• Google+
  • Commenta
26 luglio 2012

Diritto dell’informazione 2: articolo 21 (libertà di stampa) e legge 69/1963 (Albo e Ordine)

Proseguiamo la storia del diritto dell’informazione e della comunicazione inaugurata un mese fa con le norme in materia di libertà di stampa approvate dopo l’Unità d’Italia e le pesanti limitazioni imposte dal fascismo, periodo in cui la stampa era diventata strumento di propaganda e di assoggettazione delle masse, controllata esclusivamente dal governo fascista.

Nell’allegato pubblicato oggi, vedremo come la stampa è tornata pienamente ad essere uno strumento libero in seguito alla caduta del fascismo, concentrandoci in particolare sull’articolo 21 (la libertà di stampa) della Costituzione espresso dalla legge n.47 dell’8 febbraio 1948 e sulla legge n.69 del 1963 che regolò la riforma della disciplina dell’Ordine e dell’Albo dei Giornalisti.

diritto-dellinformazione-e-della-comunicazione 2

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy