• Google+
  • Commenta
24 giugno 2012

Dita Von Teese e intimo: sfilano modelle dalle “curve generose”

Dita Von Teese

Come dimenticare lo striptease nell’enorme Martini Glass? Impossibile! Altrettanto impossibile è rimanere indifferenti dinanzi la bellezza di una donna così superlativa. Ecco Dita Von Teese

Dita Von Teese

Dita Von Teese

Dita Von Teese, 40 anni tra qualche mese e dimostrarne sempre 20! Regina e padrona assoluta del burlesque, pelle perfetta (dice di non essersi mai esposta a prendere il sole) da far invidia a molte donne, in lei albergano lo charm e la sensualità di una vera pin-up d’altri tempi, quasi come se tutte queste caratteristiche fossero nate insieme a lei e il tempo non le abbia di certo insegnato la femminilità.

Icona indiscussa dei nostri tempi di un erotismo pulito ma piccante, non volgare né maleducato, riuscì addirittura a conquistare il “gelido” cuore del “temibile” Marilyn Manson e tutt’oggi è ambita preda di fotografi e stilisti di moda. Uno degli ultimi creatori di moda a desiderare di vederla sfilare con una propria creazione è stato Jean Paul Gaultier. Un abito di chiffon nero infatti, è stato degnamente indossato da Dita Von Teese durante una sfilata a Parigi.

Ultimamente la celebre Dita Von Teese, da modella da deciso di passare alla professione di stilista, creando una linea di lingerie chiamata “Von Follies”. L’intimo da lei creato, descrive una donna terribilmente sensuale sulle note del pizzo nero, rosso e blu. Sono stati proposti ben 25 modelli di completi intimi che spiccano per lo stile anni ’60. Corsetti e reggiseni fortemente affascinati, hanno catturato l’attenzione dell’intero pubblico.

Ciò che ha sorpreso della collezione della Von Teese è il fatto che ad indossare i completi intimi, siano state modelle dalle “curve generose”. In un mondo sicuramente indirizzato verso una magrezza esagerata e spesso assassina, quale il mondo della moda, ha sorpreso la scelta della stilista.

Obiettivamente su un corpo femminile esageratamente magro non risulterebbero neppure piacevoli dei completi intimi (in questo caso) volti ad esaltare al contrario un corpo formoso. La stessa Von Teese, come riporta Stile.it ha affermato: abbiamo scartato decine di modelle troppo magre” e ancora “per me è importante trasmettere il messaggio che il corpo femminile non deve essere mortificato. La lingerie è strepitosa se indossata su un corpo morbido e femminile.”

Non sempre infatti la parola “magrezza” è sinonimo di “bellezza” e il messaggio che ha lanciato Dita Von Teese è estremamente importante e ogni donna deve guardare le proprie forme come un particolare di cui essere fiere. Non bisogna dimenticare che le sfilate che quotidianamente guardiamo in tv, mostrano nella maggior parte dei casi, corpi troppo esili quasi privi di forme, scheletrici al punto tale da domandarsi “dove sia il bello” in tutto ciò.

Le parole della stilista riportano alla mente le sane bellezze di donne come Marilyn Monroe, Sophia Loren o Gina Lollobrigida. Donne dai fisici meravigliosamente giunonici che con i loro fianchi larghi e un seno da maggiorate hanno segnato non solo la storia del cinema, ma soprattutto hanno dato vita ad un vero ideale di bellezza che oggi da molti purtroppo viene dimenticato.

Google+
© Riproduzione Riservata