• Google+
  • Commenta
7 giugno 2012

Università di Brescia, aperto il bando per le attività studentesche

Ben 60 mila euro, è questo l’importo complessivo del bando per l’assegnazione dei fondi che annualmente la Statale di Brescia mette a disposizione dei propri iscritti, finanziamenti volti alla promozione di iniziative e attività culturali e sociali attinenti alla realtà universitaria. La scelta ricadrà sulle proposte che daranno maggiore rilevanza a questi requisiti: le iniziative culturali verranno valutate in base ai contenuti, alla qualità, originalità, innovazione e varietà di relatori, artisti o programmi, nonché alla efficacia della promozione; non verranno comunque considerate iniziative che abbiano contenuti didattici sostitutivi di un’attività didattica istituzionale. Le iniziative a carattere sociale verranno valutate in base all’originalità, innovazione e all’efficacia dell’iniziativa per promuovere gli scambi culturali tra studenti, la conoscenza reciproca e la socializzazione dei partecipanti. (corsivi dal bando dell’Università degli Studi di Brescia; è possibile leggerlo per intero qui)

Inoltre, le richieste di finanziamento dovranno presentare in allegato, insieme alla descrizione dettagliata dell’iniziativa, il periodo in cui si dovrebbe svolgere e che dovrà comunque non essere oltre il 30 aprile 2013, le modalità con le quali si intende pubblicizzarla tra gli studenti, la cui partecipazione dovrà essere gratuita, ed infine i preventivi. Tutti i moduli per la richiesta e per la raccolta delle firme, le tariffe degli spazi universitari e le regole al completo si possono trovare sul sito online della Statale, ed è inoltre possibile chiedere ulteriori informazioni e chiarimenti tramite mail a Laura Conti (conti@amm.unibs.it) e a Pietro Toto (p.toto@amm.unibs.it).

Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12:00 di giovedì 21 giugno 2012, e presentate al Servizio Protocollo Generale dell’Università, in Piazza Mercato 15, 25121 Brescia. Saranno poi valutate da una commissione consiliare composta da sei rappresentanti dei docenti e ricercatori, sei rappresentati degli studenti e un dipendente amministrativo dell’Università, che avrà funzioni di segretario.

L’anno scorso, grazie all’importante e attiva collaborazione degli studenti, che il rettore Sergio Pecorelli auspica ancora tale, è stato possibile organizzare «concerti di musica leggera e classica, rappresentazioni teatrali, conferenze sul lavoro e i problemi studenteschi, mostre fotografiche, dibattiti, corsi di fotografia e recitazione, proiezioni cinematografiche in inglese e su temi di attualità». (dal Giornale di Brescia)

Google+
© Riproduzione Riservata