• Google+
  • Commenta
28 giugno 2012

Da Vivi Unisa solidarietà al Rettore Pasquino

Il gruppo di associazioni studentesche Vivi Unisa esprime il proprio sostegno e la propria solidarietà al Rettore Raimondo Pasquino, in merito alla questione legata al futuro della Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Salerno. Le polemiche e gli attacchi degli ultimi tempi hanno distolto l’attenzione dal tema centrale: il completamento e il potenziamento dell’Azienda Ospedaliera Universitaria devono essere una priorità per gli amministratori della nostra Regione, della nostra Provincia e dei Comuni dell’area metropolitana salernitana.

E’ doveroso fare un riflessione sui vantaggi e sullo sviluppo, in termini di formazione medica, di ricerca scientifica, di qualità dell’assistenza socio-sanitaria ai cittadini e di implementazione dei servizi a questa correlata, che l’azienda può portare all’intera comunità salernitana e campana.

Gli studenti, non solo di Medicina, sono molto attenti alla problematica. L’auspicio è che presto arrivino delle risposte concrete. Nicola Virtuoso (studente di Medicina, rappresentante dell’associazione Hippocratica): “Noi studenti di Medicina, dopo moltissime difficoltà affrontante in questi anni, nelle quali siamo stati sostenuti dalle istituzioni universitarie e dal Rettore in prima persona, siamo spettatori impotenti di una problematica che non fa altro che avvelenare quel contesto che dovrebbe soltanto occuparsi del nostro percorso formativo. E tutto ciò accade proprio ora che si stanno registrando i primi risultati, ossia le prime lauree della Facoltà dopo 200 anni dalla soppressione della Scuola Medica Salernitana da parte di Murat.”

Alfredo Galdieri (Presidente del Consiglio degli Studenti): “In questo momento storico, dobbiamo assolutamente, come studenti e rappresentanti, sottolineare il nostro stupore di fronte a questa situazione intollerabile. Qualcuno dovrebbe seriamente prendersi delle responsabilità e sbloccare ciò che aspettiamo da anni e che dovrebbe significare l’inizio di un percorso virtuoso per la nostra Regione.”

Vincenzo Monti (coordinatore del gruppo Vivi Unisa): “Ritengo indecoroso il giogo politico in atto, che ricade soltanto sugli studenti e sul futuro dell’Azienda Ospedaliera Universitaria, con evidenti ripercussioni sul territorio. Il gruppo Vivi Unisa ritiene che si debbano ottimizzare tempi e risorse per raggiungere l’obiettivo comune della ratifica ministeriale per la costituzione dell’azienda ed esprime ancora una volta pieno appoggio al Rettore Pasquino.”

Antonio Santoro (consigliere d’amministrazione Adisu): “E’ vergognoso che dopo tutti i sacrifici e gli investimenti fatti in questi anni per la Facoltà di Medicina, sia da parte dell’Università che dell’Azienda del Diritto allo Studio, non si riesca a fare il passo successivo. Sono testimone dell’impegno dell’intera comunità universitaria per cercare di rendere la “nuova Scuola Medica Salernitana” un modello di governance efficiente ed un esempio per le altre Facoltà di Medicina, in termini di formazione, ricerca e capacità di incidere nei processi socio-economici del nostro territorio.”

 

Google+
© Riproduzione Riservata