• Google+
  • Commenta
11 luglio 2012

Pisa – Tre studenti rifanno il look al Servizio d’Ascolto d’Ateneo

“L’Università che non ti aspetti, ma che aspettavi” è quella del Servizio di Ascolto dell’Ateneo pisano che, grazie alla creatività di tre studenti, si presenta adesso con un look tutto nuovo. Con un concorso cofinanziato dall’ANCI, l’Università di Pisa ha premiato lo slogan, il logo e la foto, proposti rispettivamente da Sophie Salvadori, Marta Volpi e Matteo De Pace, che andranno a rinnovare la campagna di comunicazione del Servizio di Ascolto, tesa a diffondere maggiormente fra gli studenti la conoscenza di questa opportunità di sostegno per vivere con maggior consapevolezza e serenità la propria esperienza universitaria.

Alla cerimonia di premiazione, che si è svolta la mattina dell’11 luglio in rettorato, erano presenti Rosalba Tognetti, prorettore agli studenti, Paolo Mancarella, prorettore alla Didattica, e i membri della commissione giudicatrice Luigi Rivetti, Maria Tognini e Roberta Filidei. I tre ragazzi, selezionati tra gli oltre 500 studenti che hanno partecipato alla competizione, si sono aggiudicati un premio di 1.000 euro ciascuno. Con lo slogan, la foto e il logo vincitori del concorso è stato creato un manifesto che sarà adesso distribuito nelle varie sedi universitarie, nelle aule studio e nei luoghi maggiormente frequentati da studenti.

Il Servizio di Ascolto, ormai da diversi anni coadiuva, tramite colloqui individuali con le psicologhe, gli studenti che nella propria esperienza universitaria si trovano a vivere momenti di disagio e di difficoltà. Il Servizio promuove inoltre iniziative che agevolano gli studenti nel loro percorso anche tramite il potenziamento del metodo di studio e la gestione dell’ansia.

Il concorso, cofinanziato dall’ANCI con risorse messe a disposizione dal Ministero della Gioventù, è stato bandito nell’ambito del progetto “Pisa città per gli studenti universitari” promosso dal Comune in collaborazione con l’Università, l’Azienda per il Diritto allo Studio e l’associazione giovanile “Memoria delle Radici” per migliorare la qualità della vita degli studenti universitari. Tra le iniziative in corso, l’ampliamento della rete wi-fi cittadina, tariffe agevolate per trasporti, concerti e spettacoli teatrali, realizzazione di spazi e “aule studio” all’aperto nei punti in cui è assicurata la copertura wi-fi, la creazione di un portale per favorire l’incontro fra domanda e offerta di alloggi per studenti e iniziative a sostegno della creatività studentesca.

 

Google+
© Riproduzione Riservata