• Google+
  • Commenta
13 luglio 2012

Insubria, elezioni nuovo rettore

Grandi novità per l’ateneo di Varese e Como. Il rettore Renzo Dionigi ha infatti deciso di cedere il suo posto ad un successore, dopo essere stato a capo dell’università dell’Insubria nei suoi primi 14 anni di vita. Il nuovo statuto dell’ateneo prevede regole diverse in confronti alle elezioni precedenti. Il nuovo rettore infatti resterà in carica per 6 anni, dal 2012 al 2018, due anni in più rispetto al vecchio statuto e inoltre non sarà possibile l’immediata rieleggibilità. Altra novità consiste nell’allargamento dell’elettorato attivo. Infatti, se prima potevano votare solo professori e ricercatori a tempo indeterminato, adesso potranno votate alle nuove elezioni anche quelli a tempo determinato, ma non solo. La base elettorale studentesca è stata allargata, e alla votazione potrà partecipare anche tutto il personale dirigente e tecnico amministrativo di ruolo, il cui voto è ponderato sul 25% rispetto al numero dei professori e dei ricercatori. Novità importante, che indica la maggior importanza data al voto del personale in confronto agli altri atenei, dove in media vale il 10%.

La data decisa per la prima votazione è il 24 Settembre. La scelta del nuovo rettore riguarda solo professori di ruolo di prima fascia a tempo pieno, così come quella del Prorettore vicario, ma nel primo caso il professore scelto dovrà essere in servizio presso le università italiane mentre il futuro Prorettore sarà incardinato in sede diversa dall’ateneo. Il termine per le candidature era stato fissato per il 10 Luglio, quando nel pomeriggio, la commissione designata dall’Università dell’Insubria si è riunita per verificare il rispetto dei requisiti dei candidati richiesti dalla legge e dal nuovo statuto.

I candidati sono Matteo Rocca, Alberto Coen Porisini e Anna Maria Arcari. Tutti e tre sono esponenti dell’area varesina dell’ateneo, mentre il preside Rocca e la professoressa Arcari provengono dalla stessa facoltà, quella di Economia. Per capire meglio chi sono ecco un breve profilo dei candidati.

Matteo Rocca, nato a Lamezia Terme nel 1969. Dopo essersi laureato in Discipline economiche e sociali all’Università Bocconi di Milano, ha proseguito gli studi con un corso di dottorato in Matematica per le applicazioni economiche all’Università degli Studi di Trieste. Dal 1998 lavora all’Università dell’Insubria, prima come ricercatore e dal 2006 come professore associato, oggi professore di Matematica e dal 2008 è preside della facoltà di Economia dell’ateneo. Il Prorettore vicario da lui proposto è  Stefano Serra Capizzano, direttore del Dipartimento di Scienze e altra tecnologia di Como.

Alberto Coen Porisini è nato a Torino nel 1961. Laureato nel 1987 in Ingegneria Elettronica al Politecnico di Milano, ha successivamente conseguito nella stessa università, un dottorato di ricerca in Ingegneria dell’informazione nel 1992. Dal 2006 è preside della facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali di Varese. Fa parte del Senato Accademico, del Comitato Tecnico Scientifico del SIC, Servizi Informatici e Comunicazione, della Commissione Edilizia di Ateneo ed è coordinatore della Commissione Risorse. Per la figura di Prorettore vicario ha proposto Giuseppe Colangelo, professore ordinario del Dipartimento di diritto, economia e culture di Como.

Anna Maria Arcari, classe 1955, si è laureata all’Università Bocconi di Milano con una specializzazione in Amministrazione e Controllo nel 1978 e ha lavorato nella stessa università, prima come borsista poi come ricercatore, fino al 2000, anno in cui comincia la sua carriera presso la facoltà di Economia dell’Università dell’Insubria. Dal 2004 è preside del Nucleo di Valutazioni di Ateneo e del Comitato Pari opportunità, ha svolto varie funzioni all’interno delle commissioni Erasmus, Internazionalizzazione e Esami di Stato. Il Prorettore vicario indicato dalla professoressa Arcari è Alberto Parola, professore ordinario del Dipartimento di Scienze e alta tecnologia di Como.

Google+
© Riproduzione Riservata