• Google+
  • Commenta
28 giugno 2012

L’Ospedale dei Pupazzi

Definite le date in cui l’Ospedale dei Pupazzi, iniziativa rivolta ai bambini, raggiungerà i campi sfollati di alcuni dei centri colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio.

La raccolta di pupazzi e giocattoli, che aveva avuto luogo a Modena tra il 6 e l’8 giugno, è stata un successo e le donazioni sono state numerosissime. Ora tanta generosità si trasformerà in doni, portati attraverso il sorriso che suscita questa singolare iniziativa che vedrà impegnati gli studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia iscritti al SISM – Segretariato italiano studenti di Medicina. Nell’occasione, infatti, gli aspiranti medici, si inventeranno la professione di pupazzologi, medici e chirurgi dei pupazzi.

E così una scatola di legno con una lampadina è la sala raggi, mentre un tavolino di plastica è la sala operatoria. E’ l’Ospedale dei pupazzi, una simulazione giocosa, tutta dedicata ai bambini, dell’ambiente medico ed ospedaliero, dove i pazienti non sono i piccoli, ma i loro pupazzi, che vengono per gioco portati all’ospedale per poter curare loro ginocchia sanguinanti e teste ferite.

Scopo del gioco è dare ai bambini che stanno vivendo con paura le conseguenze del sisma, la possibilità di vedere da un altro punto di vista il mondo ospedaliero e l’ambiente medico in generale e far capire loro, attraverso il transfer rappresentato dal pupazzo, che non c’è da avere paura dei camici bianchi.

L’iniziativa ha immediatamente ricevuto l’incoraggiamento del Rettore prof. Aldo Tomasi che ha fatto giungere loro questo messaggio: “Cari ragazzi, gli impegni e le scadenze accademiche mi impediscono nelle date annunciate di poter essere insieme a voi. Voglio comunque trasmettervi il mio personale apprezzamento e l’incoraggiamento di tutto l’Ateneo per questa bella iniziativa, che ancora una volta contraddistingue positivamente la nostra comunità e soprattutto i nostri studenti. Sono tante le testimonianze di solidarietà di cui siamo stati capaci in questo mese dalla prima scossa di terremoto, ma certamente il vostro “Ospedale dei Pupazzi” è una delle più toccanti e testimonia della sensibilità e dell’impegno dei nostri studenti di Medicina e Chirurgia. Il vostro esempio è per tutti motivo di orgoglio e questo spirito mi auguro vi accompagni sempre, sia lungo il percorso di studi che dopo nella vita e nella professione. Con sincera stima Aldo Tomasi

Questo il calendario dei primi appuntamenti già definiti:

– giovedì 28 giugno, dalle ore 9.30 alle ore 12.00 presso il Campo 2 di Finale Emilia, con la collaborazione dei Comitati della Croce Rossa Italiana di Modena e di Finale Emilia;

sabato 7 Luglio, presso il campo della Protezione Civile di Carpi, con la collaborazione del Comitato della Croce Rossa Italiana di Carpi, gruppo Pionieri;
venerdì 13 luglio e venerdì 20 luglio, rispettivamente presso il Parco di Via della Libertà e presso il Parco di Via Marcon di Cavezzo, con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Cavezzo in collaborazione con le Associazioni Sportive del Territorio.

Google+
© Riproduzione Riservata