• Google+
  • Commenta
24 giugno 2012

Esami in vista: ecco la dieta per la sfera cerebrale

L’estate sta per entrare nel vivo, le attività didattiche, intese come corsi semestrali, sono ormai concluse, ma ora più che mai, per gli studenti non ci si può permettersi il lusso di rilassarsi. E’ tempo di esami e questo periodo spesso viene vissuto con autentica fibrillazione. Giusto allora dedicare ai tanti “candidati” le attenzioni circa un regime alimentare in grado di reggere lo stress da studio.

Essenzialmente sono quattro le regole dietetiche per una buona memoria : mai eccedere con le calorie ; evitare di esagerare con i grassi animali e gli zuccheri semplici ; consumare preferibilmente carboidrati integrali e grassi come quelli del pesce ; favorire una dieta ricca di frutta e verdura, alimenti ricchi di sostanze antiossidanti. E’ scientificamente provato che un consumo smisurato di cibi contenenti colesterolo, quindi carni grasse, salumi, burro e formaggi, vanno a limitare l’efficienza delle cellule nervose, peggiorando le capacità mnemoniche e di apprendimento.

Attenzione però anche ai dolci ed a tutti quegli alimenti a base di cereali raffinati o amidi, quali patate, pizza, pane e riso bianco. L’iperglicemia, infatti, non giova alla concentrazione ed alla salute delle nostre cellule nervose. Principale consiglio è quello di iniziare la giornata con una buona e ricca prima colazione. Via libera a frutta, latte o yogurt con cereali, pane integrale con miele o marmellata.

E per chi volesse concedersi una colazione più stravagante, va bene anche un uovo, due fette di prosciutto ed un piccolo pezzo di pane con formaggio. Per quanto riguarda il pranzo, è bene farlo a base di carboidrati : un bel piatto di pasta con pomodoro fresco, un’insalata ed un frutto. A cena, invece, giusto dedicarsi alle proteine, quindi un bel secondo a base di pesce, carne bianca o un uovo al tegame con contorno. Spuntini e merenda dovranno essere tassativamente a base di frutta o yogurt.

Infine un consiglio spassionato : evitare di affogare nell’alcol le eventuali insofferenze e tensioni tipiche delle giornate pre-esame. Molto meglio gustarsi una sana spremuta di frutta che arricchirà l’apporto di vitamine ; del resto, una volta terminato tutto, ci sarà tempo per brindare, legittimamente.

Biologo – Nutrizionista

andrea.cioffi@hotmail.it

 

Google+
© Riproduzione Riservata