, i capelli saranno stirati con una sola passata, con un effetto naturale e senza far danni. Il generatore di ioni evita l’effetto crespo ed elettrico. Ha il display digitale ed, esteticamente, è compatto e leggero. Qualche critica è rivolta al fatto che abbia una sola temperatura (210°) e che non sia efficace sui capelli ricci o mossi, sui quali è necessario fare una prima piega con la spazzola tonda.

La migliore spazzola lisciante 2020: caratteristiche e prezzo

Dunque, in base a prezzo e caratteristiche, qual è la migliore spazzola lisciante sul mercato? In cima alla classifica, si posiziona il prodotto targato GHD, nonostante non sia proprio economico. La GHD Glide costa ben 135 euro, anche se è possibile trovare qualche soluzione più economica su Amazon. Al momento del lancio, è andata esaurita in sole due settimane, stupendo tutti. Ha la capacità di lisciare realmente i capelli in un semplice colpo. Si riscalda in poco più di un minuto, e in cinque offre una piega perfetta e naturale. E’ dotata dello ionizzatore antistatico e anti-crespo. Ha quasi 100 setole e 36 setole più piccole che restano fredde, per districare e non bruciare le radici.

Si riscalda massimo fino ai 185° perchè, secondo l’azienda, è quella la temperatura migliore per modellare la chioma, senza tirare i capelli. Qualche acquirente lamenta che non rende benissimo sui capelli a caschetto o su chiome molto ricce e crespe. Insomma, via libera per le acconciature direttamente da casa vostra!

© Riproduzione Riservata
avatar Carmela Sansone Laureata in Lettere moderne presso l'Università degli studi di Salerno e studentessa al secondo Filologia moderna presso lo stesso Ateneo. Sono appassionata di letteratura, storia e giornalismo e molto dedita alla lettura. Mi piacciono le opere tradizionali della letteratura italiana, ma non rifuggo dai grandi classici (e non) del canone straniero. Sono un'aspirante docente, ma protendo anche verso il mondo delle Risorse Umane, da cui sono molto affascinata e in cui mi piacerebbe fare qualche esperienza. Sono molto creativa, ottimista e ligia ai miei doveri, ma non sopporto la slealtà e le omissioni. Tra le mie passioni, sicuramente rientra la tecnologia, ecco perché amo trattare di questa tematica all'interno dei miei articoli: tutto ciò che è progresso e avanguardia ben fatta mi attira. Allo stesso modo, sono appassionata di cucina ed è perciò che, nei miei scritti, amo affrontare le sfumature del settore, gli abbinamenti possibili e quelli più insoliti, ma anche vini, dessert e golosità di ogni genere. Ultima nota: amo i bambini, l'essenza sana di questo mondo, cui sono molto legata. Leggi tutto